Connect with us
speciale truffe online

segnalaci un sito truffa

DeFi

Che cos’è la rete 1 INCH (1 INCH)? E’ davvero la più veloce e la più redditizia?

Pubblicato

il

Condividi questo contenuto
Tempo di lettura: 3 minuti.

La rete 1Inch unisce protocolli decentralizzati la cui sinergia consente le operazioni più redditizie, veloci e protette nello spazio DeFi.

Il primo protocollo di 1inch Network è una soluzione di aggregazione di scambi decentralizzati (DEX) che cerca offerte su più fonti di liquidità, offrendo agli utenti tariffe migliori rispetto a qualsiasi singolo scambio. Il protocollo di aggregazione da 1Inch incorpora l’algoritmo Pathfinder per trovare i percorsi migliori tra oltre 60 fonti di liquidità su Ethereum, oltre 30 fonti di liquidità su Binance Smart Chain, oltre 30 fonti di liquidità su Polygon, Optimistic Ethereum e Arbitrum. In poco più di due anni di attività, il protocollo di aggregazione da 1 pollice ha superato gli 80 miliardi di dollari nel volume di scambi complessivo sulla sola rete Ethereum.

Il 1inch Liquidity Protocol è un market maker automatizzato (AMM) di nuova generazione che protegge gli utenti dagli attacchi front-running e offre interessanti opportunità ai fornitori di liquidità.

Il protocollo per ordini limite da 1Inch facilita le opportunità di scambio di ordini limite più innovative e flessibili in DeFi. Le caratteristiche del protocollo, come la determinazione del prezzo dinamico, gli ordini condizionati e il supporto extra per le richieste di offerta, alimentano varie implementazioni, inclusi gli ordini stop-loss e trailing stop, nonché le aste.

Il portafoglio di 1Inch è una piattaforma mobile multichain che fornisce un’interfaccia di facile navigazione con capacità di archiviazione, transazione e staking sicure. Questo portafoglio versatile è stato costruito da zero per semplificare l’interazione con le funzionalità di 1Inch.

Il token di governance della rete 1inch viene utilizzato per votare i parametri del protocollo nell’ambito del modello di organizzazione autonoma decentralizzata (DAO).

Nell’agosto 2020, 1inch ha ricevuto un finanziamento di 2,8 milioni di dollari da Binance Labs, Galaxy Digital, Greenfield One, Libertus Capital, Dragonfly Capital, FTX, IOSG, LAUNCHub Ventures e Divergence Ventures.

Nel dicembre 2021, 1inch ha chiuso un round di Serie B da 175 milioni di dollari, guidato da Amber Group. Tra i circa 50 investitori che hanno partecipato all’evento di finanziamento ci sono Jane Street, VanEck, Fenbushi Capital, Alameda Research, Celsius, Nexo, Tribe Capital e Gemini Frontier Fund.

Se sei interessato ad entrare nel mondo delle criptovalute, la redazione suggerisce queste piattaforme di scambio perchè quelle ritenute più affidabili a livello internazionale

Binance              

Crypto

Coinbase

Etoro

RICORDATI che si tratta sempre di investimenti ad ALTO rischio.

SCOMMETTI quanto puoi permetterti di PERDERE

Chi sono i fondatori di 1inch Network?

La rete 1inch è stata fondata da Sergej Kunz e Anton Bukov nel corso dell’hackathon ETHGlobal di New York nel maggio 2019. I due si erano incontrati in precedenza durante uno streaming live del canale YouTube di Kunz (CryptoManiacs) e hanno iniziato a partecipare agli hackathon insieme, vincendo un premio a un hackathon a Singapore, oltre a due importanti riconoscimenti da ETHGlobal.

Prima di 1inch, Sergej Kunz ha lavorato come sviluppatore senior presso l’aggregatore di prezzi dei prodotti Commerce Connector, ha codificato presso l’agenzia di comunicazione Herzog, ha guidato progetti presso la società di consulenza Mimacom e poi ha lavorato a tempo pieno presso Porsche sia in DevOps che in sicurezza informatica.

Anton Bukov ha lavorato nello sviluppo di software dal 2002 e nella finanza decentralizzata (DeFi) dal 2017. Tra gli altri progetti, il suo curriculum presenta gDAI.io e NEAR Protocol.

Cosa rende unica la rete 1Inch?

Inoltre, per accedere alla liquidità più profonda da più fonti su Ethereum, Binance Smart Chain, Polygon, Optimistic Ethereum e Arbitrum, la rete 1Inch offre agli utenti prezzi interessanti e un alto grado di sicurezza essendo il progetto più verificato in DeFi.

Come è protetta la rete 1Inch?

1inch non è detentivo e tutte le transazioni avvengono all’interno di una transazione dal portafoglio di un utente su una qualsiasi delle blockchain supportate e delle reti di livello 2.

La struttura tecnica di tutti i protocolli da 1Inch fornisce un alto grado di sicurezza anche agli utenti. Ad esempio, fonti di liquidità non sicure possono connettersi al protocollo di aggregazione da 1Inch senza che gli utenti rischino la perdita di fondi. Il protocollo integra controlli di sicurezza durante ogni transazione per prevenire eventuali perdite. A partire da ottobre 2021, più di 120 fonti di liquidità sono integrate nella rete 1inch.

I contratti intelligenti di 1Inch sono stati verificati dai principali team di audit del settore come OpenZeppelin, Consensys diligence, SlowMist, Haechi Labs, CoinFabrik, Certik, Hacken, Scott Bigelow, MixBytes e Chainsulting.

Commenti da Facebook

DeFi

Costa Rica messa in ginocchio da Conti. Preoccupazione per i fondi USA del paese

Pubblicato

il

Condividi questo contenuto
Tempo di lettura: 2 minuti.

Il numero di istituzioni costaricane colpite da un’ondata di attacchi informatici nell’ultimo mese è salito a 27, secondo quanto ha dichiarato il presidente Rodrigo Chaves, in una delle prime sfide che il nuovo leader ha dovuto affrontare nel suo primo mese di mandato.

Conti ha bloccato tutto il Costa Rica. Quali sono stati i danni

Ha aggiunto che nove delle istituzioni colpite, per lo più agenzie governative, sono considerate “molto colpite”.

Gli attacchi hanno avuto un impatto “enorme” sul commercio estero e sulla riscossione delle imposte nel Paese centroamericano, ha riconosciuto Chaves nei commenti ai giornalisti ad appena una settimana dal suo giuramento come presidente.

A metà aprile, il governo del presidente uscente Carlos Alvarado ha riferito di attacchi hacker al ministero delle Finanze del Paese, che si sono estesi ad altre istituzioni statali dopo che le autorità si sono rifiutate di pagare un riscatto di 10 milioni di dollari richiesto dal gruppo hacker russo Conti.

Siamo in guerra e non è un’esagerazione“, ha dichiarato Chaves al suo insediamento l’8 maggio, annunciando lo stato di emergenza nazionale.

Chaves non ha fornito un elenco aggiornato delle istituzioni prese di mira dagli hacker.

Durante la stessa conferenza stampa, il ministro della Scienza e della Tecnologia Carlos Henry Alvarado ha dichiarato che i governi di Israele, Stati Uniti e Spagna hanno fornito assistenza per proteggere i sistemi informatici costaricani e riparare i danni.

L’entità dei danni non è ancora nota, ha dichiarato Alvarado.

Gli attacchi hanno costretto il ministero delle Finanze a disattivare i sistemi di riscossione delle imposte del Costa Rica, anche se una piattaforma sostitutiva ha permesso di portare avanti alcune transazioni doganali, ha dichiarato Chaves.

Il presidente ha anche accusato i suoi colleghi costaricani di aver “tradito il Paese” e la precedente amministrazione di aver nascosto le informazioni sugli attacchi, affermando che c’erano segni che alcuni locali stavano collaborando con gli hacker.

Commenti da Facebook
Prosegui la lettura

DeFi

Pixelmon: Bleeping Computer scopre truffa progetto NFT

Pubblicato

il

Condividi questo contenuto
Tempo di lettura: 2 minuti.

Un falso sito di Pixelmon NFT attira i fan con gettoni e oggetti da collezione gratuiti e li infetta con un malware che ruba i loro portafogli di criptovaluta.

Pixelmon è un popolare progetto NFT la cui tabella di marcia prevede la creazione di un metaverso online in cui è possibile collezionare, addestrare e combattere altri giocatori utilizzando animali pixelmon.

Con quasi 200.000 follower su Twitter e oltre 25.000 membri su Discord, il progetto ha suscitato molto interesse.

Impersonare il progetto Pixelmon

Per approfittare di questo interesse, gli attori delle minacce hanno copiato il sito web legittimo pixelmon.club e hanno creato una versione falsa all’indirizzo pixelmon[.]pw per distribuire malware.

Questo sito è quasi una replica del sito legittimo, ma invece di offrire una demo del gioco del progetto, il sito dannoso offre degli eseguibili che installano il malware che ruba le password su un dispositivo.

Il sito offre un file chiamato Installer.zip che contiene un eseguibile che sembra essere corrotto e non infetta gli utenti con alcun malware.

Tuttavia, MalwareHunterTeam, che ha scoperto per primo questo sito dannoso, ha trovato altri file dannosi distribuiti dal sito che ci hanno permesso di vedere quale malware stava diffondendo.

Uno dei file distribuiti da questo sito dannoso è setup.zip, che contiene il file setup.lnk. Setup.lnk è un collegamento di Windows che esegue un comando PowerShell per scaricare un file system32.hta da pixelmon[.]pw.

BleepingComputer ha testato questi payload dannosi, il file System32.hta ha scaricato Vidar, un malware per il furto di password che non è più così comunemente utilizzato come in passato. Ciò è stato confermato dal ricercatore di sicurezza Fumik0_, che ha precedentemente analizzato questa famiglia di malware.

Una volta eseguito, il campione Vidar dell’attore della minaccia si connette a un canale Telegram e recupera l’indirizzo IP del server di comando e controllo del malware.

Il malware recupera quindi un comando di configurazione dal C2 e scarica ulteriori moduli da utilizzare per rubare i dati dal dispositivo infetto.

Il malware Vidar è in grado di rubare le password da browser e applicazioni e di cercare in un computer i file che corrispondono a nomi specifici, che vengono poi caricati all’attore della minaccia.

Come si può vedere dalla configurazione del malware qui sotto, il C2 ordina al malware di cercare e rubare vari file, tra cui file di testo, portafogli di criptovalute, backup, codici, file di password e file di autenticazione.

Trattandosi di un sito NFT, si prevede che i visitatori abbiano portafogli di criptovalute installati sui loro computer. Per questo motivo, gli attori della minaccia si concentrano sulla ricerca e sul furto di file relativi alle criptovalute.

Sebbene il sito non stia attualmente distribuendo un payload funzionante, BleepingComputer ha visto le prove che gli attori delle minacce continuano a modificare il sito negli ultimi giorni, dato che i payload che erano disponibili due giorni fa non sono più presenti.

A causa dell’attività sul sito, possiamo aspettarci che questa campagna continui a essere attiva e che presto vengano aggiunte minacce funzionanti.

Con i progetti NFT sommersi da truffe progettate per rubare le criptovalute, dovreste sempre controllare tre volte che l’URL che state visitando sia effettivamente legato al progetto a cui siete interessati.

Inoltre, non eseguite mai alcun file eseguibile da siti web sconosciuti senza averli prima analizzati con un software antivirus o utilizzando VirusTotal.

Commenti da Facebook
Prosegui la lettura

DeFi

Elon Musk chiede a Twitter di verificare la presenza di Bot

Pubblicato

il

Condividi questo contenuto
Tempo di lettura: 2 minuti.

Elon Musk tentenna sulla proposta di acquisto da 40 miliardi del social media Twitter. La causa addotta dal suo ripensamento è che il social media secondo Musk avrebbe più del 20% di Bot, profili automatizzati, che ne inquinerebbero il valore.

La risposta non si è fatta attendere e secondo la proprietà del social la quota dei robot è del 5%. L’analista dell’universo mediatico virtuale Alex Orlowski ha fatto sapere dal suo profilo Linkedin che:

“la mia analisi riguardo gli account reali,bot e dormienti. Ho utilizzato lo splendido tool Audiense che permette grazie alle API privilegiate che hanno a disposizione, di analizzare in tempo reale tutti gli account di Twitter e filtrare il loro comportamento.
Totale account : 1.222.257.216 di cui in attività negli ultimi 3 mesi: 131Mln di cui “reali” 100 milioni. Perché Elon Musk vuole il ritorno di Trump? Semplicemente il 19% degli americani adulti lo seguiva su Twitter, questo vorrebbe dire far tornare, secondo me, circa 30 milioni di utenti “dormienti”. Per i clienti pubblicitari sarebbe una bella fetta di consumatori in più”.

Sono 131 i milioni di utenti negli ultimi mesi che hanno fatto un tweet e la quota indicata come bot è del 22%. Anche se il dato non può considerarsi preciso, è possibile applicare una forbice del 10-15% ed ottenere allo stesso tempo un valore maggiore del 5% richiesta dal nuovo acquirente.

La storia dei bot è ricorrente da anni e non è facile riconoscerli così come spesso viene detto dal mondo degli analisti. Nell’intervista all’esperto The Pirate, Matrice Digitale scoperchiò un mondo fatto di automi prodotti anche grazie all’intervento dell’intelligenza artificiale che rendono ancora più difficile oggi riconoscere profili veri da quelli falsi.

INCHIESTA ANONIMATO ONLINE: The Pirate spiega cosa sono i BOT e ci svela il codice segreto di Twitter

L’aspetto interessante portato dall’analisi di Orlowski è la strategia di ritorno sulla piattaforma del profilo personale di Donald Trump annunciata da Musk. Non solo quindi la decantata libertà di espressione, ma una fetta commerciale persa dopo i fatti di Capitol Hill che può fare bene ad accrescere il valore di patrimonializzazione dovuto agli utenti.

Commenti da Facebook
Prosegui la lettura

Facebook

CYBERWARFARE

DeFi8 ore fa

Costa Rica messa in ginocchio da Conti. Preoccupazione per i fondi USA del paese

Tempo di lettura: 2 minuti. Condividi questo contenutoIl numero di istituzioni costaricane colpite da un’ondata di attacchi informatici nell’ultimo mese...

Notizie2 giorni fa

Finlandia e Svezia nella NATO: paura per escalation di attacchi cibernetici

Tempo di lettura: 3 minuti. Condividi questo contenutoL’adesione di Finlandia e Svezia alla NATO ha sollevato preoccupazioni per le potenziali...

Notizie2 giorni fa

Pegasus, Johnson è stato intercettato dagli Emirati

Tempo di lettura: < 1 minuto. Condividi questo contenutoUn’importante indagine sull’uso del software spia israeliano Pegasus da parte dei governi...

Notizie3 giorni fa

Anonymous attacca Killnet e vendica l’Italia: buttato giù il sito della Polizia di Mosca

Tempo di lettura: 2 minuti. Condividi questo contenutoIl collettivo Anonymous Italia ha vendicato l’attacco alla Polizia da parte di Killnet...

Notizie3 giorni fa

Iran, APT34 attacca la Giordania

Tempo di lettura: 2 minuti. Condividi questo contenutoI ricercatori di Cybersecurity di Malwarebytes hanno dichiarato di aver scoperto un’e-mail dannosa...

Notizie3 giorni fa

KillNet DDoS al sito della Polizia Postale. Colpa della propaganda occidentale

Tempo di lettura: 2 minuti. Condividi questo contenutoDopo l’enfasi, errata, data dal giornalismo di propaganda sulle attività della Polizia Postale...

Notizie4 giorni fa

Eurovision: Legion fa cilecca. Polizia Postale usa l’arma Cloudflare per salvare l’inutile televoto

Tempo di lettura: 2 minuti. Condividi questo contenutoIl collettivo Legion aveva colpito l’Eurovision creando problemi al sistema di televoto nei...

Notizie5 giorni fa

USA, Europa e Australia ammettono che la Russia sta vincendo la Guerra Cibernetica

Tempo di lettura: 2 minuti. Condividi questo contenutoL’Australia ha definito gli attacchi informatici della Russia contro il governo ucraino “distruttivi,...

Notizie5 giorni fa

Five Eyes: allarme cibernetico per la popolazione anglosassone mondiale

Tempo di lettura: 4 minuti. Condividi questo contenutoL’Agenzia per la sicurezza informatica e delle infrastrutture (Cybersecurity and Infrastructure Security Agency,...

Notizie6 giorni fa

Il Canada e la Guerra Cibernetica: chiesta una strategia internazionale.

Tempo di lettura: 5 minuti. Condividi questo contenutoIl governo canadese ha ordinato ai suoi militari di assumere una posizione più...

Truffe recenti

Notizie1 settimana fa

Truffa Instagram: come funziona lo schema Ponzi di Meta che sta rubando i profili

Tempo di lettura: 2 minuti. Condividi questo contenutoIn questi giorni molti utenti sono stati vittime della truffa Instagram. In cosa...

Notizie3 settimane fa

Truffa sms di Poste Italiane. Analisi di un altro caso di phishing

Tempo di lettura: 2 minuti. Condividi questo contenutoIn questo periodo sono frequenti gli sms che propongono messaggi inerenti i servizi...

Notizie3 settimane fa

Truffa su WhatsApp attenzione al finto call center di supporto. Ecco cosa fare

Tempo di lettura: 2 minuti. Condividi questo contenutoGli utenti di WhatsApp devono fare attenzione a un pericoloso messaggio di truffa...

DeFi3 settimane fa

Truffa sulle criptovalute: come evitare di essere la prossima vittima

Tempo di lettura: < 1 minuto. Condividi questo contenutoL’arma migliore per combattere le frodi è una sana dose di scetticismo....

scam scam
DeFi3 settimane fa

Call Center truffa per trading di criptovalute: scam di 22 milioni di dollari

Tempo di lettura: 2 minuti. Condividi questo contenutoEurojust ed Europol hanno smantellato uno schema di frode online per investimenti in...

DeFi3 settimane fa

La truffe sulle criptovalute sono in aumento. Quali sono le più comuni?

Tempo di lettura: 2 minuti. Condividi questo contenutoI truffatori sono maestri nell’usare eventi attuali e tendenze frizzanti per ingannare le...

smishing smishing
Notizie3 settimane fa

Smishing INFOPOSTE: il suo conto verrà sospeso

Tempo di lettura: < 1 minuto. Allarme smishing : In arrivo una nuova ondata di SMS truffa che hanno lo...

Tech3 settimane fa

Crescono le truffe su Instagram: cosa fare e come prevenire il furto degli account

Tempo di lettura: 2 minuti. Condividi questo contenutoGli esperti di sicurezza hanno avvertito miliardi di utenti di Instagram che i...

DeFi4 settimane fa

Metamask, Attenzione alla truffa su Apple. A rischio i portafogli di criptovalute

Tempo di lettura: 2 minuti. Condividi questo contenutoRecentemente sono state registrate molte truffe e schemi di phishing che circondano gli...

Inchieste3 mesi fa

Vinted: attenti alla truffa che chiede di confermare i dati della carta di credito

Tempo di lettura: 2 minuti. Condividi questo contenutoTramite il nostro form di segnalazione delle truffe, abbiamo ricevuto la denuncia di...

Tendenza