Connect with us
speciale truffe online

segnalaci un sito truffa

DeFi

Cosa è Litecoin (LTC)?

Pubblicato

il

Condividi questo contenuto
Tempo di lettura: 3 minuti.

Litecoin (LTC) è una criptovaluta progettata per fornire pagamenti veloci, sicuri e a basso costo sfruttando le proprietà uniche della tecnologia blockchain.

La criptovaluta è stata creata sulla base del protocollo Bitcoin (BTC), ma differisce in termini di algoritmo di hashing utilizzato, hard cap, tempi di transazione dei blocchi e alcuni altri fattori. Litecoin ha un tempo di blocco di soli 2,5 minuti e commissioni di transazione estremamente basse, il che lo rende adatto per microtransazioni e pagamenti nei punti vendita.

Litecoin è stato rilasciato tramite un client open source su GitHub il 7 ottobre 2011 e la rete Litecoin è stata pubblicata cinque giorni dopo, il 13 ottobre 2011. Da allora, è esploso sia nell’utilizzo che nell’accettazione tra i commercianti e più volte è entrato tra le prime dieci criptovalute per capitalizzazione di mercato nella maggior parte della sua esistenza.

La criptovaluta è stata creata da Charlie Lee, un ex dipendente di Google, che intendeva che Litecoin fosse una “versione ridotta di Bitcoin“, in quanto presenta molte delle stesse proprietà di Bitcoin, anche se più leggere.

Se sei interessato ad entrare nel mondo delle criptovalute, la redazione suggerisce queste piattaforme di scambio perchè quelle ritenute più affidabili a livello internazionale

Binance              

Crypto

Coinbase

Etoro

RICORDATI che si tratta sempre di investimenti ad ALTO rischio.

SCOMMETTI quanto puoi permetterti di PERDERE

Chi sono i fondatori di Litecoin?

Come accennato in precedenza, Litecoin è stata fondata da Charlie Lee, uno dei primi ad adottare le criptovalute e un nome tenuto in grande considerazione nel settore delle criptovalute. Charlie Lee, noto anche come “Chocobo“, è uno dei primi minatori di Bitcoin e scienziato informatico, ex ingegnere del software per Google. Inoltre, Charlie Lee ha ricoperto il ruolo di direttore dell’ingegneria presso Coinbase tra il 2015 e il 2017 prima di passare ad altre iniziative. Oggi, Charlie Lee è uno schietto sostenitore delle criptovalute ed è l’amministratore delegato della Litecoin Foundation, un’organizzazione senza scopo di lucro che lavora a fianco del team di sviluppo di Litecoin Core per aiutare a far progredire Litecoin. Oltre a Lee, la Fondazione Litecoin comprende anche altre tre persone nel consiglio di amministrazione: Xinxi Wang, Alan Austin e Zing Yang, tutte realizzate a pieno titolo.

Cosa rende Litecoin unico?

Dietro Bitcoin, Litecoin è la seconda criptovaluta pura più popolare. Questo successo può essere in gran parte attribuito alla sua semplicità e ai chiari vantaggi di utilità. A partire da gennaio 2021, Litecoin è una delle criptovalute più ampiamente accettate e più di 2.000 commercianti e negozi ora accettano LTC in tutto il mondo. Il suo principale vantaggio deriva dalla sua velocità ed economicità. Le transazioni di Litecoin vengono generalmente confermate in pochi minuti e le commissioni di transazione sono quasi trascurabili. Questo lo rende un’alternativa interessante al Bitcoin nei paesi in via di sviluppo, dove le commissioni di transazione possono essere il fattore decisivo su quale criptovaluta supportare. Alla fine del 2020, Litecoin ha visto anche il rilascio del testnet MimbleWimble (MW), che viene utilizzato per testare le transazioni riservate basate su Mimblewimble su Litecoin. Una volta che questa funzione sarà disponibile sulla rete principale, gli utenti di Litecoin beneficeranno anche di privacy e fungibilità notevolmente migliorate.

Quante monete Litecoin (LTC) ci sono in circolazione?

Come la maggior parte delle criptovalute proof-of-work (POW), la quantità di Litecoin in circolazione aumenta gradualmente con ogni nuovo blocco estratto. A partire da gennaio 2021, sono già stati estratti 66,245 milioni di LTC su una fornitura massima totale di 84 milioni. La Fondazione Litecoin ha recentemente stimato che passeranno ben oltre 100 anni prima che Litecoin raggiunga la piena diluizione (intorno all’anno 2140), poiché il numero di LTC estratti per blocco diminuisce ogni quattro anni come parte del programma di dimezzamento della ricompensa del blocco.

Circa 500.000 LTC sono stati istituiti il ​​primo giorno dopo che il blocco di genesi LTC è stato estratto e Charlie Lee e presumibilmente altri primi sviluppatori di Litecoin sono stati tra i primi minatori. Nonostante ciò, come risorsa equamente distribuita, gli sviluppatori di Litecoin o Charlie Lee non ricevono alcun profitto diretto dall’operazione di Litecoin, a parte qualsiasi cosa possano guadagnare come parte del normale processo di mining.

Come è protetta la rete Litecoin?

Essendo una criptovaluta basata su blockchain, Litecoin è protetto da difese crittografiche incredibilmente potenti, che lo rendono praticamente impossibile da decifrare. Come Bitcoin e molte altre criptovalute, Litecoin utilizza l’algoritmo di consenso PoW per garantire che le transazioni siano confermate rapidamente e senza errori. La forza combinata della rete di mining Litecoin previene le doppie spese e una serie di altri attacchi, garantendo al contempo che la rete abbia un tempo di attività del 100%.

Commenti da Facebook

DeFi

Binance assume ex Europol esperto di criptovalute nel dark web

Pubblicato

il

Condividi questo contenuto
Tempo di lettura: 2 minuti.

Binance, il principale fornitore di infrastrutture per criptovalute e blockchain al mondo, ha rafforzato il proprio team con l’assunzione di Jarek Jakubcek come responsabile dell’intelligence e delle indagini per l’Asia-Pacifico. Jarek è uno dei maggiori esperti mondiali di criminalità informatica ed ex specialista di criptovalute nel team Dark Web dell’Europol Cybercrime Centre (EC3).

In Binance, Jarek guiderà gli sforzi per coordinare l’eliminazione degli attori maligni nell’ecosistema delle criptovalute in collaborazione con le forze dell’ordine nella regione APAC.

Durante i sette anni trascorsi all’EC3, Jarek ha fornito supporto operativo e strategico a importanti indagini sulle criptovalute. Ha inoltre guidato la più grande piattaforma di esperti di criptovalute al mondo con rappresentanti di centinaia di agenzie di polizia a livello internazionale. Essendo uno specialista e un educatore del settore, l’esperienza di Jarek è ampiamente rispettata nella comunità delle forze dell’ordine.

Jarek sarà un collegamento essenziale tra le forze dell’ordine e l’industria delle criptovalute nell’assistenza alle indagini su larga scala.

Il ruolo crescente nel settore comporta una crescente responsabilità, che Binance sta assumendo in prima linea. Ciò è dimostrato dal continuo supporto di Binance alle indagini delle forze dell’ordine e dalle recenti mosse strategiche, tra cui l’assunzione di un impressionante team di personale chiave sia nei team di indagine che in quelli di compliance“, ha commentato Jarek Jakubcek.

Jarek ha aggiunto: “Sono orgoglioso di entrare a far parte di Binance e di lavorare al fianco del team più esperto e talentuoso del settore blockchain, compresi gli ex colleghi delle forze dell’ordine. Sarà nostro compito garantire una cooperazione efficiente con le forze dell’ordine e i pubblici ministeri nell’individuazione e nella prevenzione delle attività criminali. Insieme, elimineremo le attività illecite dall’ecosistema blockchain e garantiremo che Binance rimanga la borsa più sicura al mondo“.

Tigran Gambaryan, Global Head of Intelligence and Investigations di Binance, ha dichiarato: “Jarek è un esperto di criminalità informatica di enorme spessore, con connessioni con le forze dell’ordine di tutto il mondo. Il suo ruolo sarà fondamentale per garantire che Binance collabori efficacemente con la polizia e i pubblici ministeri per mantenere sicuro l’ecosistema di Binance e l’intero settore delle criptovalute. In qualità di exchange leader a livello mondiale, Binance è totalmente impegnata ad assumere la guida della sicurezza delle criptovalute”.

Jarek è entrato a far parte di EC3 nel 2014, poco dopo che quest’ultima aveva aperto le sue porte all’attività, e fin dall’inizio è stato una forza trainante per le attività pionieristiche di Europol nel settore delle indagini sulle criptovalute. Prima di Europol, Jarek ha trascorso oltre cinque anni presso l’An Garda Siochana, il servizio nazionale di polizia e sicurezza irlandese, dove ha vinto premi internazionali per l’uso creativo delle tecnologie OSINT. Ha vissuto in cinque Paesi e ha conseguito due master.

Ha svolto un ruolo chiave in una serie di indagini di alto profilo su diverse attività criminali, tra cui ransomware, dark web, hack aziendali, incidenti di phishing, frodi negli investimenti, rapimenti e riciclaggio di denaro. Ha inoltre de-anonimizzato servizi di mixaggio, pubblicato guide pratiche per l’applicazione della legge, organizzato conferenze specializzate, sviluppato relazioni con l’industria delle criptovalute e formato investigatori in tutto il mondo.

Jarek si unisce al team di sicurezza e indagini di Binance, leader del settore, che comprende Tigran Gambaryan, Matthew Price, Nils Andersen-Röed e Aron Akbiyikian.

Commenti da Facebook
Prosegui la lettura

DeFi

OneCoin e la truffa da 5 miliardi. Ricercata dall’Europol lady cripto

Pubblicato

il

Condividi questo contenuto
Tempo di lettura: 2 minuti.

Aumentando l’adozione delle criptovalute in tutto il mondo, sono aumentati anche gli schemi Ponzi e altre frodi legate all’ecosistema delle criptovalute. OneCoin è uno degli esempi più evidenti e l’Europol è concentrata sulla chiusura del caso e sul mettere i suoi promotori dietro le sbarre.

L’11 maggio, l’agenzia di polizia europea ha aggiunto Ruja Ignatova, fondatrice dello schema Ponzi di OneCoin, all’elenco dei latitanti più ricercati d’Europa, offrendo una ricompensa fino a 5.000 euro a chiunque aiuti a rintracciare la sua posizione.

Secondo le informazioni di Europol, Ignatova è ricercata per reati di frode che hanno colpito gli interessi finanziari di persone nell’Unione Europea.

Ignatova ha raccolto oltre 5 miliardi di euro con OneCoin

Ignatova è sospettata di aver guidato lo schema Ponzi dietro la cosiddetta criptovaluta “OneCoin“, che alla fine del 2007 ha raccolto circa 5 miliardi di euro da investitori di oltre 170 Paesi.

Ora latitante, Ignatova ha lanciato il progetto “OneCoin” a metà del 2014, vendendolo agli investitori come il futuro “Bitcoin Killer“; tuttavia, come è accaduto per molti schemi Ponzi, come Arbistar o Bitconnect, quando Ignatova si è sentita in pericolo è fuggita, portando con sé miliardi di dollari.

Nel dicembre 2016, l’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato ha emesso un’ingiunzione contro la società One Network Services Ltd [OneCoin], descrivendo le sue attività come un “sistema di vendita piramidale illegale“. Tuttavia, solo nel 2017 sono stati congelati i conti della società in varie parti del mondo.

In fuga con 1 miliardo di euro

Secondo l’Europol, non si sa dove si trovi Ignatova dal 25 ottobre 2017. Si presume che ciò sia avvenuto dopo che la donna ha saputo che il governo statunitense stava indagando su di lei. Poco dopo è scomparsa, lasciando al fratello Konstantin Ignatov (arrestato nel 2019) la responsabilità del progetto.

Inoltre, l’Europol ha dichiarato che le perdite causate da OneCoin in tutto il mondo ammontano a diversi miliardi di dollari, aggiungendo che Ignatova e i suoi compagni potrebbero potenzialmente essere armati e che chiunque voglia collaborare con le autorità dovrebbe fare attenzione.

“Le perdite legate alle frodi accertate finora si aggirano intorno ai milioni a due cifre. La perdita causata su scala globale ammonta probabilmente a diversi miliardi di dollari”.

Come funzionava “OneCoin”?

Onecoin funzionava vendendo materiale didattico o pacchetti a 100-118.000 euro sul mercato delle criptovalute. I pacchetti includevano “gettoni” attraverso i quali gli investitori potevano “minare” Onecoin.

Tuttavia, le “monete” estratte non erano accettate da alcuno scambio al di fuori di quello offerto dalla società chiamata Xcoinx, il che ha suscitato allarme nella comunità e ha finito per far fallire l’intero schema Ponzi che avevano portato avanti per anni.

Xcoinx non permetteva lo scambio di Onecoin con altre valute. La fortuna di Ignatova non è stata dimensionata né recuperata.

Commenti da Facebook
Prosegui la lettura

DeFi

Distrutta LUNA: morte improvvisa di una stable coin o speculazione alla Soros?

Pubblicato

il

Condividi questo contenuto
Tempo di lettura: 4 minuti.

La criptovaluta LUNA ha continuato il suo terzo giorno consecutivo di scivolata arrivando a perdere il 73% nelle ultime 24 ore per raggiungere livelli di prezzo precedentemente visti nell’agosto 2021.

Cosa è Terra -Luna?(leggi approfondimento)

Anchor, la piattaforma di finanza decentralizzata (DeFi) che fornisce rendimenti sui depositi UST, ha visto il valore totale bloccato (TVL) scendere di 11 miliardi di dollari negli ultimi due giorni. Il calo è arrivato mentre TVL ha raggiunto un picco di 17 miliardi di dollari appena una settimana fa.

LUNA ha scambiato fino a 7,62 dollari nelle ore mattutine asiatiche di oggi, poiché la deputazione della stablecoin TerraUSD (UST) con i dollari statunitensi ha contribuito a un sentimento fondamentale calante tra i commercianti per LUNA.

La pressione di vendita su LUNA è arrivata quando la sua fondazione madre ha emesso 46 milioni di token nell’ultimo giorno per mantenere l’ancoraggio di UST al dollaro statunitense, come mostrano i dati.

L’azione dei prezzi ha rappresentato uno dei più grandi cali per una criptovaluta importante. I dati mostrano che i prezzi di LUNA sono scesi del 90% nell’ultima settimana. I token sono ora in calo del 92% dai massimi della vita di 119 dollari nell’aprile 2022, poco più di un mese fa.
Un crollo notevole che desta preoccupazioni e instabilità in molti risparmiatori e sui forum Reddit sul tema, c’è già chi si preoccupa di dispensare consigli di prevenzione al suicidio.

LUNA non è fallita, ma l’hanno fatta fallire

Secondo quanto riportato dall’analista DeFi Onchain Wizard , il problema di questo tracollo finanziario non è dovuto solo al discorso dell’ancoraggio in modalità stable coin, bensì ad una solida strategia finanziaria già vista nella finanza centralizzata con un modello speculativo descritto “alla Soros”.

Secondo il profilo “la storia inizia a fine marzo, quando la Luna Foundation Guard (o LFG) inizia ad acquistare BTC per ancorarla $UST . LFG ha iniziato ad accumulare BTC il 22/3 e il 26 marzo aveva una posizione di $ 1 miliardo + BTC. Questa è la gamba n. 1 che ha reso brillante questo scambio (o attacco).

La seconda tappa arriva sotto forma dell’annuncio di 4pool Frax per $UST il 1 aprile. Ciò ha aggiunto la seconda gamba necessaria per aiutare a eseguire la strategia in modo efficiente dal punto di vista del capitale (la liquidità sarà inferiore e quindi l’attacco sarà avviato).

Non sappiamo quando l’attaccante ha preso in prestito 100k BTC per iniziare la posizione, a parte il fatto che è stato venduto all’acquisto di Kwon (ancora speculazione). LFG ha acquistato 15k BTC tra il 27 marzo e l’11 aprile, quindi prendiamo solo il prezzo medio tra queste date ($ 42k).

Quindi hai una posizione corta di ~$ 4,2 miliardi costruita. Allo stesso tempo, l’attaccante costruisce una posizione OTC da 1 miliardo di dollari in $UST . La fase è ora pronta per creare una corsa alla banca e ricevere il pagamento sui tuoi BTC short. In previsione del 4pool, LFG inizialmente rimuove $ 150 milioni dalla liquidità di 3pool.

La liquidità è stata ritirata su 5/8 e quindi l’attaccante utilizza $ 350 mm di UST per drenare la liquidità della curva (e LFG preleva altri $ 100 mm di liquidità).

Ma questo avvia solo il de-pegging (fino a 0,972 ai minimi). LFG inizia a vendere $BTC per difendere il peg, provocando una pressione al ribasso su BTC mentre la corsa su $UST era appena iniziata.

Con la liquidità di Curve esaurita, l’attaccante ha utilizzato il resto della sua posizione OTC $UST da $ 1 miliardo ($ 650 mm circa) per iniziare a scaricare Binance. Quando i ritiri da Anchor si sono trasformati dalla preoccupazione in panico, ciò ha causato un vero e proprio de-ancoraggio mentre le persone fuggivano verso le uscite

La comunità delle criptovalute va nel panico mentre si chiede quanto $BTC verrà venduto per mantenere il peg. Ci sono liquidazioni su tutta la linea e LUNA vomita a causa del suo meccanismo di redenzione (l’attaccante potrebbe aver messo in corto anche LUNA). BTC è sceso del 25% da $ 42k dell’11/4 a $ 31,3k

Quindi quanto ha guadagnato il nostro attaccante? Non ci sono dettagli su dove hanno coperto ovviamente, ma se sono in grado di coprire (o riacquistare) l’intera posizione a ~$32k, significa che hanno guadagnato $952mm sullo short.

$UST non penso che abbiano subito una grande perdita, supponiamo il 3% o solo 11 milioni di dollari. E supponiamo che tutti i dump di Binance siano stati eseguiti a 80c, questo è un altro costo di $ 125 milioni per fare affari. Per un profitto totale di $ 815 mm (bf costo del prestito).

BTC era il terreno di gioco perfetto per il commercio, poiché la liquidità era lì per farcela. Pur avendo LFG coinvolto in BTC e prevedendo che avrebbero venduto per mantenere il piolo (e impedire a LUNA di morire) è stato il kicker.

Infine, la bassa liquidità su 3pool prima di 4pool ha permesso all’attaccante di prosciugarla con soli $ 350mm, provocando il panico più ampio sia in BTC che in $UST . Qualsiasi short su LUNA avrebbe aggiunto molti profitti e perdite anche qui, con un calo del -65% dal 5/7.

Commenti da Facebook
Prosegui la lettura

Facebook

CYBERWARFARE

Notizie2 ore fa

Iran, APT34 attacca la Giordania

Tempo di lettura: 2 minuti. Condividi questo contenutoI ricercatori di Cybersecurity di Malwarebytes hanno dichiarato di aver scoperto un’e-mail dannosa...

Notizie5 ore fa

KillNet DDoS al sito della Polizia Postale. Colpa della propaganda occidentale

Tempo di lettura: 2 minuti. Condividi questo contenutoDopo l’enfasi, errata, data dal giornalismo di propaganda sulle attività della Polizia Postale...

Notizie1 giorno fa

Eurovision: Legion fa cilecca. Polizia Postale usa l’arma Cloudflare per salvare l’inutile televoto

Tempo di lettura: 2 minuti. Condividi questo contenutoIl collettivo Legion aveva colpito l’Eurovision creando problemi al sistema di televoto nei...

Notizie1 giorno fa

USA, Europa e Australia ammettono che la Russia sta vincendo la Guerra Cibernetica

Tempo di lettura: 2 minuti. Condividi questo contenutoL’Australia ha definito gli attacchi informatici della Russia contro il governo ucraino “distruttivi,...

Notizie2 giorni fa

Five Eyes: allarme cibernetico per la popolazione anglosassone mondiale

Tempo di lettura: 4 minuti. Condividi questo contenutoL’Agenzia per la sicurezza informatica e delle infrastrutture (Cybersecurity and Infrastructure Security Agency,...

Notizie2 giorni fa

Il Canada e la Guerra Cibernetica: chiesta una strategia internazionale.

Tempo di lettura: 5 minuti. Condividi questo contenutoIl governo canadese ha ordinato ai suoi militari di assumere una posizione più...

Editoriali3 giorni fa

Killnet e Legion: la nostra intervista ha scoperchiato la cyberpropaganda occidentale

Tempo di lettura: 3 minuti. Condividi questo contenuto“Giancà e notizie so rotture e cazz” questa è la famosa frase che...

Multilingua3 giorni fa

500.000 computers will attack the USA from the inside. Killnet and Legion say to us

Tempo di lettura: 4 minuti. Condividi questo contenutoItaly has plunged into long-awaited cyber warfare with hacker attacks that have ravaged...

security security
Tech3 giorni fa

Il CERT-UA avverte su una nuova ondata di attacchi malware

Tempo di lettura: 2 minuti. Un'ondata di nuovi attacchi malspam ha recentemente travolto l'Ucraina. Non si può escludere prossima diffusione...

Notizie4 giorni fa

Esclusiva: Media Italiani sotto attacco dei “ragazzi” di Legion e KillNet

Tempo di lettura: 2 minuti. Condividi questo contenutoL’attacco hacker al Governo italiano ha avuto una grande risonanza sui media italiani....

Truffe recenti

Notizie6 giorni fa

Truffa Instagram: come funziona lo schema Ponzi di Meta che sta rubando i profili

Tempo di lettura: 2 minuti. Condividi questo contenutoIn questi giorni molti utenti sono stati vittime della truffa Instagram. In cosa...

Notizie2 settimane fa

Truffa sms di Poste Italiane. Analisi di un altro caso di phishing

Tempo di lettura: 2 minuti. Condividi questo contenutoIn questo periodo sono frequenti gli sms che propongono messaggi inerenti i servizi...

Notizie2 settimane fa

Truffa su WhatsApp attenzione al finto call center di supporto. Ecco cosa fare

Tempo di lettura: 2 minuti. Condividi questo contenutoGli utenti di WhatsApp devono fare attenzione a un pericoloso messaggio di truffa...

DeFi2 settimane fa

Truffa sulle criptovalute: come evitare di essere la prossima vittima

Tempo di lettura: < 1 minuto. Condividi questo contenutoL’arma migliore per combattere le frodi è una sana dose di scetticismo....

scam scam
DeFi3 settimane fa

Call Center truffa per trading di criptovalute: scam di 22 milioni di dollari

Tempo di lettura: 2 minuti. Condividi questo contenutoEurojust ed Europol hanno smantellato uno schema di frode online per investimenti in...

DeFi3 settimane fa

La truffe sulle criptovalute sono in aumento. Quali sono le più comuni?

Tempo di lettura: 2 minuti. Condividi questo contenutoI truffatori sono maestri nell’usare eventi attuali e tendenze frizzanti per ingannare le...

smishing smishing
Notizie3 settimane fa

Smishing INFOPOSTE: il suo conto verrà sospeso

Tempo di lettura: < 1 minuto. Allarme smishing : In arrivo una nuova ondata di SMS truffa che hanno lo...

Tech3 settimane fa

Crescono le truffe su Instagram: cosa fare e come prevenire il furto degli account

Tempo di lettura: 2 minuti. Condividi questo contenutoGli esperti di sicurezza hanno avvertito miliardi di utenti di Instagram che i...

DeFi3 settimane fa

Metamask, Attenzione alla truffa su Apple. A rischio i portafogli di criptovalute

Tempo di lettura: 2 minuti. Condividi questo contenutoRecentemente sono state registrate molte truffe e schemi di phishing che circondano gli...

Inchieste3 mesi fa

Vinted: attenti alla truffa che chiede di confermare i dati della carta di credito

Tempo di lettura: 2 minuti. Condividi questo contenutoTramite il nostro form di segnalazione delle truffe, abbiamo ricevuto la denuncia di...

Tendenza