Connect with us
speciale truffe online

segnalaci un sito truffa

DeFi

Criptovalute e truffa: Telegram e Meta piattaforme perfette

Condividi questo contenuto

Tempo di lettura: 5 minuti. Meta non risponde alle richieste dei giornalisti, continua ad avallare truffe e soprusi in silenzio.

Pubblicato

il

Condividi questo contenuto
Tempo di lettura: 5 minuti.

Dall’inizio del 2021 i criminali online hanno frodato più di 46.000 persone con truffe di criptovalute. Secondo la Federal Trade Commission (FTC) statunitense, molte di queste truffe sono iniziate sulle piattaforme di social media gestite da Meta e Telegram.

Il nuovo rapporto dell’ente di vigilanza del mercato afferma che migliaia di vittime hanno riportato perdite per un valore superiore a 1,1 miliardi di dollari a causa di truffe che hanno avuto origine sulle piattaforme di social media. Queste perdite sono state circa 60 volte superiori a quelle registrate nel 2018. Il garante di mercato stima che la vittima media abbia perso ben 2.600 dollari.

Il Bitcoin è stata la criptovaluta più comunemente utilizzata per pagare i truffatori, con il 70% delle vittime che ha dichiarato di aver utilizzato l’asset digitale come metodo di pagamento. Segue la stablecoin Tether, utilizzata nel 10% delle truffe. L’Ether è stato utilizzato nel 9% delle truffe.

Le vittime hanno dichiarato all’autorità di regolamentazione antitrust che la maggior parte delle truffe di criptovalute è iniziata su piattaforme di proprietà di Meta. Instagram è stato il luogo più popolare per i truffatori online. Il 32% dei casi segnalati alla FTC ha avuto origine su Instagram. Seguono Facebook e WhatsApp, da cui sono partiti rispettivamente il 26% e il 9% dei casi. Oltre alle app Meta, il 7% delle vittime di truffe di criptovalute ha dichiarato che la frode ha avuto origine su Telegram.

Truffa Instagram: come funziona lo schema Ponzi di Meta che sta rubando i profili

Truffa Instagram: come Meta affonda la Polizia Postale

Una “tempesta perfetta”

L’aumento delle truffe di criptovalute non sorprende. Non è un segreto che il settore delle criptovalute abbia avuto un’impennata di popolarità durante la pandemia.

Gli asset digitali come il bitcoin hanno visto le loro valutazioni balzare a livelli record nel corso della Covid-19, raggiungendo livelli record nel novembre del 2021, prima di precipitare a nuovi minimi all’inizio del 2022.

Le valutazioni in caduta libera hanno fatto parlare di un incombente inverno delle criptovalute. La volatilità degli asset digitali negli ultimi mesi ha fatto poco per dissuadere queste voci.

Ciò non toglie che i livelli record di investimento in capitale di rischio registrati negli ultimi due anni nello spazio delle criptovalute non siano stati inferiori. Secondo i dati della società di ricerca GlobalData, i finanziatori di venture capital hanno investito oltre 26,2 miliardi di dollari in questi progetti nel 2021, rispetto ai 3,3 miliardi di dollari immessi nel settore nel 2020.

Allo stesso tempo, società come Coinbase sono state quotate in borsa. Inoltre, le aziende Crypto.com e FTX hanno fatto pubblicità al Super Bowl. In breve, le criptovalute sono state sotto gli occhi di tutti. I normali cittadini hanno preso nota. È comprensibile che vogliano partecipare all’azione. Tuttavia, è proprio in questo momento che i truffatori sono entrati in azione.

Le truffe per gli investimenti sono state, senza sorpresa, il tipo di frode più grande segnalato alla FTC. In queste truffe i criminali presentano alle vittime false opportunità di investimento. Degli 1,1 miliardi di dollari persi attraverso le truffe di criptovalute sui siti di social media Meta e Telegram, 575 milioni di dollari sono stati persi in questa categoria.

Le storie che le persone condividono su queste truffe descrivono una tempesta perfetta: false promesse di denaro facile abbinate alla limitata conoscenza ed esperienza delle criptovalute“, ha scritto Emma Fletcher, ricercatrice senior presso la FTC, in un blog. “I truffatori di investimenti affermano di poter ottenere rapidamente e facilmente enormi rendimenti per gli investitori. Ma questi ‘investimenti’ in cripto vanno direttamente nel portafoglio del truffatore“.

Tutto è ingiusto in amore e in crittografia

Le truffe sentimentali sono state la seconda truffa più utilizzata dai criminali. Dal 2021, sono stati persi 185 milioni di dollari a causa di queste truffe. Le truffe romantiche seguono uno schema che chiunque abbia visto il truffatore di Tinder conoscerà bene, anche se con un tocco di crittografia.

Questi Casanova da tastiera abbagliano le persone con la loro presunta ricchezza e raffinatezza“, spiega Fletcher. “In breve tempo, offrono casualmente consigli per iniziare a investire in criptovalute e aiuto per effettuare investimenti. Le persone che accettano l’offerta riferiscono di aver ricevuto in realtà un tutorial su come inviare criptovalute a un truffatore“.

La perdita media di criptovalute dichiarata dai truffati è di ben 10.000 dollari”.

Gli impostori commerciali e governativi sono stati la terza e la quarta categoria più importante segnalata dalle vittime di truffe di criptovalute alla FTC. Tra gennaio 2021 e marzo 2022, i truffatori di aziende hanno perso 93 milioni di dollari. Nello stesso periodo, 40 milioni di dollari sono stati persi da impostori governativi.

Le vittime delle truffe di criptovaluta erano relativamente giovani. La FTC ha stimato che le persone di età compresa tra i 20 e i 49 anni avevano una probabilità più che tripla rispetto ai gruppi di età più avanzata di perdere criptovalute a causa di un truffatore, e le vittime più colpite erano i trentenni – il 35% delle loro perdite per frode segnalate dal 2021 erano in criptovalute.

Meta e Telegram hanno precedenti di truffe di criptovalute

Meta Telegram hanno risposto alle richieste di commento di Verdict prima della pubblicazione di questa storia. Tuttavia, non è certo la prima volta che una di queste società si trova al centro di controversie legate alle criptovalute.

Nel dicembre 2021 Facebook ha revocato un divieto del 2018 contro gli annunci di criptovalute. Ha motivato l’inversione affermando che “il panorama delle criptovalute ha continuato a maturare e a stabilizzarsi negli ultimi anni e ha visto un maggior numero di regolamenti governativi che stanno definendo regole più chiare per il loro settore“.

La decisione avrebbe potuto ritorcersi contro Meta. La Commissione australiana per la concorrenza e i consumatori (ACCC) ha citato in giudizio il proprietario di Facebook nel marzo di quest’anno. L’ACCC ha affermato che la società ha violato le norme e i regolamenti sugli investimenti che vietano comportamenti falsi, fuorvianti o ingannevoli.

Meta ha negato la responsabilità e ha dichiarato di lavorare duramente per individuare e bloccare le truffe di criptovalute che violano le sue politiche, come riportato da TechRadar.

Allo stesso modo, Telegram è stato ripetutamente identificato come un focolaio di truffe di criptovalute. Una missiva di Business Insider di febbraio avvertiva che i truffatori di criptovalute utilizzano sempre più spesso bot per indurre gli utenti di Telegram a consegnare le loro password uniche, bloccare l’utente dal suo account e poi ripulire la casa. Bot simili sono stati utilizzati anche su altre piattaforme.

Telegram è stato anche criticato per aver ospitato canali apparentemente dedicati a insegnare ai propri membri come commettere frodi.

Non sono solo Meta e Telegram a essere stati utilizzati per le truffe di criptovalute: anche altre piattaforme di social media sono state utilizzate dai truffatori. Nel 2018, Verdict ha osservato una serie di truffe su Twitter. In un caso, un long driver professionista di golf ha subito l’hacking del suo account per diffondere la truffa su un tweet di Musk in cui dichiarava il suo amore per il ramen.

La FTC ha già messo in guardia contro le truffe di criptovalute in passato, avvertendo che “chiunque vi dica di pagare con bonifico, carta regalo o criptovaluta è un truffatore”.

L’organo di vigilanza del mercato aggiunge ora un ulteriore consiglio, affermando che ci sono tre modi per individuare ed evitare di cadere in una truffa di criptovalute.

  • “Solo i truffatori garantiscono profitti o grandi guadagni”, ha scritto Fletcher. “Nessun investimento in criptovalute è mai garantito per fare soldi, tanto meno grandi soldi”.
  • Ha aggiunto che nessuno “legittimamente vi chiederà di acquistare criptovalute” ed esorta le persone a non “mischiare gli appuntamenti online con i consigli sugli investimenti”.
  • “Se un nuovo interesse amoroso vuole mostrarvi come investire in criptovalute o vi chiede di inviargli delle criptovalute, si tratta di una truffa”, conclude Fletcher.
Commenti da Facebook

DeFi

Che cos’è JUST (JST)?

Condividi questo contenuto

Tempo di lettura: 3 minuti. Un nuovo ecosistema di DeFi per blockchain di Tron

Pubblicato

il

Condividi questo contenuto
Tempo di lettura: 3 minuti.

JUST è un nuovo ecosistema di finanza decentralizzata (DeFi) costruito per la blockchain TRON. Si tratta di un’intera suite di prodotti che sono principalmente incentrati su una piattaforma di prestito decentralizzata in stablecoin nota come JustStable.

La piattaforma è stata lanciata nell’agosto 2020 a seguito di un’offerta iniziale di scambio (IEO) sulla piattaforma Poloniex LaunchBase all’inizio dello stesso anno, ma il token di governance nativo della piattaforma (JST) circola da maggio 2020.

Si tratta di un ecosistema a due token costruito attorno ai token USDJ e JUST (JST). USDJ è una stablecoin multicollaterale il cui valore è ancorato al valore del dollaro USA (USD), mentre JST svolge una serie di funzioni sulla piattaforma: paga gli interessi, contribuisce alla manutenzione della piattaforma e partecipa alla sua governance, contribuendo a stabilire parametri come i tassi di interesse (commissioni di stabilità) e il rapporto minimo di collateralizzazione.

Per ottenere USDJ su JUST, i trader devono depositare una garanzia sotto forma di token di garanzia supportati – tra cui TRON (TRX), che vengono scambiati con token PTRX e bloccati come garanzia collaterale formando una posizione debitoria collateralizzata (CDP). A seconda dell’importo del collaterale depositato, gli utenti possono poi coniare e ritirare USDJ, che devono poi essere rimborsati per recuperare il collaterale iniziale.

La piattaforma è progettata per fornire un hub equo e senza confini di prodotti DeFi, a cui ogni utente TRON può accedere.

Chi sono i fondatori di JUST?

L’ecosistema JUST è gestito dalla JUST Foundation, che comprende persone provenienti da Alibaba, Tencent, IBM e “altre aziende internet di livello mondiale“, mentre il team di analisi finanziaria di JUST proviene da “diverse banche d’investimento globali”, secondo il sito web del progetto.

Tra le persone più importanti figurano Terance F (esperto di blockchain ed ex dipendente di Barclays e IBM), Elvis Zhang (sviluppatore senior e ricercatore esperto di blockchain), C Wu (specialista di portafogli e scambi) e GL Kong (ingegnere esperto di blockchain e primo utilizzatore di criptovalute).

I nomi e i profili completi di gran parte del team JUST non sono pubblici. Tuttavia, sembra che il progetto abbia qualche sovrapposizione con il team di sviluppo di TRON, dal momento che la piattaforma è stata annunciata dal CEO e fondatore di TRON, Justin Sun, e ha ricevuto il supporto tecnico e finanziario di TRON.

Cosa rende JUST unica?

A differenza della maggior parte delle altre piattaforme DeFi, JUST non cerca solo di offrire un singolo prodotto che sia utile a un piccolo sottoinsieme di utenti DeFi. Sta invece cercando di costruire un’intera suite di prodotti che coprano una serie di casi d’uso della DeFi, costituendo le fondamenta di un ecosistema DeFi completo su TRON.

A partire da gennaio 2021, l’ecosistema JUST è composto da cinque prodotti distinti, tutti progettati per interoperare e fornire ulteriori utilità agli utenti.

Questi sono:

  • JustStable: La piattaforma decentralizzata multi-collaterale di stablecoin, fiore all’occhiello di JUST.
  • JustLend: Un protocollo di mercato monetario alimentato da TRON che consente agli utenti di aggiungere liquidità ai pool di prestito e di sottoscrivere prestiti in criptovaluta a basso interesse.
  • JustSwap: Una piattaforma di market maker automatizzato (AMM) utilizzata per scambi di token TRC-20 senza fiducia e per la creazione di pool di liquidità senza autorizzazione.
  • JustLink: Il primo sistema di oracolo decentralizzato per la rete TRON, utilizzato per fornire in modo sicuro agli smart contract i dati del mondo reale.
  • Gettoni cross-chain: Attività di altre blockchain, tra cui Bitcoin (BTC), Ethereum (ETH) e Litecoin (LTC), che sono state tokenizzate su TRON e possono essere utilizzate all’interno dell’ecosistema JUST.

Quante monete JUST (JST) sono in circolazione?

A gennaio 2021, è in circolazione un totale di 2,26 miliardi di JST, su un’offerta massima di 9,9 miliardi. Ciò rappresenta il 23% dell’offerta massima.

Questi gettoni si guadagnano depositando, prestando e fornendo liquidità sulla Rete JUST o completando diverse altre azioni, come la partecipazione a campagne speciali.

Secondo lo IEO originale su Poloniex, l’intera offerta di token JST è distribuita come segue:

  • Vendita di seed: 11%
  • Vendita pubblica (allocazione LaunchBase): 4%
  • Partenariati strategici: 26%
  • Team: 19%
  • Airdrop (solo per i titolari di TRX): 10%
  • Ecosistema: 30%

Ulteriori informazioni sull’allocazione dei token JST, comprese le specifiche del periodo di maturazione per il team JUST e il suo tasso di inflazione, sono attualmente sconosciute. Tuttavia, è noto che tutti i token del team saranno completamente maturati entro aprile 2022.

Come è protetta la rete JUST?

Come token TRC-20, la rete JUST è protetta dalla blockchain TRON sottostante.

A differenza di altre piattaforme che utilizzano il meccanismo di consenso proof-of-work (POW), ad alto consumo energetico, per mantenere l’integrità della blockchain e scongiurare potenziali attacchi, TRON utilizza il sistema delegated-proof-of-stake (dPOS), ad alta efficienza energetica.

I titolari di token TRON (TRX) eleggono super rappresentanti incaricati di generare blocchi e confezionare transazioni. Insieme, i 27 super rappresentanti sono responsabili della sicurezza della rete.

Commenti da Facebook
Prosegui la lettura

DeFi

Le criptovalute più vincenti del 2022? Proviamo a vederle

Condividi questo contenuto

Tempo di lettura: 2 minuti. Con molti analisti finanziari che prevedono un “inverno delle criptovalute”, è saggio supporre che solo i progetti migliori sopravviveranno.

Pubblicato

il

Condividi questo contenuto
Tempo di lettura: 2 minuti.

Tre monete che potrebbero rivelarsi le più redditizie nel 2022: Sandbox (SAND), Avalanche (AVAX) e Chronoly (CRNO).

Sandbox (SAND) è popolare tra i banchieri di tutto il mondo

Sandbox (SAND), una delle monete più popolari del Metaverso, è attualmente scambiata a 1,05 dollari. Sandbox è una moneta del Metaverse che gira sulla rete Ethereum. Sandbox è cresciuta fino a diventare una delle criptovalute più popolari del Metaverse sin dalla sua introduzione. Chiunque, indipendentemente dalle capacità tecniche, può giocare, sviluppare personaggi e poi venderli come NFT nell’ambiente Sandbox.

Grazie alla sua diffusione, Sandbox è diventata una delle principali criptovalute del Metaverso da tenere d’occhio nel 2022. L’ambiente Sandbox si è evoluto in molto più di una piattaforma di gioco, e si stanno studiando anche altri aspetti dell’esistenza virtuale. La proprietà di Sandbox è stata recentemente acquistata da HSBC, una delle banche più importanti del mondo. Il fatto che HSBC sia interessata ai terreni del metaverso Sandbox dimostra che ne riconosce il valore.

Che cos’è la sandbox (SAND)?

Avalanche (AVAX) ha molti lati positivi

Avalanche (AVAX) è una delle tante alternative a Ethereum (ETH) che hanno suscitato l’interesse di investitori e sviluppatori lo scorso anno. Avalanche è scesa di circa il 90% rispetto ai suoi massimi storici e sicuramente farà fatica nell’attuale mercato orso. La velocità di esecuzione differisce Avalanche da altre criptovalute con contratto intelligente. Come le transazioni con carta di debito, le transazioni su blockchain possono richiedere più tempo per essere elaborate. Avalanche è stata definita “la piattaforma di smart contract più veloce del settore blockchain“. Al momento, le transazioni non possono essere annullate, il che la rende ideale per la finanza decentralizzata.

Con molti analisti finanziari che prevedono un “inverno delle criptovalute”, è saggio supporre che solo i progetti migliori sopravviveranno. Avalanche potrebbe essere uno di questi, in quanto ha molto da apprezzare.

Che cos’è Avalanche (AVAX)?

Chronoly (CRNO) potrebbe portare a profitti consistenti

Il progetto Chronoly incorpora anche componenti finanziarie decentralizzate, con gli investitori che possono puntare i loro token CRNO per ottenere un reddito annuale. La piattaforma Chronoly è la prima piattaforma di investimento frazionario in orologi basata sulla blockchain di Ethereum con l’obiettivo di rivoluzionare il mercato degli orologi. Il prestito collateralizzato e l’investimento frazionario aumenteranno la liquidità del mercato, a vantaggio sia degli investitori esistenti che di quelli nuovi. Il token nativo di Chronoly, CRNO, è la prima piattaforma basata su blockchain che consente ai piccoli investitori di acquistare e vendere orologi di lusso, tra cui Richard Mille, Audemars Piguet e Rolex. È ancora disponibile per gli acquirenti in prevendita fino alla fine di settembre.

Gli investitori possono partecipare alla seconda fase della prevendita prima che il resto del mercato delle criptovalute venga a conoscenza di questa iniziativa. La moneta sarà rilasciata ufficialmente il 27 luglio e gli analisti prevedono un prezzo compreso tra 0,50 e 0,75 dollari. Potrebbero esserci seri profitti da ottenere in questo caso. Il prezzo di un token CRNO è di 0,05 dollari e ha visto un aumento del 500% dall’inizio della prevendita.


Commenti da Facebook
Prosegui la lettura

DeFi

Che cos’è Audius (AUDIO)?

Condividi questo contenuto

Tempo di lettura: 3 minuti. Servizio DeFi che si appoggia allo streaming musicale proposto da solana

Pubblicato

il

Condividi questo contenuto
Tempo di lettura: 3 minuti.

Audius è un protocollo di streaming musicale decentralizzato inizialmente costruito sulla rete POA, ma che ora vive su Solana. Audius è stato lanciato per porre rimedio alle inefficienze dell’industria musicale, afflitta da una proprietà dei diritti musicali poco trasparente e da intermediari che si frappongono tra gli artisti e il loro pubblico.

Audius mira ad allineare gli interessi degli artisti, dei fan e degli operatori dei nodi attraverso la sua piattaforma alimentata dal token nativo AUDIO. Gli artisti possono caricare musica, memorizzata e distribuita dai nodi di contenuto e di scoperta, che i fan possono ascoltare gratuitamente. Attualmente, Audius premia i creatori di contenuti attraverso ricompense come l’inserimento nelle liste di tendenza settimanali. In futuro, prevede di integrare le stablecoin per gli artisti per offrire contenuti a pagamento, così come i token artista che danno ai fan la possibilità di accedere a contenuti esclusivi, potenzialmente collaborando con piattaforme come Rally.

Chi sono i fondatori di Audius?

Audius è stata fondata nel 2018 da Roneil Rumburg e Forrest Browning, due imprenditori californiani. Roneil Rumburg è un alunno dell’Università di Stanford che ha co-fondato Kleiner Perkins, un fondo di seed early-stage che investe in aziende di blockchain e AI. Forrest Browning, anch’egli ex studente di Stanford, è uno dei 30 Under 30 di Forbes e cofondatore di StacksWare, una piattaforma di gestione dei data center aziendali. Il team è completato da altri 21 dipendenti ed è sostenuto da una serie di nomi illustri, come deadmau5, famoso produttore di musica elettronica, Adam Goldberg, cofondatore e amministratore delegato di Stanford Crypto, e Bing Gordon, cofondatore di EA Games.

Cosa rende Audius unico?

L’ecosistema Audius è composto da quattro partecipanti principali: artisti, fan, nodi di contenuto e nodi di scoperta.

  • Gli artisti pubblicano i contenuti sul libro mastro dei contenuti di Audius. Possono farlo senza alcun costo e la musica viene trasmessa in streaming a 320kbps, paragonabile agli standard di Spotify e Google Play Music. A causa della natura decentralizzata di Audius, non c’è protezione del copyright, anche se il protocollo sta lavorando a un sistema di arbitrato che sarà ignorato dalla comunità. Gli artisti possono utilizzare Audius per sperimentare o condividere tracce bonus e la piattaforma prevede di includere token per artisti per facilitare la monetizzazione, a condizione che gli artisti puntino su AUDIO. Gli artisti possono anche partecipare a programmi di ricompensa che prevedono il rilascio di token agli artisti più popolari.
  • I fan possono ascoltare gratuitamente i brani e in futuro potranno puntare AUDIO per partecipare alla crescita degli artisti sulla piattaforma. Possono anche mostrare i loro NFT verificati attraverso la piattaforma e guadagnare diversi badge.
  • I nodi di contenuto mantengono la disponibilità dei contenuti su AudSP, l’estensione nativa della piattaforma a IPFS. Il cliente di un artista sceglie un insieme di questi nodi per farlo automaticamente per conto dell’artista, mentre i fan client recuperano i contenuti, inviano prove e richiedono chiavi ai nodi di contenuto. Gli artisti possono anche scegliere di gestire i propri nodi di contenuto e mantenere un maggiore controllo sulla distribuzione dei contenuti. Il libro mastro dei contenuti mantiene un registro e un’unica fonte di verità per tutte le azioni del protocollo.
  • I nodi di scoperta indicizzano i metadati interrogabili dagli utenti. In altre parole, consentono agli utenti di trovare nuovi contenuti e fungono da registro sulla piattaforma.

Quante monete Audius (AUDIO) ci sono in circolazione?

L’offerta totale di AUDIO è di 1 miliardo di token, con un’attuale offerta in circolazione di 411 milioni di AUDIO. L’inflazione annua è del 7% e 50 milioni di AUDIO sono stati distribuiti ai 10 artisti e fan più importanti, con il 75% destinato agli artisti in base al numero di stream. La distribuzione dei token è la seguente:

  • 23% a ricompense preminate e airdrops
  • 36% agli investitori
  • 41% ai fondatori e al protocollo stesso


Il token è stato progettato per tre scopi principali:

  • Proteggere la rete
  • Sbloccare l’accesso alle funzionalità
  • fungere da gettone di governance

I token possono essere utilizzati come garanzia di servizi a valore aggiunto. Gli operatori dei nodi possono anche puntare AUDIO per proteggere la rete e gestire il protocollo, mentre ogni token riceve anche un peso di governance e influenza il futuro del protocollo.

Come è protetta la rete Audius?

Audius ha scelto di migrare a Solana a causa della crescente domanda. Il team ha indicato che Solana è stato scelto per diversi motivi. In primo luogo, è economico, offrendo 1 milione di transazioni per 10 dollari. È anche veloce, con tempi di blocco di 400 ms e conferme inferiori al secondo. Infine, Solana è decentralizzata, con oltre 200 nodi sulla sua mainnet. Le funzionalità di staking e governance rimangono ancora su Ethereum, con AUDIO che è un token ERC-20.

Solana è una blockchain di primo livello con un meccanismo di consenso proof-of-stake con parziale tolleranza ai guasti bizantini. Dispone di 200 nodi operativi in tutto il mondo che, al loro picco, possono elaborare fino a 50.000 transazioni al secondo. Solana esegue una serie di ottimizzazioni coordinate per ottenere prestazioni così impressionanti ed elabora le transazioni in modo multi-thread, il che la distingue dalle blockchain più lente.

Commenti da Facebook
Prosegui la lettura

Facebook

CYBERWARFARE

Notizie2 giorni fa

Iran: azienda siderurgica si blocca dopo attacco hacker

Tempo di lettura: 2 minuti. Si sospetta una risposta di Israele all'attacco informatico

Notizie2 giorni fa

Killnet rivendica l’attacco DDOS alla Lituania

Tempo di lettura: 2 minuti. Dopo la presa di posizione di Vilnius su Kaliningrad, era nell'aria che sarebbe arrivata una...

Notizie2 giorni fa

Minaccia Nucleare via mail: Fancy Bear attacca con Follina

Tempo di lettura: 3 minuti. Condividi questo contenutoIl gruppo di minacce persistenti avanzate Fancy Bear è dietro una campagna di...

Notizie3 giorni fa

La Lituania adesso ha paura degli attacchi DDoS russi

Tempo di lettura: < 1 minuto. Fino alla repressione di Kalingrad, il paese non era stato colpito da azioni russe....

Notizie4 giorni fa

HUI Loader: scoperto dopo 7 anni lo spyware di un APT cinese

Tempo di lettura: 2 minuti. Un noto malware di spionaggio sottolinea la minaccia che le aziende straniere devono affrontare da...

Notizie5 giorni fa

Cina: vietate le Tesla perchè possono spiare convegno dei capi di Governo

Tempo di lettura: 2 minuti. Nonostante in Cina siano tutti entusiasti di Tesla, l'esercito non si fida delle telecamere installate...

Notizie5 giorni fa

Apt russi spiano 42 paesi che sostengono Kiev

Tempo di lettura: 2 minuti. Stati Uniti e Polonia le più colpite, salva Estonia L'influenza informatica russa sono efficaci sia...

Notizie5 giorni fa

Università cinese sotto attacco hacker: violate le mail

Tempo di lettura: 3 minuti. Il sistema di posta elettronica di un'università della provincia di Shaanxi, nella Cina nord-occidentale, nota...

Notizie1 settimana fa

Allarme USA: più dura la guerra più ci sarà una escalation di attacchi cibernetici

Tempo di lettura: 2 minuti. I Russi fanno paura perchè storicamente hanno saputo colpire gli avversari con attacchi altamente distruttivi

Notizie1 settimana fa

Israele: suonano le sirene in strada a causa di un attacco cibernetico dell’Iran

Tempo di lettura: 2 minuti. Condividi questo contenutoLe false sirene di allarme per i razzi che sono state attivate a...

Truffe recenti

Truffe online3 ore fa

Truffa Vinted: colpiti anche i venditori

Tempo di lettura: 2 minuti. Continuano le segnalazioni degli utenti

Truffe online13 ore fa

Attenzione alla truffa LGBTQ+

Tempo di lettura: 3 minuti. I più esposti? Chi non ha fatto "coming out"

Pesca mirata Pesca mirata
Truffe online3 giorni fa

Attenzione alla truffa online di InBank

Tempo di lettura: < 1 minuto. La segnalazione arriva dalla società italiana di sicurezza informatica TgSoft

Truffe online2 settimane fa

Truffa WhatsApp: attenzione ai messaggi che ci spiano

Tempo di lettura: < 1 minuto. L'allarme proviene dall'Inghilterra

DeFi3 settimane fa

Criptovalute e truffa: Telegram e Meta piattaforme perfette

Tempo di lettura: 5 minuti. Meta non risponde alle richieste dei giornalisti, continua ad avallare truffe e soprusi in silenzio.

Truffe online3 settimane fa

Truffa Axel Arigato: la società risponde a Matrice Digitale

Tempo di lettura: < 1 minuto. "Ci scusiamo con i nostri utenti e provvederemo a risolvere il problema"

scam scam
Truffe online3 settimane fa

Segnalazione truffa non-mi-avrete-mai.net

Tempo di lettura: < 1 minuto. Giungono in redazione le esperienze di utenti truffati in rete.

Truffe online4 settimane fa

Attenzione: Axel Arigato Italia è una truffa colossale

Tempo di lettura: 3 minuti. Il marchio non lo sa, ma in Italia truffano promettendo i suoi prodotti

Notizie1 mese fa

Truffa Charlie Brigante: lista aggiornata dei siti da evitare per acquisti online

Tempo di lettura: < 1 minuto. Continuano le segnalazioni di truffe online alla nostra rubrica

Truffe online1 mese fa

Truffa Instagram: come Meta affonda la Polizia Postale

Tempo di lettura: 2 minuti. Condividi questo contenutoIn questi giorni sono tantissime le segnalazioni di utenti alla redazione che hanno...

Tendenza