Connect with us

Economia

Tata Group inizia a produrre iPhone in India

Tempo di lettura: < 1 minuto. Il Tata Group annuncia la produzione di iPhone in India, a seguito di un accordo con la società taiwanese Wistron, rafforzando la posizione dell’India nel mercato elettronico globale.

Pubblicato

il

TATA APPLE
Tempo di lettura: < 1 minuto.

Il Tata Group, colosso indiano, ha annunciato che inizierà a produrre iPhone in India, destinati sia al mercato locale che a quello globale. La notizia è stata confermata dal Vice Ministro dell’IT indiano, Rajeev Chandrasekhar, a seguito di un accordo tra la società taiwanese Wistron e il conglomerato Tata.

Dettagli dell’accordo

Il Tata Group ha acquisito Wistron InfoComm Manufacturing (India) Pvt per $125 milioni, come riportato dalla società taiwanese in una comunicazione alla borsa. Wistron ha dichiarato di aver finalizzato l’accordo in risposta alla ristrutturazione della propria strategia di produzione globale. Tata, al momento, ha preferito non commentare.

Un anno di trattative

L’accordo tra le due società arriva dopo oltre un anno di negoziati. Il Tata Group, con una storia di 155 anni, opera in svariati settori, dalla produzione di sale ai servizi di consulenza tecnologica.

Supporto del governo indiano

Rajeev Chandrasekhar, in un post sulla piattaforma sociale X, ha ringraziato Wistron per i suoi contributi e ha elogiato Apple per la costruzione di una catena di approvvigionamento globale in India con aziende indiane al comando. Ha inoltre sottolineato che il Ministero dell’Elettronica e dell’IT sostiene pienamente la crescita delle aziende elettroniche indiane globali, che a loro volta supporteranno i marchi elettronici globali desiderosi di fare dell’India il loro partner di produzione e talento di fiducia.

Con questo passo, l’India si avvicina all’obiettivo del Primo Ministro di diventare una potenza globale nel settore elettronico. Questa mossa potrebbe segnare l’inizio di una nuova era per la produzione di dispositivi elettronici nel paese.

Economia

Lugano, Bitcoin e USDT per pagamenti fiscali

Pubblicato

il

Tempo di lettura: < 1 minuto.

La città di Lugano, in Svizzera, ha annunciato di accettare Bitcoin e Tether (USDT) come opzioni di pagamento per le tasse e altri servizi comunali. I residenti e le imprese di Lugano possono ora utilizzare entrambe le valute per pagare qualsiasi fattura emessa dalla città, attraverso un processo semplificato abilitato dalla società svizzera di criptovalute Bitcoin Suisse.

Dettagli dell’iniziativa di Lugano

Questa mossa fa parte del “Piano B” di Lugano, una collaborazione con Tether per trasformare l’infrastruttura finanziaria della città utilizzando la tecnologia Bitcoin. Il Piano B mira ad integrare soluzioni blockchain nelle operazioni comunali quotidiane. Oltre all’espansione dei pagamenti in criptovaluta annunciata oggi, Lugano intende introdurre i pagamenti in cripto in altre aree della vita civica.

Supporto Tecnico da Bitcoin Suisse

Bitcoin Suisse supporta l’adozione di pagamenti in criptovaluta da parte di Lugano fornendo la struttura tecnica per accettare Bitcoin e Tether. Sfruttando la tecnologia Swiss QR-Bill, il sistema consente ai residenti di Lugano di scansionare semplicemente un codice sulla loro fattura e pagare l’importo desiderato con il loro portafoglio cripto mobile preferito.

Iniziative Precedenti in Svizzera

Il mese scorso, Polygon ha annunciato un’app di pagamento chiamata MyLugano che consentirà ai residenti di Lugano di pagare tasse, multe di parcheggio e servizi pubblici utilizzando criptovalute. Nel 2021, il cantone della ‘valle delle cripto’ di Zug, in Svizzera, ha iniziato ad accettare Bitcoin ed ETH per i pagamenti delle tasse dopo essersi associato con la società locale Bitcoin Suisse per convertire i pagamenti delle tasse in criptovalute in franchi svizzeri.

Prosegui la lettura

Economia

Perchè c’è un’altra causa legale contro Elon Musk?

Pubblicato

il

Tempo di lettura: 2 minuti.

Alan Rosa, ex dirigente della sicurezza di Twitter, ha intentato una causa contro Elon Musk e X Corp., sostenendo di essere stato licenziato illegalmente per aver obiettato ai tagli di bilancio attuati poco dopo l’acquisto del social network da parte di Musk.

Dettagli della causa

Rosa, che è stato licenziato il 6 dicembre 2022, era il capo della Global Information Technology e Information Security di Twitter e lavorava principalmente da remoto dal New Jersey. Secondo la causa, presentata presso il Tribunale Distrettuale degli Stati Uniti per il Distretto del New Jersey, Twitter ha rifiutato di pagare la sua parte delle spese di arbitrato nonostante fosse stato ordinato da JAMS (Judicial Arbitration and Mediation Services) di farlo.

Preoccupazioni per la Conformità FTC

Rosa era preoccupato che i tagli al personale di Twitter potessero influenzare la conformità dell’azienda con un decreto di consenso del 2022 emesso dalla Federal Trade Commission (FTC). La causa afferma che Musk era costantemente disinteressato al decreto di consenso FTC e alle obbligazioni di Twitter sotto di esso. La FTC sta attualmente indagando se il social network di proprietà di Musk, ora ufficialmente chiamato X, stia rispettando i requisiti di privacy e sicurezza del regolamento.

Allegazioni di Rosa

Rosa sostiene di essere stato licenziato in rappresaglia per aver obiettato alle attività dei difensori che riteneva illegali. Afferma inoltre che Twitter inizialmente gli aveva promesso un pacchetto di liquidazione insieme al suo bonus e alla compensazione azionaria, ma in seguito ha ritirato la promessa, sostenendo che il suo pacchetto di liquidazione era in attesa a causa di un’indagine sul suo comportamento durante l’impiego.

Richieste di Rosa

La causa di Rosa include accuse di violazione del contratto, licenziamento illegittimo, terminazione illegale secondo l’Atto di Protezione dei Dipendenti Coscienziosi del New Jersey, rappresaglia, violazioni delle leggi sul lavoro di New York e California e violazione del Worker Adjustment and Retraining Notification (WARN) Act. Rosa chiede un processo con giuria e cerca danni compensativi, punitivi e per sofferenza emotiva.

Prosegui la lettura

Economia

Regno Unito, Microsoft e OpenAI rischiano?

Pubblicato

il

microsoft openai
Tempo di lettura: 2 minuti.

L’Autorità di Concorrenza e Mercati (CMA) del Regno Unito sta esaminando la partnership di alto valore tra Microsoft e OpenAI, per valutare se possa essere considerata una fusione. Questa indagine segue le recenti turbolenze all’interno di OpenAI, nota per essere la creatrice di ChatGPT.

Cambiamenti e Confusione in OpenAI

Il mese scorso, OpenAI ha subito un periodo di caos quando il suo capo, Sam Altman, è stato improvvisamente licenziato. Dopo il licenziamento di Altman, Microsoft gli ha offerto un lavoro alla guida di un nuovo team di ricerca avanzata sull’IA, prima che fosse reintegrato in OpenAI a seguito di un appello dei dipendenti. Questi eventi hanno messo in luce come la concorrenza commerciale stia plasmando lo sviluppo dei sistemi di intelligenza artificiale e la velocità con cui la tecnologia sta avanzando.

Indagine della CMA

La CMA sta valutando se la partnership abbia comportato un “acquisizione di controllo”, se sia avvenuta una fusione effettiva e se ciò possa influenzare la concorrenza nel Regno Unito. L’organismo ha chiesto commenti a terze parti sulla collaborazione e potrebbe avviare un’indagine se lo ritiene necessario.

Risposta di Microsoft e OpenAI

In risposta all’annuncio, Microsoft ha affermato che la sua partnership con OpenAI ha “favorito maggiore innovazione e concorrenza nell’IA”. Brad Smith, vicepresidente e presidente di Microsoft, ha aggiunto che l’unica cosa cambiata è che ora avranno un osservatore non votante nel consiglio di amministrazione di OpenAI. Microsoft ha anche contestato le notizie secondo cui possiede una quota in OpenAI, affermando che i dettagli dell’accordo sono confidenziali, ma ha diritto a una quota degli utili.

ChatGPT di OpenAI
ChatGPT di OpenAI

Un portavoce di OpenAI ha dichiarato: “La nostra partnership con Microsoft ci consente di perseguire la nostra ricerca e sviluppare strumenti di IA sicuri e vantaggiosi per tutti, rimanendo indipendenti e operando in modo competitivo.”

Sicurezza dell’IA e Futuro

Smith ha negato che il recente dramma in OpenAI fosse dovuto a preoccupazioni sulla sicurezza della tecnologia in sviluppo. Ha affermato che le paure che l’IA possa superare gli umani nel prossimo anno sono infondate e che ci vorranno anni, se non decenni, per vedere un’intelligenza artificiale generale dove i computer sono più potenti delle persone.

Fondi Significativi e Missione di OpenAI

Altman, co-fondatore di OpenAI, è diventato il volto del rivoluzionario chatbot ChatGPT dopo il suo lancio lo scorso anno. Ha ottenuto un significativo aumento di finanziamenti da Microsoft, aiutando a catapultare l’azienda.

OpenAI ChatGPT
OpenAI ChatGPT

Helen Toner, un’accademica e ora ex membro del consiglio di amministrazione di OpenAI, ha dichiarato che il licenziamento di Altman era dovuto a una “mancanza di fiducia” nell’esecutivo, sottolineando che la missione no-profit di OpenAI – garantire che l’intelligenza artificiale generale benefici tutta l’umanità – viene prima di tutto.

Prosegui la lettura

Facebook

CYBERSECURITY

Notizie1 ora fa

WordPress: Aggiornamento 6.4.2 corregge grave vulnerabilità

Tempo di lettura: < 1 minuto. WordPress ha rilasciato la versione 6.4.2, che include una patch per una grave vulnerabilità...

Notizie2 ore fa

5Ghoul, vulnerabilità nei Modem 5G: iOS e Android sono a rischio?

Tempo di lettura: 2 minuti. Recenti scoperte hanno rivelato una serie di vulnerabilità, 5Ghoul, nel firmware dei modem 5G di...

Notizie2 ore fa

Interruzione dei siti ALPHV Ransomware: cosa succede?

Tempo di lettura: 2 minuti. Si ritiene che un’operazione delle forze dell’ordine sia la causa dell’interruzione dei siti web del...

microsoft outlook microsoft outlook
Notizie2 ore fa

Problemi di invio Email in Outlook? Microsoft da una soluzione

Tempo di lettura: 2 minuti. Microsoft ha riconosciuto un nuovo problema che sta influenzando gli utenti di Outlook per Microsoft...

Notizie1 giorno fa

Krasue RAT si nasconde sui Server Linux con Rootkit integrati

Tempo di lettura: 2 minuti. I ricercatori di sicurezza hanno scoperto un trojan di accesso remoto chiamato Krasue che prende...

Notizie1 giorno fa

Attacchi informatici sfruttano DHCP di Microsoft per Spoofing DNS

Tempo di lettura: 2 minuti. Una serie di attacchi contro i domini di Microsoft Active Directory potrebbe permettere ai malintenzionati...

CISA CISA
Notizie1 giorno fa

CISA rafforza la sicurezza: vulnerabilità e consigli sui sistemi ICS

Tempo di lettura: < 1 minuto. La sicurezza informatica è un campo in costante evoluzione, con nuove minacce che emergono...

apple lockdown mode apple lockdown mode
Notizie1 giorno fa

Apple e la sicurezza inviolata del Lockdown Mode

Tempo di lettura: 2 minuti. Nell’era digitale, la sicurezza dei dispositivi è una preoccupazione costante, specialmente per utenti a rischio...

Notizie2 giorni fa

Grave Bug vieta Aggiornamenti Sistema Google Play su Galaxy

Tempo di lettura: 2 minuti. Mentre Samsung sta aggiornando numerosi telefoni Galaxy alla One UI 6.0 senza problemi, molti dispositivi...

vulnerabilità sierra vulnerabilità sierra
Notizie3 giorni fa

Sicurezza dei Router in crisi: vulnerabilità nei dispositivi Sierra

Tempo di lettura: 2 minuti. La recente scoperta di 21 vulnerabilità nei router Sierra Wireless AirLink ha sollevato preoccupazioni significative...

Truffe recenti

Notizie3 settimane fa

Polizia Postale: attenzione alla truffa dei biglietti ferroviari falsi

Tempo di lettura: < 1 minuto. Gli investigatori della Polizia Postale hanno recentemente individuato una nuova truffa online che prende...

app ledger falsa app ledger falsa
Notizie1 mese fa

App Falsa di Ledger Ruba Criptovalute

Tempo di lettura: 2 minuti. Un'app Ledger Live falsa nel Microsoft Store ha rubato 768.000 dollari in criptovalute, sollevando dubbi...

keepass pubblicità malevola keepass pubblicità malevola
Notizie2 mesi fa

Google: pubblicità malevole che indirizzano a falso sito di Keepass

Tempo di lettura: 2 minuti. Google ospita una pubblicità malevola che indirizza gli utenti a un falso sito di Keepass,...

Notizie2 mesi fa

Nuova tattica per la truffa dell’aggiornamento del browser

Tempo di lettura: 2 minuti. La truffa dell'aggiornamento del browser si rinnova, con i criminali che ora ospitano file dannosi...

Notizie2 mesi fa

Oltre 17.000 siti WordPress compromessi negli attacchi di Balada Injector

Tempo di lettura: 2 minuti. La campagna di hacking Balada Injector ha compromesso oltre 17.000 siti WordPress sfruttando vulnerabilità nei...

Truffe online2 mesi fa

ChatGPT cerca di ingannare cuori solitari appassionati di AI

Tempo di lettura: < 1 minuto. La truffa LoveGPT rappresenta una nuova minaccia nel mondo degli appuntamenti online, sfruttando l'AI...

Notizie2 mesi fa

Nuovo avviso della Polizia Postale: attenzione allo “Spoofing telefonico”

Tempo di lettura: 2 minuti. Attenzione ai tentativi di truffa tramite "Spoofing telefonico": la Polizia Postale avvisa e fornisce consigli...

Truffe online3 mesi fa

No, la vostra pagina Facebook non sta per scadere e non è disabilitata

Tempo di lettura: < 1 minuto. La nuova vecchia truffa è indirizzata ai proprietari delle pagine a cui si vuole...

Economia3 mesi fa

MetaMask ecco la funzione di scambio ETH in valuta fiat

Tempo di lettura: < 1 minuto. MetaMask lancia una nuova funzione che permette agli utenti di vendere Ether per valuta...

truffa PWCNU truffa PWCNU
Truffe online3 mesi fa

Allerta Truffa: segnalazione di frode online su PWCNU.com

Tempo di lettura: 2 minuti. Allerta truffa: lettore segnala frode su PWCNU.com, perdendo 800€ in schema Ponzi che utilizza numeri...

Tendenza