Connect with us

Economia

Twitch chiude i battenti in Corea: costi di Rete insostenibili

Pubblicato

in data

twitch
Tempo di lettura: < 1 minuto.

Twitch, la piattaforma di live streaming di proprietà di Amazon e leader mondiale nel settore, ha annunciato la chiusura delle sue operazioni in Corea. Questa decisione, come spiegato in un post sul blog ufficiale della compagnia, è dovuta ai costi proibitivi di gestione del servizio nel paese.

Alti costi di Rete: la causa della chiusura di Twitch in Corea

La ragione principale dietro questa decisione riguarda i costi elevati di utilizzo della rete in Corea. Il paese ha introdotto una legislazione che obbliga i principali fornitori di contenuti a pagare per l’uso delle reti nazionali. Nonostante gli sforzi di Twitch per ridurre i costi, inclusa la limitazione della qualità video a 720p, i costi di rete in Corea sono risultati essere dieci volte superiori rispetto alla maggior parte degli altri paesi, rendendo insostenibile il mantenimento delle operazioni.

Impatto sui creatori e gli utenti coreani

A partire dal 27 febbraio 2024, gli utenti coreani non potranno più effettuare acquisti sulla piattaforma, e i creatori non saranno più in grado di generare entrate. Twitch ha anche annunciato di essere in trattative con servizi alternativi per la possibile trasferimento delle comunità di Twitch su queste piattaforme.

Inoltre, Twitch ha deciso di rinunciare ai suoi termini riguardanti la trasmissione simultanea, permettendo così ai creatori interessati di condividere link alle loro nuove piattaforme e canali di streaming.

Precedente: la battaglia legale di Netflix in Corea

Twitch non è il primo fornitore di servizi globali a trovarsi coinvolto nella legislazione sui costi di rete in Corea. Netflix e SK Broadband della Corea hanno avuto una lunga battaglia legale sui costi di utilizzo della rete, conclusasi con un accordo a settembre.

Economia

L’Unione Europea vuole fare sule sulla scelta di Apple sullo stop alle web app progressive

Tempo di lettura: < 1 minuto. L’UE valuta un’indagine su Apple per la rimozione del supporto PWA su iPhone, sollevando questioni di conformità e impatto sul mercato delle app.

Pubblicato

in data

Apple Web app progressive
Tempo di lettura: < 1 minuto.

L’Unione Europea sta considerando di avviare un’indagine su Apple per la decisione dell’azienda di interrompere il supporto per le app web progressive (PWA) su iPhone nell’UE. Questa mossa ha sollevato preoccupazioni sulla conformità di Apple agli obblighi imposti dall’Atto sui Mercati Digitali (DMA) dell’UE, che richiede il pieno supporto dei motori di browser di terze parti oltre a WebKit di Safari.

La decisione di Apple e la risposta dell’UE

Apple ha annunciato che, con l’aggiornamento iOS 17.4, le PWA non funzioneranno più come app autonome con capacità di archiviazione e la possibilità di inviare notifiche push, ma piuttosto come segnalibri. Apple attribuisce questa modifica alle richieste del DMA dell’UE, sostenendo che l’introduzione del supporto per le app web per altri browser richiederebbe una nuova architettura di integrazione, considerata impraticabile.

Impatto e preoccupazioni

La decisione di Apple ha suscitato preoccupazioni tra gli sviluppatori di app, che temono che questa mossa possa limitare le opzioni per distribuire e monetizzare le loro app, oltre a ridurre la scelta per gli utenti. Le PWA offrono un’esperienza simile alle app native senza la necessità di essere scaricate da un app store, rappresentando una via importante per l’innovazione e la concorrenza nel settore delle app.

Risposta dell’industria e azioni future

L’Open Web Advocacy, un’organizzazione no profit che sostiene il web aperto, sta conducendo un sondaggio per valutare l’impatto di questa decisione sugli sviluppatori, con l’intenzione di inviare i risultati alla Commissione Europea. La Commissione ha già inviato richieste di informazioni ad Apple e agli sviluppatori di app per assistere nella sua valutazione.

L’esito dell’indagine dell’UE potrebbe avere effetti significativi sulle pratiche commerciali di Apple e sulla struttura del mercato delle app nell’UE, evidenziando l’importanza della conformità alle normative per garantire un ambiente competitivo e innovativo nel settore digitale.

Prosegui la lettura

Economia

Huawei festeggia il miliardo di utenti 5G e avvia collaborazioni 5G-A con China Unicom

Tempo di lettura: 2 minuti. Huawei e China Unicom guidano l’innovazione globale del 5G e introducono il 5G-A, marcando una svolta significativa nel panorama delle telecomunicazioni.

Pubblicato

in data

Tempo di lettura: 2 minuti.

Alla luce degli ultimi sviluppi nel campo della tecnologia 5G, Huawei e China Unicom hanno evidenziato progressi significativi e piani ambiziosi per l’espansione del 5G e l’adozione del 5G-A, marcando un’importante evoluzione nel panorama delle telecomunicazioni globali.

Crescita Accelerata degli Utenti 5G

Durante il summit “5G Beyond Growth” al Mobile World Congress (MWC), Li Peng, Senior Vice President di Huawei, ha sottolineato il rapido aumento degli utenti 5G globali, che hanno superato il traguardo di 1,5 miliardi in soli cinque anni dal lancio commerciale. Questo dato rappresenta una crescita accelerata rispetto all’era del 4G, con il 5G che ora rappresenta il 20% degli utenti mobili globali, contribuendo al 30% del traffico mobile e al 40% dei ricavi aziendali mobili.

Innovazione e Collaborazione per il Futuro del 5G-A

Durante l’MWC Barcelona 2024, Huawei e China Unicom hanno celebrato una cerimonia di rilascio di innovazioni, annunciando progressi come il 5G-A, FTTR 3.0 e i modelli di base AI. Liang Baojun di China Unicom ha enfatizzato l’evoluzione coordinata delle comunicazioni e delle capacità di calcolo per potenziare l’intelligenza digitale, mentre Li Peng di Huawei ha ribadito il sostegno continuo all’innovazione di China Unicom nella rete, nei servizi e nello sviluppo dell’ecosistema per il 5G-A.

Il Potenziale del 5G-A e le Nuove Tecnologie

L’anno 2024 è stato identificato come l’anno inaugurale per l’uso commerciale del 5G-A, con una promessa di ulteriori innovazioni nelle tecnologie di rete 5G-A e nelle applicazioni basate su scenari. Le collaborazioni tra Huawei e China Unicom mirano a guidare la maturità degli standard e del business attraverso esperienze di rete all’avanguardia e applicazioni.

Prospettive future

Queste iniziative congiunte tra Huawei e China Unicom non solo dimostrano il forte impegno verso l’avanzamento del 5G e l’adozione del 5G-A, ma sottolineano anche l’importanza della collaborazione internazionale e dell’innovazione nel plasmare il futuro delle telecomunicazioni. Con la progressiva transizione al 5G-A, si apre una nuova era di trasformazione digitale intelligente, con impatti significativi su industrie, economie e società a livello globale.

Prosegui la lettura

Economia

Netflix interrompe le sottoscrizioni via Apple iTunes

Tempo di lettura: < 1 minuto. Netflix termina le sottoscrizioni via Apple iTunes, richiedendo ai vecchi abbonati di pagare direttamente con metodi alternativi.

Pubblicato

in data

Tempo di lettura: < 1 minuto.

Netflix ha confermato a The Verge che ha iniziato a interrompere i piani di fatturazione tramite Apple iTunes per gli abbonati di lunga data, richiedendo loro di passare a un pagamento diretto a Netflix tramite carta di credito o debito. La decisione riguarda tutti gli “abbonati al piano base che utilizzavano un metodo di pagamento iTunes” e si estende a tutte le aree geografiche interessate.

Fine di un’era vantaggiosa

Questa mossa segna la fine di un periodo vantaggioso per gli utenti che si erano abbonati prima che Netflix cessasse di accettare nuove sottoscrizioni tramite il sistema di pagamento di Apple. Ad esempio, alcuni utenti hanno mantenuto il prezzo vantaggioso di $9.99 per anni. Ora, questi abbonati dovranno affrontare un aumento di prezzo superiore ai $5 per il piano a cui erano abituati o accettare un piano leggermente più economico con inserzioni pubblicitarie.

Netflix e le politiche di Apple

Il cambiamento conclude una lunga saga legata alle politiche di Apple riguardo le sottoscrizioni in-app. Nonostante Apple abbia introdotto l’opzione di sottoscrizione in-app su iPhone nel 2010, Netflix ha resistito fino al 2015 a causa dell’opposizione alla commissione del 30% richiesta da Apple. Alla fine del 2018, Netflix ha deciso di eliminare completamente le sottoscrizioni in-app, evitando di pagare qualsiasi commissione all’azienda di Cupertino.

Prosegui la lettura

Facebook

CYBERSECURITY

Notizie2 ore fa

Nuova minaccia nel Cyberspazio: steganografia e Remcos RAT

Tempo di lettura: 2 minuti. UAC-0184' utilizza steganografia per diffondere RAT Remcos, ampliando i bersagli a entità extra-ucraine

Ultimate Member Wordpress Ultimate Member Wordpress
Notizie3 ore fa

Ultimate Member: vulnerabilità critica SQL in Plugin WordPress – AGGIORNARE SUBITO

Tempo di lettura: 2 minuti. Scoperta vulnerabilità critica SQLi in plugin WordPress 'Ultimate Member', minacciando oltre 200.000 siti. Aggiornamento urgente...

FCKeditor FCKeditor
Notizie14 ore fa

Hacker sfruttano CMS FCKeditor vecchio di 14 Anni per “avvelenamento” SEO su siti governativi e educativi

Tempo di lettura: 2 minuti. Gli hacker stanno sfruttando FCKeditor, un editor CMS obsoleto, per compromettere siti governativi ed educativi...

Notizie20 ore fa

Tutto ciò che devi sapere sulla Direttiva NIS2 e quali obblighi prevede

Tempo di lettura: 2 minuti. Scopri come adeguarsi ai nuovi obblighi di cybersicurezza introdotti dalla Direttiva NIS2 dell'UE contro le...

Notizie2 giorni fa

Cyberattacco alla Polizia canadese: indagini in corso e Sito Web inaccessibile

Tempo di lettura: < 1 minuto. L'RCMP canadese sta indagando su un cyberattacco che ha reso inaccessibile il suo sito...

CISA CISA
Notizie4 giorni fa

CISA rafforza la Sicurezza dei Sistemi di Controllo Industriale e mitiga CVE-2024-1709

Tempo di lettura: 2 minuti. CISA rilascia un advisory sui sistemi di controllo industriale e aggiunge la vulnerabilità CVE-2024-1709 di...

lockbit boeing lockbit boeing
Notizie5 giorni fa

Sventato l’Encryptor LockBit 4.0, arrestati padre e figlio in Ucraina

Tempo di lettura: < 1 minuto. Arresti in Ucraina e rivelazione di LockBit-NG-Dev segnano successi contro il ransomware LockBit.

Joomla logo Joomla logo
Notizie5 giorni fa

Joomla risolve vulnerabilità XSS che potrebbero esporre i siti a attacchi RCE

Tempo di lettura: 2 minuti. Joomla affronta cinque vulnerabilità XSS che potrebbero consentire attacchi RCE, con correzioni disponibili nelle versioni...

Notizie5 giorni fa

Microsoft espande le capacità di Log gratuite dopo il breach di maggio

Tempo di lettura: 2 minuti. Microsoft amplia le funzionalità di log gratuite dopo un breach di Exchange Online, garantendo a...

Sony Playstation Passkey Sony Playstation Passkey
Notizie5 giorni fa

Sony introduce il supporto per le Passkey negli account PlayStation

Tempo di lettura: < 1 minuto. Sony annuncia il supporto per le passkey negli account PlayStation, offrendo un accesso più...

Truffe recenti

dimarcoutletfirenze sito truffa dimarcoutletfirenze sito truffa
Inchieste1 settimana fa

Truffa dimarcoutletfirenze.com: merce contraffatta e diversi dalle prenotazioni

Tempo di lettura: 2 minuti. La segnalazione alla redazione di dimarcoutletfirenze.com si è rivelata puntuale perchè dalle analisi svolte è...

sec etf bitcoin sec etf bitcoin
Economia2 mesi fa

No, la SEC non ha approvato ETF del Bitcoin. Ecco perchè

Tempo di lettura: 3 minuti. Il mondo delle criptovalute ha recentemente assistito a un evento senza precedenti: l’account Twitter ufficiale...

Notizie2 mesi fa

Europol mostra gli schemi di fronde online nel suo rapporto

Tempo di lettura: 2 minuti. Europol’s spotlight report on online fraud evidenzia che i sistemi di frode online rappresentano una grave...

Notizie3 mesi fa

Polizia Postale: attenzione alla truffa dei biglietti ferroviari falsi

Tempo di lettura: < 1 minuto. Gli investigatori della Polizia Postale hanno recentemente individuato una nuova truffa online che prende...

app ledger falsa app ledger falsa
Notizie4 mesi fa

App Falsa di Ledger Ruba Criptovalute

Tempo di lettura: 2 minuti. Un'app Ledger Live falsa nel Microsoft Store ha rubato 768.000 dollari in criptovalute, sollevando dubbi...

keepass pubblicità malevola keepass pubblicità malevola
Notizie4 mesi fa

Google: pubblicità malevole che indirizzano a falso sito di Keepass

Tempo di lettura: 2 minuti. Google ospita una pubblicità malevola che indirizza gli utenti a un falso sito di Keepass,...

Notizie4 mesi fa

Nuova tattica per la truffa dell’aggiornamento del browser

Tempo di lettura: 2 minuti. La truffa dell'aggiornamento del browser si rinnova, con i criminali che ora ospitano file dannosi...

Notizie5 mesi fa

Oltre 17.000 siti WordPress compromessi negli attacchi di Balada Injector

Tempo di lettura: 2 minuti. La campagna di hacking Balada Injector ha compromesso oltre 17.000 siti WordPress sfruttando vulnerabilità nei...

Truffe online5 mesi fa

ChatGPT cerca di ingannare cuori solitari appassionati di AI

Tempo di lettura: < 1 minuto. La truffa LoveGPT rappresenta una nuova minaccia nel mondo degli appuntamenti online, sfruttando l'AI...

Notizie5 mesi fa

Nuovo avviso della Polizia Postale: attenzione allo “Spoofing telefonico”

Tempo di lettura: 2 minuti. Attenzione ai tentativi di truffa tramite "Spoofing telefonico": la Polizia Postale avvisa e fornisce consigli...

Tendenza