Connect with us

L'Altra Bolla

La campagna #OpenToMeraviglia tra polemiche e colpi di scena

Tempo di lettura: 2 minuti. La campagna pubblicitaria italiana che ha scatenato le polemiche non solo per i nove milioni spesi

Pubblicato

in data

Tempo di lettura: 2 minuti.

La campagna #OpenToMeraviglia, promossa dal Ministero del Turismo, è finita al centro di un acceso dibattito riguardante l’utilizzo di beni culturali, riprese video straniere utilizzate per promuovere l’Italia e la mancata registrazione del dominio.

Sfruttamento dei beni culturali

Simone Aliprandi ha messo in discussione la corretta autorizzazione per l’utilizzo delle opere d’arte, sottolineando la necessità di una preventiva autorizzazione da parte dell’ente che custodisce l’opera.

Cantina slovena e regista olandese

Selvaggia Lucarelli ha rivelato che alcune scene del video promozionale sono state girate in Slovenia e il regista è olandese, alimentando ulteriormente le polemiche sulla gestione della campagna.

Mancata registrazione del dominio

Un utente sui social media scopre che il nome di dominio italiano della campagna openmeraviglia.it non è stato registrato, dando vita a una serie di colpi di scena e speculazioni possibili grazie al fatto che l’agenzia Testa, beneficiaria del finanziamento da 9 milioni di euro, ha lanciato la campagna pubblicitaria senza registrare il dominio e questo oggi rappresenta un errore strategico di primissimo piano visto che prima di scegliere definitivamente il brand, si cerca un dominio disponibile con il nome da utilizzare per le attività di comunicazione e promozionali. In questo caso è palese che sia stato scelto il marchio senza verificarne la presenza in rete.

L'Altra Bolla

X Rende i “Mi Piace” Privati per tutti gli utenti

Tempo di lettura: < 1 minuto. X (ex Twitter) rende i “Mi Piace” privati per tutti gli utenti, migliorando la privacy e riducendo la pressione sociale sulla piattaforma.

Pubblicato

in data

Twitter X logo
Tempo di lettura: < 1 minuto.

In una mossa che mira a migliorare la privacy degli utenti, X (precedentemente noto come Twitter) ha annunciato che i “Mi Piace” sui post saranno resi privati per tutti gli utenti. Questa decisione segna un cambiamento significativo nella piattaforma di social media, che finora ha mostrato pubblicamente i “Mi Piace” di ogni utente.

Dettagli della Modifica

Implicazioni per la Privacy

La nuova politica di X significa che i “Mi Piace” degli utenti non saranno più visibili ad altri, consentendo una maggiore privacy nelle interazioni e preferenze online. Questo cambiamento potrebbe avere diverse implicazioni:

  • Maggiore Privacy: Gli utenti possono mettere “Mi Piace” a post senza preoccuparsi del giudizio pubblico.
  • Riduzione della Pressione Sociale: La modifica potrebbe ridurre la pressione sociale associata al numero di “Mi Piace” che un post riceve, promuovendo un uso più autentico della piattaforma.
  • Cambiamento nel Comportamento degli Utenti: È possibile che gli utenti siano più disposti a esprimere le loro vere preferenze senza la paura di essere giudicati.

Implementazione della Modifica

Secondo l’annuncio, la transizione sarà automatica e non richiederà azioni da parte degli utenti. La piattaforma si aggiornerà per riflettere questa nuova politica, e i “Mi Piace” esistenti saranno resi privati retroattivamente.

Reazioni degli Utenti e Impatti sulla Piattaforma

Feedback degli Utenti

Le reazioni degli utenti sono state miste. Alcuni accolgono favorevolmente la maggiore privacy, mentre altri ritengono che la trasparenza dei “Mi Piace” fosse un aspetto importante della piattaforma.

Impatti sul Marketing e l’Engagement

Per i creatori di contenuti e i marketer, questa modifica potrebbe influire sulle strategie di engagement. La visibilità dei “Mi Piace” spesso serve come indicatore di popolarità e successo dei post, influenzando le decisioni di marketing e pubblicità.

Prosegui la lettura

L'Altra Bolla

YouTube banna i video di armi?

Tempo di lettura: 2 minuti. YouTube: restrizioni e divieti sui video relativi alle armi da fuoco per migliorare la sicurezza della piattaforma e proteggere i minori.

Pubblicato

in data

Tempo di lettura: 2 minuti.

In una mossa volta a migliorare la sicurezza della piattaforma e affrontare le preoccupazioni relative all’esposizione dei minori a contenuti potenzialmente pericolosi, YouTube sta implementando nuove restrizioni di età e divieti sui video relativi alle armi da fuoco. Questi cambiamenti, che entreranno in vigore il 18 giugno 2024, rappresentano un passo significativo per adattare le pratiche di moderazione dei contenuti di YouTube alle minacce online in evoluzione.

Nuove politiche sui Video di Armi da Fuoco

A partire dal 18 giugno 2024, YouTube imporrà restrizioni di accesso ai video che trattano argomenti specifici legati alle armi da fuoco per i visualizzatori sotto i 18 anni. In particolare, saranno soggetti a restrizioni i video che mostrano:

  • Armi da fuoco fatte in casa: Questo include qualsiasi contenuto che mostra la creazione o l’uso di armi improvvisate.
  • Armi automatiche: I video che raffigurano l’uso o la glorificazione di armi automatiche saranno limitati al pubblico adulto.

Inoltre, YouTube vieterà completamente i video che dimostrano come rimuovere i dispositivi di sicurezza dalle armi da fuoco, indipendentemente dall’età dello spettatore. Questi video non saranno più accessibili sulla piattaforma.

Affrontare le minacce in evoluzione e la Sicurezza degli Utenti

Questo aggiornamento delle politiche riflette l’impegno di YouTube nell’adattare le sue pratiche di moderazione dei contenuti alle minacce online in continua evoluzione. Ad esempio, l’accessibilità crescente della tecnologia di stampa 3D richiede regolamenti più rigidi sulla diffusione delle informazioni su come creare armi da fuoco fatte in casa. Un portavoce di YouTube, Javier Hernandez, ha spiegato che “revisioni regolari con esperti esterni” hanno informato queste decisioni, rappresentando un approccio proattivo alla sicurezza della piattaforma.

Bilanciare la Moderazione dei Contenuti

Le restrizioni sono attentamente calibrate per evitare di ostacolare la creazione di contenuti legittimi. I video che includono armi da fuoco all’interno di videogiochi, film o altri contesti artistici non saranno influenzati. Allo stesso modo, saranno applicate eccezioni per i contenuti considerati di interesse pubblico, come riprese di operazioni militari o di polizia, reportage di notizie e documentazione di zone di guerra. Questo assicura un equilibrio tra la protezione degli utenti più giovani e la facilitazione dell’accesso a contenuti rilevanti per l’informazione pubblica.

Risultati della Ricerca del Tech Transparency Project

L’aggiornamento delle politiche segue uno studio del 2023 condotto dal Tech Transparency Project (TTP), un gruppo di controllo che ha sollevato preoccupazioni riguardo agli algoritmi di YouTube che raccomandano contenuti relativi alle armi da fuoco agli account dei bambini. La loro ricerca, che ha utilizzato account falsi rappresentanti bambini di 9 e 14 anni, ha documentato come il motore di raccomandazione della piattaforma promuovesse video contenenti armi e violenza.

Katie Paul, Direttore del TTP, ha riconosciuto che “l’introduzione delle restrizioni di età sui contenuti delle armi da parte di YouTube è un passo nella giusta direzione”. Tuttavia, ha sottolineato l’importanza di un’implementazione efficace: “Non è chiaro perché l’azienda abbia aspettato così tanto per affrontare questo problema.

Verso un contenuto più sicuro

Le nuove restrizioni e i divieti di YouTube rappresentano un passo significativo verso la creazione di un ambiente online più sicuro per i suoi utenti. Sebbene l’efficacia di questi cambiamenti dipenderà dalla loro implementazione, essi dimostrano un impegno verso la moderazione responsabile dei contenuti e affrontano le preoccupazioni sui potenziali pericoli delle informazioni relative alle armi da fuoco sulla piattaforma. Resta da vedere se queste misure saranno sufficienti e se riusciranno a trovare il giusto equilibrio tra discussioni responsabili sulla proprietà delle armi e la protezione degli utenti più giovani.

Prosegui la lettura

L'Altra Bolla

Come cercare una Canzone su YouTube cantando o fischiando

Tempo di lettura: 2 minuti. Scopri come cercare una canzone su YouTube cantando o fischiettando. Utilizza questa nuova funzione per trovare brani su YouTube e YouTube Music.

Pubblicato

in data

youtube music
Tempo di lettura: 2 minuti.

Se trovare una canzone solo con una vaga memoria del testo o del ritmo potrebbe sembrare un sogno, ora è possibile cercare una canzone su YouTube cantando o fischiettando una parte del brano. Questa nuova funzione di identificazione delle canzoni funziona in modo simile a quella offerta da Google nella sua app e sui dispositivi mobili Pixel. Ora è disponibile anche su YouTube.

Come cercare una Canzone su YouTube cantando o fischiettando

  1. Apri l’app YouTube sul tuo dispositivo mobile Android.
  2. Tocca l’icona di ricerca (lente di ingrandimento) in alto a destra.
  3. Potrebbe apparire un pop-up che chiede di consentire a YouTube di registrare l’audio. Scegli Durante l’uso dell’app o Solo questa volta. (Nota: se scegli “Solo questa volta”, dovrai regolare le impostazioni per usare questa funzione di nuovo).
  4. Seleziona la scheda Canzone in alto.
  5. Dopo alcuni secondi di fischiettio, canto o riproduzione di un brano, appariranno i risultati. Potresti vedere video correlati, link al video musicale della canzone e altri contenuti correlati, inclusi cover, video virali e altro ancora.
  6. Puoi anche filtrare i risultati per Shorts, Video, Non visti, Visti, Recentemente caricati e Live per trovare esattamente ciò che desideri.

Come cercare una canzone su YouTube Music cantando o fischiettando

  1. Apri l’app YouTube Music sul tuo dispositivo mobile Android.
  2. Tocca l’icona di ricerca (lente di ingrandimento) in alto a destra.
  3. Accanto alla piccola icona del microfono a destra della barra di ricerca, dovresti vedere un piccolo simbolo a onda. Selezionalo.
  4. Potrebbe apparire un pop-up che chiede di consentire a YouTube Music di registrare l’audio. Scegli Durante l’uso dell’app o Solo questa volta.
  5. Ti verrà chiesto di riprodurre, fischiettare o cantare una melodia. Cerca di fare del tuo meglio per quanto più tempo possibile. L’IA analizzerà la tua melodia e cercherà di trovare la canzone.
  6. Voilà! Dovresti ottenere il brano con l’opzione di riprodurlo o salvarlo nella tua playlist.

Migliora le tue Playlist e la tua conoscenza musicale

Questa funzione di ricerca dovrebbe funzionare se fornisci informazioni sufficienti. È stata testata più volte con buoni risultati nel riconoscere brani vecchi e nuovi. Su YouTube, puoi esplorare il video della canzone stessa e molti altri contenuti correlati, dalle cover alle interviste con la band. Su YouTube Music, puoi aggiungere facilmente le canzoni alla tua playlist. Tuttavia, non è infallibile.

In alcuni casi, potrebbe trovare una versione diversa del brano rispetto a quella desiderata o una cover invece della versione originale. Nonostante questi piccoli inconvenienti, la funzione è divertente da usare. Se avvicini il telefono alla traccia in riproduzione, l’app sarà quasi sicuramente in grado di identificarla correttamente.

Puoi già utilizzare Google Assistant per identificare le canzoni, ma questa nuova funzione rafforza ulteriormente la posizione di YouTube Music come una delle migliori app per player musicali su Android.

Prosegui la lettura

Facebook

CYBERSECURITY

Microsoft Patch Tuesday Microsoft Patch Tuesday
Sicurezza Informatica8 ore fa

Microsoft Patch Tuesday di giugno risolve 51 vulnerabilità

Tempo di lettura: < 1 minuto. Scopri le ultime patch di sicurezza rilasciate da Microsoft per affrontare 51 vulnerabilità, inclusi...

Polizia Postale csam 2024 Polizia Postale csam 2024
Sicurezza Informatica1 giorno fa

Postale: due arresti e perquisizioni contro il CSAM

Tempo di lettura: < 1 minuto. La Polizia Postale arresta due persone e sequestra migliaia di file pedopornografici in un'operazione...

Sicurezza Informatica1 giorno fa

Gitloker abusa delle notifiche GitHub per diffondere App maligne OAuth

Tempo di lettura: 2 minuti. Gli attacchi Gitloker sfruttano le notifiche di GitHub per distribuire app maligne OAuth: scopri come...

Sicurezza Informatica2 giorni fa

Malicious VSCode Extensions con milioni di installazioni scoperte

Tempo di lettura: 2 minuti. Scoperte estensioni malevole nel VSCode Marketplace con milioni di installazioni, esponendo numerose organizzazioni a rischi...

Sicurezza Informatica4 giorni fa

Oltre 5,5 milioni di utenti a rischio: malware trovato in App popolari per Android

Tempo di lettura: 4 minuti. Scoperto malware in oltre 90 app popolari per Android, mettendo a rischio 5,5 milioni di...

Multilingua4 giorni fa

DarkGate e l’iniezione di Template Remoti: nuove tattiche di attacco

Tempo di lettura: 2 minuti. Nuove tattiche di DarkGate: iniezione di template remoti per aggirare le difese e infettare con...

Sicurezza Informatica4 giorni fa

Vulnerabilità critica in PHP: rischio esecuzione codice remoto

Tempo di lettura: 2 minuti. Vulnerabilità critica CVE-2024-4577 in PHP, come sfruttarla e le raccomandazioni per proteggere i server Windows:...

Sicurezza Informatica5 giorni fa

Cisco risolve vulnerabilità di WebEx che espone le Comunicazioni Governative

Tempo di lettura: 2 minuti. Cisco ha risolto una vulnerabilità in WebEx che permetteva l'accesso non autorizzato alle informazioni delle...

Multilingua5 giorni fa

LightSpy: la nuova minaccia per macOS

Tempo di lettura: 3 minuti. Il malware LightSpy che prende di mira i dispositivi macOS, i metodi di infezione e...

Microsoft Windows 11 Recall Microsoft Windows 11 Recall
Sicurezza Informatica6 giorni fa

Microsoft Recall a rischio con il Tool TotalRecall

Tempo di lettura: 2 minuti. Microsoft Recall presenta rischi significativi per la sicurezza con il tool TotalRecall in grado di...

Truffe recenti

fbi fbi
Sicurezza Informatica1 settimana fa

FBI legge Matrice Digitale? Avviso sulle truffe di lavoro Online

Tempo di lettura: 2 minuti. L'FBI segnala un aumento delle truffe lavoro da casa con pagamenti in criptovaluta, offrendo consigli...

Sicurezza Informatica2 settimane fa

Milano: operazione “Trust”, frodi informatiche e riciclaggio di criptovaluta

Tempo di lettura: 2 minuti. Scoperta un'organizzazione criminale transnazionale specializzata in frodi informatiche e riciclaggio di criptovaluta nell'operazione "Trust"

Inchieste2 settimane fa

Truffa lavoro Online: analisi metodo Mazarsiu e consigli

Tempo di lettura: 4 minuti. Mazarsiu e Temunao sono solo due portali di arrivo della truffa di lavoro online che...

Inchieste3 settimane fa

Mazarsiu e Temunao: non solo truffa, ma un vero metodo

Tempo di lettura: 4 minuti. Le inchieste su Temunao e Marasiu hanno attivato tante segnalazioni alla redazione di persone che...

Pharmapiuit.com Pharmapiuit.com
Inchieste4 settimane fa

Pharmapiuit.com : sito truffa online dal 2023

Tempo di lettura: 2 minuti. Pharmapiuit.com è l'ultimo sito truffa ancora online di una serie di portali che promettono forti...

Temunao.Top Temunao.Top
Inchieste4 settimane fa

Temunao.Top: altro sito truffa che promette lavoro OnLine

Tempo di lettura: 2 minuti. Temunao.top è l'ennesimo sito web truffa che promette un premio finale a coloro che effettuano...

Inchieste4 settimane fa

Attenti a Mazarsiu.com : offerta lavoro truffa da piattaforma Adecco

Tempo di lettura: 2 minuti. Dalla piattaforma Adecco ad un sito che offre lavoro attraverso le Google Ads: è la...

Sicurezza Informatica1 mese fa

BogusBazaar falsi e-commerce usati per una truffa da 50 milioni

Tempo di lettura: 2 minuti. Oltre 850,000 persone sono state ingannate da una rete di 75,000 falsi negozi online, con...

Sicurezza Informatica1 mese fa

Truffatori austriaci scappano dagli investitori, ma non dalla legge

Tempo di lettura: 2 minuti. Le forze dell'ordine hanno smascherato e arrestato un gruppo di truffatori austriaci dietro una frode...

Shein Shein
Truffe online2 mesi fa

Truffa dei buoni SHEIN da 300 euro, scopri come proteggerti

Tempo di lettura: < 1 minuto. La truffa dei buoni SHEIN da 300 euro sta facendo nuovamente vittime in Italia,...

Tech

Google Chrome iPhone Google Chrome iPhone
Tech9 minuti fa

Aggiornamenti Beta di Chrome per iOS e ChromeOS

Tempo di lettura: < 1 minuto. Scopri i dettagli degli ultimi aggiornamenti beta di Chrome per iOS e ChromeOS, incluse...

Tech26 minuti fa

AlmaLinux supporta Raspberry Pi 5

Tempo di lettura: 2 minuti. AlmaLinux annuncia il supporto per Raspberry Pi 5, espandendo le possibilità per gli appassionati di...

Tech2 ore fa

Windows KB5039212 e KB5039211: novità, correzioni e migrazione da DirectAccess a Always On VPN

Tempo di lettura: 2 minuti. Scopri le novità e le correzioni degli aggiornamenti KB5039212 e KB5039211 per Windows, e la...

Tech2 ore fa

Samsung Galaxy Watch 7, Ultra e FE: dettagli e lancio imminente

Tempo di lettura: 3 minuti. Scopri le specifiche e le novità dei Samsung Galaxy Watch 7, Watch Ultra e Watch...

Tech2 ore fa

Leap 15.6: nuove scelte per gli utenti di openSUSE

Tempo di lettura: 2 minuti. Scopri le nuove funzionalità di Leap 15.6, il sistema operativo robusto e sicuro di openSUSE,...

Tech2 ore fa

Gli Smart Ring possono sostituire gli Smartwatch?

Tempo di lettura: 3 minuti. Scopri se gli smart ring possono sostituire gli smartwatch, analizzando vantaggi, funzionalità e limiti di...

Smartphone3 ore fa

HMD lancia 105 e 110 mentre ritorna Nokia Lumia

Tempo di lettura: 3 minuti. HMD Global lancia i telefoni HMD 105 e 110 in India e annuncia il ritorno...

Smartphone3 ore fa

Xiaomi 14 Civi: fotocamera eccezionale e batteria a lunga durata

Tempo di lettura: 2 minuti. Scopri Xiaomi 14 Civi con fotocamera eccezionale e batteria a lunga durata, ora disponibile globalmente.

Smartphone3 ore fa

One UI 7 e Android 15: modalità Lockdown in arrivo

Tempo di lettura: 2 minuti. One UI 7.0 e Android 15 migliorano la sicurezza dei dispositivi Galaxy con la prevenzione...

Google Pixel Google Pixel
Tech3 ore fa

Google Pixel 8 e Watch 2: Gemini Nano e Android 14 QPR3

Tempo di lettura: 3 minuti. Nuove funzionalità AI di Gemini Nano su Pixel 8 e 8a, gli aggiornamenti di sicurezza...

Tendenza