Connect with us

L'Altra Bolla

Twitch aggiorna le Linee Guida: stop a schermate su parti intime

Tempo di lettura: < 1 minuto. Twitch aggiorna le linee guida per vietare la focalizzazione su parti intime del corpo, in risposta alla tendenza di proiettare gameplay su seni e glutei.

Pubblicato

in data

Twitch parti intime
Tempo di lettura: < 1 minuto.

Twitch ha annunciato un aggiornamento delle proprie linee guida per la community, introducendo una regola specifica che vieta la focalizzazione prolungata su parti intime del corpo durante le trasmissioni. Questa mossa risponde direttamente alla recente tendenza, detta “meta”, in cui i streamer proiettano il gameplay su parti del corpo come seni o glutei, utilizzando schermi verdi.

Nuove regole per una Community Migliore

A partire dal 29 marzo, contenuti che mettono in evidenza per periodi prolungati parti intime del corpo non saranno più permessi su Twitch. Questa decisione mira a contrastare una pratica diventata popolare grazie a Morgpie, streamer nota per esplorare i limiti delle politiche di Twitch. In precedenza, aveva trasmesso sessioni di gioco di Fortnite con il gioco proiettato sulle proprie natiche e, in un’altra occasione, aveva indossato una maglietta con taglio green screen che lasciava visibili solo testa e torace.

Altri streamer hanno seguito questa “nuova meta” proiettando il gameplay su varie parti del corpo. Tuttavia, con l’annuncio di oggi, tale attività diventerà un reato punibile con il ban.

Riflessioni sulle Politiche di Twitch

Questo aggiornamento è l’ultimo di una serie di modifiche alle linee guida di Twitch, che si sforza di tenere il passo con i creatori di contenuti più audaci della piattaforma. A dicembre, Twitch aveva allentato la propria politica sulla nudità, consentendo l’evidenziazione di seni, glutei o regioni pelviche, purché lo stream fosse etichettato correttamente. Tuttavia, la politica è stata rapidamente revocata dopo che gli streamer hanno superato i limiti consentiti.

In gennaio, Twitch ha aggiornato nuovamente le sue linee guida per bandire la nudità implicita, in risposta a creatori, inclusa Morgpie, che trasmettevano in angolazioni che suggerivano l’assenza di vestiti.

L’ultima regola entrerà in vigore il 29 marzo. Resta da vedere come gli streamer reagiranno e si adatteranno a questa nuova restrizione.

L'Altra Bolla

Spotify arriva il Remix per competere con le “accelerate” di TikTok

Tempo di lettura: 2 minuti. Spotify sta sviluppando funzioni di remix per permettere agli utenti di modificare canzoni, competendo con le tendenze di TikTok

Pubblicato

in data

Tempo di lettura: 2 minuti.

Spotify sta introducendo nuove funzionalità di remix ispirate a TikTok, puntando a sfruttare la popolarità del social media attraverso strumenti che permetteranno agli abbonati di modificare le tracce dei loro artisti preferiti. Queste modifiche includono l’accelerazione delle canzoni, la creazione di mash-up e altre forme di editing, che possono essere salvate per ascolti ripetuti.

Dettagli della Funzionalità

Gli strumenti di remix di Spotify consentiranno agli utenti di modificare la velocità delle canzoni, una pratica già popolare tra i giovani adulti su TikTok. Infatti, nel 2023, il 38% delle canzoni sulla piattaforma aveva subito modifiche di velocità o tonalità, un aumento rispetto al 25% dell’anno precedente. Queste modifiche sono spesso utilizzate per evitare protezioni sui diritti d’autore o dispute contrattuali che altrimenti porterebbero alla rimozione delle tracce dalla piattaforma.

Implicazioni per gli Artisti e le Etichette

A differenza dei remix non autorizzati che spesso non generano entrate per artisti ed etichette perché difficili da tracciare, l’approccio di Spotify potrebbe aprire nuove fonti di reddito per gli artisti poiché i remix sarebbero collegati alla registrazione originale. Questo metodo permetterebbe agli artisti di ricevere royalty o altre compensazioni per il loro lavoro senza dover pubblicare molteplici versioni della loro musica sulla piattaforma.

Accessibilità e Prezzi

Si prevede che Spotify renda disponibili alcuni di questi strumenti di base attraverso l’abbonamento standard a Spotify Premium, che parte da 10,99 dollari al mese, o 5,99 dollari per gli studenti. Funzionalità più avanzate potrebbero essere riservate al tier “Supremium” di Spotify, che include anche Spotify HiFi, la tanto attesa funzionalità di streaming audio senza perdite.

Tendenze del Mercato

Questo sviluppo segue una tendenza più ampia nel settore della musica digitale, dove i bot alimentati dall’intelligenza artificiale stanno diventando strumenti comuni per personalizzare l’esperienza utente e semplificare le interazioni. Pex, una società di analisi dei contenuti, ha stimato che almeno l’1% di tutte le canzoni sui servizi di streaming come Spotify, Apple Music, Deezer e Tidal sono audio modificato, che può generare milioni di dollari di entrate cumulative per gli uploader anziché per i titolari dei diritti originali.

Con l’introduzione di queste funzionalità di remix, Spotify non solo mira a migliorare l’engagement degli utenti ma anche a stabilire nuovi standard nel modo in cui la musica viene consumata e monetizzata nel digitale. Sarà interessante vedere come queste nuove capacità influenzeranno il panorama della musica digitale e la creatività degli utenti nella creazione di nuove esperienze musicali.

Prosegui la lettura

L'Altra Bolla

Discord chiude i Server degli Emulatori Nintendo Switch

Tempo di lettura: 2 minuti. Discord ha chiuso i server degli emulatori Nintendo Switch, Suyu e Sudachi, sollevando questioni su trasparenza e politiche di enforcement.

Pubblicato

in data

Discord Emulatore Nintento Switch
Tempo di lettura: 2 minuti.

Discord ha recentemente preso provvedimenti drastici contro gli sviluppatori degli emulatori Nintendo Switch, Suyu e Sudachi, chiudendo i loro server e disabilitando completamente gli account dei loro sviluppatori principali. Questa mossa solleva questioni significative riguardo alle politiche di Discord e le loro implicazioni per la comunità di sviluppatori.

Contesto della Controversia

Suyu e Sudachi, entrambi derivati dal più noto emulatore Yuzu (che è stato oggetto di cause legali da parte di Nintendo), sono stati chiusi senza una spiegazione dettagliata da parte di Discord. Sebbene Discord abbia citato il rispetto di una “ingiunzione del tribunale” come motivo per la disattivazione, la natura precisa delle accuse e la legittimità delle richieste di rimozione DMCA rimangono poco chiare.

La risposta di Discord

In una dichiarazione, un rappresentante di Discord ha affermato che la piattaforma risponde a tutte le richieste legittime di DMCA e agisce in conformità con le ordinanze giudiziarie. Tuttavia, Discord non ha fornito dettagli specifici su una richiesta di DMCA valida o su come esattamente le comunità di Suyu e Sudachi violassero i diritti di proprietà intellettuale, sollevando dubbi sulla trasparenza e coerenza delle loro azioni di enforcement.

Impatto sui Sviluppatori

I sviluppatori dietro a Suyu e Sudachi hanno ricevuto comunicazioni vaghe su presunte violazioni dei diritti di proprietà intellettuale, con poche o nessuna informazione aggiuntiva fornita. Questo ha lasciato molti nel dubbio e ha alimentato frustrazioni nella comunità degli sviluppatori, con alcuni che si sono sentiti ingiustamente penalizzati senza un adeguato processo.

Considerazioni legali e Comunitarie

L’approccio di Discord solleva interrogativi sull’equilibrio tra il rispetto dei diritti di proprietà intellettuale e il supporto alla comunità di sviluppatori. Mentre le piattaforme come Discord hanno il diritto di gestire i contenuti come ritengono opportuno, la mancanza di trasparenza e coerenza può erodere la fiducia degli utenti e influenzare negativamente la comunità di sviluppatori.

La chiusura dei server di Suyu e Sudachi da parte di Discord è un promemoria del potere che le piattaforme online hanno sugli sviluppatori e le comunità. Mentre la situazione continua a svilupparsi, resta da vedere come Discord gestirà le future controversie e se prenderà misure per migliorare la trasparenza e la coerenza nelle sue politiche di enforcement.

Prosegui la lettura

L'Altra Bolla

X rimuove la possibilità di nascondere le spunte blu per gli utenti Premium

Tempo di lettura: 2 minuti. X elimina l’opzione per utenti premium di nascondere le spunte blu. Modifiche influenzano visibilità e politiche di verifica.

Pubblicato

in data

Tempo di lettura: 2 minuti.

La rete sociale X, di proprietà di Elon Musk, sta rimuovendo la funzionalità che permetteva agli utenti Premium di nascondere le loro spunte blu di verifica. Questa caratteristica, introdotta l’anno scorso, sarà presto disattivata, sebbene non sia stata fornita una tempistica precisa per questa modifica.

Cambiamenti e implicazioni per gli Utenti Premium
Originariamente, la funzione permetteva agli utenti dei piani Premium e Premium+ di nascondere le spunte blu sul proprio profilo e nei post, pur mantenendo alcune limitazioni: la spunta blu poteva comunque apparire in alcune aree e alcune funzionalità potevano rivelare l’esistenza di un abbonamento attivo. La decisione di rimuovere questa opzione segue la rimozione della sezione corrispondente dalla pagina di supporto di X Premium, avvenuta la settimana scorsa.

Evoluzione della Politica delle spunte blu
Ad inizio mese, X ha iniziato a distribuire spunte blu agli utenti influenti con più di 2.500 follower “verificati”, offrendo loro l’abbonamento Premium e, per chi possiede più di 5.000 follower verificati, l’abbonamento Premium+. Questo movimento segna un ritorno alla politica originale di verifica, che privilegiava la notorietà degli utenti piuttosto che la loro semplice volontà di pagare per un abbonamento.

Rivisitazione della politica dei Checkmark

Il checkmark blu, un tempo, era un simbolo di status che indicava che un utente era influente in qualche modo, capace di ridurre la diffusione di informazioni false. Questo era prima dell’era del checkmark blu a pagamento, introdotta sotto la gestione di Musk. Oggi, con l’obiettivo di ridurre le critiche e rafforzare l’autenticità, X ha deciso di offrire il checkmark agli utenti che dimostrano un seguito significativo e impegnato.

La controversia e le reazioni degli Utenti

Non tutti gli utenti sono entusiasti di questa politica. Alcuni utenti, riconosciuti come influenti e quindi destinatari del checkmark, hanno espresso frustrazione, sentendosi costretti ad accettare un simbolo che non desiderano. Questa situazione ha suscitato un dibattito sulla validità e sul significato del checkmark nell’era moderna.

Prosegui la lettura

Facebook

CYBERSECURITY

Notizie22 ore fa

Intensificazione delle operazioni di influenza digitale da parte di Cina e Corea del Nord

Tempo di lettura: 2 minuti. Nuovi report evidenziano l'intensificarsi delle operazioni di influenza digitale da parte di Cina e Corea...

hacker che studia hacker che studia
Cyber Security2 giorni fa

Dove Studiare Sicurezza Informatica in Italia: Guida alle Migliori Opzioni

Tempo di lettura: 2 minuti. Ci sono molte opzioni disponibili per coloro che desiderano studiare sicurezza informatica in Italia. Che...

trasformazione digitale trasformazione digitale
Cyber Security2 giorni fa

Il Ruolo e le Responsabilità del Responsabile per la Transizione Digitale nelle Pubbliche Amministrazioni

Tempo di lettura: 2 minuti. Il Responsabile per la Transizione Digitale svolge un ruolo fondamentale nell'accelerare e guidare la trasformazione...

Router TP-Link Router TP-Link
Cyber Security4 giorni fa

Rivelate nuove vulnerabilità nei Router TP-Link

Tempo di lettura: 2 minuti. Scoperte nuove vulnerabilità in router TP-Link e software IoT, con rischi di reset e accessi...

Notizie6 giorni fa

NIS2: webinar gratuito rivolto alle imprese in balia del provvedimento

Tempo di lettura: 2 minuti. Cos'è la NIS2 e cosa bisogna fare per essere in regola: CoreTech organizza un webinar...

Notizie7 giorni fa

Post sull’Intelligenza Artificiale diffondono malware sui social

Tempo di lettura: 2 minuti. Bitdefender svela strategie di malvertising che usano l'AI per diffondere malware su social media, impersonando...

Sansec scopre una backdoor all'interno di Magento Sansec scopre una backdoor all'interno di Magento
Notizie7 giorni fa

Sansec scopre una backdoor all’interno di Magento: commercianti a rischio

Tempo di lettura: 2 minuti. Scoperta una backdoor persistente in Magento, nascosto nel codice XML. Scopri come proteggere il tuo...

Notizie1 settimana fa

L’aumento del prezzo degli exploit Zero-Day in un panorama di maggiore sicurezza

Tempo di lettura: 2 minuti. Gli exploit zero-day guadagnano valore con Crowdfense che offre fino a 7 milioni di dollari...

NAS D-Link vulnerabilità NAS D-Link vulnerabilità
Notizie1 settimana fa

Oltre 92.000 dispositivi NAS D-Link esposti per una vulnerabilità

Tempo di lettura: 2 minuti. Scoperta vulnerabilità nei dispositivi NAS D-Link esposti: oltre 92.000 unità presentano un account backdoor, senza...

Notizie1 settimana fa

CoralRaider mira ai dati e agli account social

Tempo di lettura: 2 minuti. Cisco Talos svela "CoralRaider", un attore di minaccia vietnamita che mira a rubare credenziali e...

Truffe recenti

Shein Shein
Truffe online6 giorni fa

Truffa dei buoni SHEIN da 300 euro, scopri come proteggerti

Tempo di lettura: < 1 minuto. La truffa dei buoni SHEIN da 300 euro sta facendo nuovamente vittime in Italia,...

OSINT4 settimane fa

USA interviene per recuperare 2,3 Milioni dai “Pig Butchers” su Binance

Tempo di lettura: 2 minuti. Il Dipartimento di Giustizia degli USA interviene per recuperare 2,3 milioni di dollari in criptovalute...

dimarcoutletfirenze sito truffa dimarcoutletfirenze sito truffa
Inchieste2 mesi fa

Truffa dimarcoutletfirenze.com: merce contraffatta e diversi dalle prenotazioni

Tempo di lettura: 2 minuti. La segnalazione alla redazione di dimarcoutletfirenze.com si è rivelata puntuale perchè dalle analisi svolte è...

sec etf bitcoin sec etf bitcoin
Economia3 mesi fa

No, la SEC non ha approvato ETF del Bitcoin. Ecco perchè

Tempo di lettura: 3 minuti. Il mondo delle criptovalute ha recentemente assistito a un evento senza precedenti: l’account Twitter ufficiale...

Notizie4 mesi fa

Europol mostra gli schemi di fronde online nel suo rapporto

Tempo di lettura: 2 minuti. Europol’s spotlight report on online fraud evidenzia che i sistemi di frode online rappresentano una grave...

Notizie5 mesi fa

Polizia Postale: attenzione alla truffa dei biglietti ferroviari falsi

Tempo di lettura: < 1 minuto. Gli investigatori della Polizia Postale hanno recentemente individuato una nuova truffa online che prende...

app ledger falsa app ledger falsa
Notizie5 mesi fa

App Falsa di Ledger Ruba Criptovalute

Tempo di lettura: 2 minuti. Un'app Ledger Live falsa nel Microsoft Store ha rubato 768.000 dollari in criptovalute, sollevando dubbi...

keepass pubblicità malevola keepass pubblicità malevola
Notizie6 mesi fa

Google: pubblicità malevole che indirizzano a falso sito di Keepass

Tempo di lettura: 2 minuti. Google ospita una pubblicità malevola che indirizza gli utenti a un falso sito di Keepass,...

Notizie6 mesi fa

Nuova tattica per la truffa dell’aggiornamento del browser

Tempo di lettura: 2 minuti. La truffa dell'aggiornamento del browser si rinnova, con i criminali che ora ospitano file dannosi...

Notizie6 mesi fa

Oltre 17.000 siti WordPress compromessi negli attacchi di Balada Injector

Tempo di lettura: 2 minuti. La campagna di hacking Balada Injector ha compromesso oltre 17.000 siti WordPress sfruttando vulnerabilità nei...

Tech

Ubuntu 24.10 e Debian 13 "Trixie" rinnovano l'interfaccia della linea di comando APT Ubuntu 24.10 e Debian 13 "Trixie" rinnovano l'interfaccia della linea di comando APT
Tech5 ore fa

Ubuntu 24.10 e Debian 13 “Trixie” rinnovano l’interfaccia della linea di comando APT

Tempo di lettura: 2 minuti. Nuove funzionalità dell'interfaccia della linea di comando APT in Ubuntu 24.10 e Debian 13 "Trixie",...

Samsung Galaxy aggiornamenti sicurezza Samsung Galaxy aggiornamenti sicurezza
Tech23 ore fa

Aggiornamenti di sicurezza e funzionalità AI per i dispositivi Galaxy

Tempo di lettura: 1 minuto. Ultimi aggiornamenti di sicurezza e le nuove funzionalità AI per i dispositivi Samsung Galaxy S20...

Huawei band 9 Huawei band 9
Tech23 ore fa

Huawei Band 9: disponibilità in Cina a un prezzo competitivo

Tempo di lettura: 2 minuti. Il Huawei Band 9 ora disponibile in Cina: scopri questo dispositivo fitness leggero e ricco...

Meta logo Meta logo
Tech23 ore fa

Introduzione al Chatbot Meta AI su Instagram

Tempo di lettura: 2 minuti. Esplora il nuovo chatbot Meta AI su Instagram, una funzionalità che potrebbe cambiare il modo...

iphone 16 pro batteria iphone 16 pro batteria
Tech1 giorno fa

Come verificare la salute della batteria del tuo iPhone

Tempo di lettura: 2 minuti. Scopri come verificare la salute della batteria del tuo iPhone e capire quando è il...

KDE Plasma 6 KDE Plasma 6
Tech1 giorno fa

KDE Frameworks 6.1: novità in vista del desktop environment KDE Plasma 6.1

Tempo di lettura: 2 minuti. Scopri le novità di KDE Frameworks 6.1, anticipando il rilascio dell'ambiente desktop KDE Plasma 6.1...

Galaxy AI Galaxy AI
Tech1 giorno fa

Funzionalità AI Galaxy in arrivo sui vecchi modelli Samsung: ecco quali

Tempo di lettura: 2 minuti. Samsung aggiorna i dispositivi S21 e S22 con funzionalità Galaxy AI, migliorando l'usabilità e estendendone...

Pixel 8a Pixel 8a
Tech2 giorni fa

Anteprima colori del Google Pixel 8a: render ufficiali

Tempo di lettura: 2 minuti. Nuovi render ufficiali del Google Pixel 8a sono stati pubblicati, rivelando il dispositivo in quattro...

Tech2 giorni fa

Windows 11: Microsoft insiste sul migrare a Windows 10

Tempo di lettura: 2 minuti. Microsoft sta spingendo aggressivamente gli utenti di Windows 10 a passare a Windows 11 attraverso...

WhatsApp usa l'intelligenza artificiale generativa WhatsApp usa l'intelligenza artificiale generativa
Tech2 giorni fa

Integrazione AI di WhatsApp: verso una messaggistica più intelligente

Tempo di lettura: 2 minuti. L'AI di WhatsApp potrebbe trasformare l'esperienza di messaggistica, rendendo le comunicazioni quotidiane più efficienti e...

Tendenza