Connect with us

Tech

Aggiornamenti nei browser Firefox 125 e Chrome Beta

Tempo di lettura: 2 minuti. Esplora le ultime novità di Firefox 125 e Chrome Beta, includendo miglioramenti all’usabilità, sicurezza e stabilità

Pubblicato

in data

Firefox Chrome
Tempo di lettura: 2 minuti.

Recentemente, Mozilla e Google hanno rilasciato aggiornamenti significativi per i loro browser, Firefox e Chrome, rispettivamente. Firefox 125 introduce nuove funzionalità per migliorare l’usabilità e la sicurezza, mentre Chrome ha aggiornato il suo canale Beta con miglioramenti tecnici. Entrambi gli aggiornamenti riflettono l’impegno continuo delle aziende per migliorare l’esperienza online degli utenti.

Firefox 125: miglioramenti e funzionalità

Firefox 125 porta una serie di nuove funzionalità:

  • Suggerimento Incolla URL: Rileva automaticamente gli URL copiati negli appunti e offre di aprirli direttamente nella barra degli indirizzi.
  • Evidenziazione in documenti PDF: Supporta l’evidenziazione del testo nei PDF.
  • Supporto codec AV1: Migliora la compatibilità con i contenuti multimediali crittografati.
  • Protezione Download Estesa: Blocca i download da URL potenzialmente non sicuri.
  • Ricerca in Container Specifici: Permette di cercare tra le schede aperte in diversi container.

Chrome Beta: Aggiornamento Tecnico

L’aggiornamento più recente di Chrome Beta, versione 124.0.6367.60, è stato rilasciato per Windows, Mac e Linux. Questo aggiornamento è centrato su miglioramenti tecnici, la cui lista dettagliata è disponibile nel registro Git del progetto Chromium. Gli utenti interessati possono consultare le modifiche o segnalare nuovi problemi attraverso il sistema di reporting bug di Google.

Confronto e implicazioni

Mentre Firefox 125 si concentra sull’aggiunta di funzionalità che migliorano direttamente l’interazione degli utenti con il browser, Chrome continua a perfezionare le sue prestazioni e stabilità nel canale Beta. Questi sviluppi non solo migliorano l’esperienza degli utenti, ma dimostrano anche come i principali player nel campo dei browser stiano innovando continuamente per mantenere e espandere la loro base di utenti.

Con l’uscita di Firefox 125 e l’aggiornamento del Chrome Beta, Mozilla e Google stanno entrambi spingendo i confini di ciò che i browser web possono fare. Questi aggiornamenti non solo migliorano l’esperienza dell’utente finale, ma stabiliscono anche un benchmark per la sicurezza, l’usabilità e la performance nel continuo sviluppo del software di navigazione.

Smartphone

POCO F6 vs POCO X6 Pro: quale scegliere?

Tempo di lettura: 3 minuti. Confronto tra POCO F6 e POCO X6 Pro: specifiche, prestazioni, fotocamere, design e prezzo. Scopri quale smartphone è il migliore per te.

Pubblicato

in data

Tempo di lettura: 3 minuti.

Il POCO F6 e il POCO X6 Pro rappresentano due delle opzioni più interessanti nel segmento degli smartphone di fascia media. Con il POCO F6 che vanta il chipset Qualcomm Snapdragon 8s Gen 3 e il POCO X6 Pro alimentato dal MediaTek Dimensity 8300 Ultra, entrambi i telefoni offrono caratteristiche impressionanti a prezzi competitivi. Vediamo come si confrontano in termini di design, specifiche, prestazioni, fotocamere e prezzo.

Specifiche a confronto

Design

Il POCO F6 presenta un design con unibody in plastica, bordi piatti e un pannello posteriore strutturato e luccicante, rendendolo leggero e comodo per un uso prolungato. È anche certificato IP64 per la resistenza alla polvere e all’acqua.

Il POCO X6 Pro ha un design con una prominente decorazione della fotocamera che impedisce il tremolio quando viene posato in piano e ha lati curvi per una presa confortevole. Tuttavia, è solo certificato IP54, rendendolo meno resistente agli elementi rispetto al POCO F6.

Display

Entrambi i dispositivi hanno display AMOLED da 6,67 pollici con risoluzione 1.5K e supportano Dolby Vision e HDR10+. Tuttavia, il POCO F6 offre una luminosità di picco di 2400 nits rispetto ai 1800 nits del POCO X6 Pro, rendendolo migliore per la visibilità alla luce diretta del sole.

Prestazioni

Il POCO F6, con il suo Snapdragon 8s Gen 3, offre prestazioni eccellenti, con punteggi superiori su AnTuTu e Geekbench. Gestisce multitasking pesante e giochi impegnativi senza problemi significativi di riscaldamento.

SpecifichePOCO F6POCO X6 Pro
Display6.67 pollici AMOLED 1.5K, 120Hz, 1200 nits, Gorilla Glass Victus6.67 pollici AMOLED 1.5K, 120Hz, 1800 nits, Gorilla Glass 5
Dimensioni160.5 x 74.5 x 8 mm160.5 x 74.3 x 8.3 mm
Peso179g186/190g
SoftwareAndroid 14-based HyperOSAndroid 14-based HyperOS
Fotocamera Posteriore50MP principale, 8MP ultrawide64MP principale, 8MP ultrawide, 2MP macro
Fotocamera Frontale20MP16MP
Video4K a 60fps4K a 40fps
SoCQualcomm Snapdragon 8s Gen 3MediaTek Dimensity 8300 Ultra
Batteria e Carica5000mAh, 90W charging5000mAh, 67W charging
Memoria e Archiviazione8GB/12GB RAM, 256GB/512GB UFS 4.08GB/12GB RAM, 256GB/512GB UFS 4.0
ColoriNero, Verde, TitanioNero, Giallo, Grigio
Prezzo scopri su Amazonscopri su Amazon

Il POCO X6 Pro, alimentato dal Dimensity 8300 Ultra, offre anche buone prestazioni, ma con punteggi leggermente inferiori nei benchmark rispetto al POCO F6. Anche se si riscalda un po’ con l’uso prolungato, mantiene un buon controllo termico.

Fotocamere

Il POCO F6 dispone di una fotocamera principale da 50MP con OIS e una fotocamera ultrawide da 8MP. La fotocamera frontale da 20MP cattura toni della pelle accurati alla luce del giorno ma ha dettagli facciali sottotono in condizioni di scarsa illuminazione.

Il POCO X6 Pro offre una configurazione a tripla fotocamera con una fotocamera principale da 64MP, una ultrawide da 8MP e una macro da 2MP. Le immagini sono nitide anche in condizioni di scarsa illuminazione, ma con qualche rumore.

Batteria e Carica

Entrambi i telefoni sono dotati di batterie da 5000mAh. Il POCO F6 supporta la ricarica rapida a 90W, ricaricandosi completamente in circa 30 minuti. Il POCO X6 Pro supporta la ricarica a 67W, impiegando circa 40-45 minuti per una ricarica completa.

Il POCO F6 offre prestazioni superiori, una migliore protezione del display e una ricarica più rapida, rendendolo una scelta eccellente per chi cerca uno smartphone di fascia media con prestazioni di alto livello. Tuttavia, con un prezzo leggermente più alto rispetto al POCO X6 Pro, potrebbe non essere la scelta migliore per chi ha un budget più ristretto. Entrambi i dispositivi offrono ottime caratteristiche, rendendo il POCO X6 Pro una valida alternativa più economica. Leggi altri confronti smartphone

Prosegui la lettura

Intelligenza Artificiale

Simona Loizzo: “AI e Digitalizzazione la migliorano sanità pubblica”

Tempo di lettura: 4 minuti. Sanità pubblica a rischio oppure in fase di ripensamento grazie ad AI e tecnologie come sostiene l’On. Simona Loizzo?

Pubblicato

in data

Tempo di lettura: 4 minuti.

Il 7 giugno è vicino e la data delle elezioni al Parlamento Europeo attende gli italiani ad una scelta che deciderà le sorti del Paese nello scacchiere geopolitico continentale per i prossimi 5 anni. Tra i tanti candidati al voto, c’è la dottoressa Simona Loizzo della Lega che si confronta con Matrice Digitale sulla sua attività politica nell’attuale parlamento italiano sul fronte della Sanità proiettata verso l’innovazione digitale e l’era dell’intelligenza artificiale. L’onorevole Loizzo è un medico, primario odontoiatra, direttore dipartimento chirurgico azienda ospedaliera A.O. di Cosenza ed è stata eletta tra le fila di Matteo Salvini nell’ultima tornata politica nazionale nella circoscrizione Calabria.

In questi giorni, in cui si sente parlare di Sanità, tutto viene in mente tranne che l’innovazione visti i toni preoccupati ed i fatti di cronaca che raccontano di una assistenza sanitaria pubblica tremolante e sempre più precaria.

Da medico e da Parlamentare specializzata sul tema, lei che ne pensa? Rischiamo di perdere la sanità pubblica?

Il sistema sanitario nazionale va ripensato grazie anche alle nuove tecnologie ed attesto che questo governo, con un finanziamento di 2 miliardi in più per ogni anno dal 2023 al 2026, ha più contribuito al fondo sanitario nazionale, ma c’è la difficoltà di una contrattualistica nelle aree non emergenziali che sono meno convenienti per i medici e questo ci porta ad avere maggiori problemi di organico. La sanità italiana attrae di meno le professionalità rispetto ad altri paesi.

Perché ha deciso di passare al Parlamento Europeo durante la sua avventura in quello italiano? Eppure Meloni garantisce che questo governo durerà per tutto l’arco dei 5 anni.

Il primo dei motivi è sicuramente di spirito di servizio per il partito e per rafforzare il SUD su cui la Lega di Salvini ha investito almeno 100 miliardi di euro e nutro grandi timori per un’Europa guidata da Macron che rischia di facilitare l’ingresso nel mercato di cibi sintetici. Temo che ci possa essere meno attenzione sull’immigrazione e che possa arrivare una maggiore applicazione delle politiche green che fino ad oggi si sono dimostrate improduttive per i sistemi economici di tutti i paesi.

Macron però ha aperto alla candidatura del nostro connazionale Draghi alla guida della Commissione Europea, non le sta bene?

Io penso che sia una iattura l’ipotesi Draghi e ritengo che lo sia anche un secondo mandato di Von der Leyen che ha dimostrato di non essere consona al ruolo ricoperto in questi anni. Più ombre che luci per intenderci e, tra l’altro, non è gradita al gruppo dei conservatori e nemmeno a quello dei sovranisti.

Mi tolga una curiosità, essendo i due gruppi diversi tra loro, la presenza di Le Pen al congresso dei conservatori ospitato da Vox può significare che la politica francese abbia scaricato proprio voi della Lega per unirsi a Meloni?

Rispondo alla sua provocazione con una domanda: “E se ci fosse qualcosa che bolle in pentola con qualche scenario che si possa aprire nel breve termine seppur attualmente non visibile?”.

Da medico e parlamentare, qual è stata la sua principale battaglia?

La mia battaglia personale che rivendico con orgoglio l’ho fatta sui farmaci innovativi, quelli a cui sono stati riconosciuti un bisogno ed un valore terapeutico aggiunto entrambi di livello “Massimo” o “Importante” ed una qualità delle prove “Alta”. Farmaci come l’Enhertu, che si utilizza nel cancro al seno ultimo stadio e che aveva dei limiti alla rimborsabilità, su cui abbiamo ottenuto che venga rimborsato senza indicazioni ristrettive consentendo di ridurre i tempi delle liste di attesa che penalizzano soprattutto i cittadini del SUD.

Veniamo alle tematiche digitali, come sarà la sanità del futuro in Italia?

La missione 6 del PNNR detta l’indirizzo con la massima “la salute si fa a casa del paziente”. Questo lo si ottiene potenziando la sanità territoriale con un processo di digitalizzazione e la medicina di prossimità che consiste nell’assistenza remota e nella telemedicina.  C’è poi una scommessa sul potenziamento della medicina di precisione che si applica al paziente seguito nel suo unicum, tenendo presente le dinamiche della multidisciplinarietà, grazie anche all’aiuto dell’AI.

Intelligenza Artificiale e Digitalizzazione: due parole inflazionate oggi da tutti quelli che vogliono mostrarsi al passo con i tempi, anzi, proiettati nel futuro. Davvero è così?

 Sulla digitalizzazione il governo sta facendo passi da gigante e noi della Lega abbiamo proposto due mozioni sui dati sanitari che ad oggi sono l’oro del presente e che i cittadini sottraggono al sistema Pubblico inconsapevoli che i privati in realtà già li usano senza suscitare scandalo. In tale direzione attualmente ci sono due mozioni riguardano la ricerca dove abbiamo eliminato il Parere per gli studi scientifici osservazionali e retrospettivi, quelli in cui il paziente è deceduto e sono inutilizzabili perché manca il parere. Per coloro che sono in vita c’è il trattamento dei dati ed il senso informato. Dobbiamo sensibilizzare la cittadinanza sulla circolazione del dato sanitario per fini pubblici, garantire come Pubblico una procedura che li renda del tutto anonimi in modo tale da renderli fruibili non solo ai soliti facoltosi centri di ricerca privati. La fruizione rappresenta un’opportunità per quelle giovani menti pregne di capacità e potenzialità, ma che sono sprovviste degli strumenti e dei dataset che altri hanno avendo di fatto una marcia in più nello sviluppo di nuove terapie.

Inoltre c’è la volontà di introdurre un parere unico del Comitato Etico Territoriale composto da più Istituti di Ricerca che attualmente richiedono più pareri in base alla composizione della loro Rete. Questo vuol dire che per un parere c’è bisogno di attendere almeno 6 mesi. Un tempo non compatibile con gli attuali e repentini tempi digitali moderni.

Sul fronte delle terapie digitali cosa prevede?

Le terapie digitali sono gestite da algoritmi, ma non comprendono quelle farmacologiche bensì i dispositivi e l’attuale regolamento prevede di creare un osservatorio con lo scopo di effettuare una valutazione dell’intera categoria con il fine di inserirle in prontuario. Tutto questo perché l’attuale progresso tecnologico e la sua digitalizzazione rendono le terapie digitali parte del percorso medicale dei pazienti, in particolare quelli cronici.

C’è una iniziativa a cui tiene e che fa parte della sua attività parlamentare che sta organizzando?

Stati generali per la sanità digitale presso il politecnico di Milano.

Chiedo scusa, perché lì e non al SUD dove lei è stata eletta?

In compenso sto spingendo per l’implementazione di un centro di elaborazione dati sanitari munito di Intelligenza Artificiale presso UNICAL dove stiamo programmando l’istituzione della prima facoltà di medicina informatica in Italia che comprenderà un biennio successivo agli studi medici per ottenere la specializzazione in Informatica.

Prosegui la lettura

Intelligenza Artificiale

Cuffie AI consentono di ascoltare una Singola Persona in una folla

Tempo di lettura: 2 minuti. Le cuffie AI “Target Speech Hearing” consentono di ascoltare una singola persona in una folla, migliorando la percezione uditiva nel rumore

Pubblicato

in data

Cuffie AI consentono di ascoltare una Singola Persona in una folla
Tempo di lettura: 2 minuti.

Le cuffie con cancellazione del rumore hanno raggiunto livelli di prestazioni notevoli, ma isolare selettivamente certi suoni dall’ambiente rimane una sfida. Un team dell’Università di Washington ha sviluppato un sistema di intelligenza artificiale chiamato “Target Speech Hearing” (TSH) che consente a chi indossa le cuffie di ascoltare una singola persona in una folla semplicemente guardandola per pochi secondi.

Funzionamento del Sistema Target Speech Hearing

Il sistema TSH è stato presentato alla Conferenza ACM CHI su Fattori Umani nei Sistemi di Calcolo a Honolulu. Utilizzando un’intelligenza artificiale avanzata, il sistema consente a chi indossa le cuffie di puntare lo sguardo verso una persona che parla per 3-5 secondi per “registrarla”. Successivamente, il sistema cancella tutti gli altri suoni nell’ambiente e riproduce solo la voce della persona registrata in tempo reale, anche quando l’ascoltatore si muove in ambienti rumorosi e non guarda più il parlante.

Dettagli tecnici

Le cuffie utilizzate sono dotate di microfoni che catturano le onde sonore della voce del parlante selezionato. Il segnale viene inviato a un computer integrato nelle cuffie, dove il software di apprendimento automatico del team impara i modelli vocali del parlante. Il sistema continua a migliorare la sua capacità di focalizzarsi sulla voce registrata man mano che il parlante continua a parlare.

Il team ha testato il sistema su 21 soggetti, che hanno valutato la chiarezza della voce del parlante registrato quasi il doppio rispetto all’audio non filtrato.

Potenziali applicazioni e limiti

Attualmente, il sistema TSH può registrare solo un parlante alla volta e non è in grado di registrare un parlante quando c’è un’altra voce forte proveniente dalla stessa direzione. Tuttavia, il team sta lavorando per espandere il sistema agli auricolari e agli apparecchi acustici in futuro.

Questa tecnologia potrebbe rivoluzionare il modo in cui le persone interagiscono in ambienti rumorosi, offrendo una soluzione innovativa per chi ha difficoltà uditive o necessita di concentrazione in situazioni affollate.

Finanziamenti e Collaboratori

La ricerca è stata finanziata da un premio Moore Inventor Fellow, una cattedra Thomas J. Cable Endowed Professorship e un fondo UW CoMotion Innovation Gap Fund. Tra gli autori dello studio ci sono Bandhav Veluri, Malek Itani e Tuochao Chen, dottorandi della Allen School, e Takuya Yoshioka, direttore della ricerca presso AssemblyAI. Il sistema Target Speech Hearing rappresenta un passo avanti significativo nell’uso dell’intelligenza artificiale per migliorare la percezione uditiva. Mentre la tecnologia continua a evolversi, le potenziali applicazioni di questa innovazione sono vastissime, promettendo di migliorare significativamente la qualità della vita per molte persone.

Prosegui la lettura

Facebook

CYBERSECURITY

GitLab logo GitLab logo
Sicurezza Informatica1 giorno fa

Vulnerabilità ad alta gravità in GitLab permette controllo Account

Tempo di lettura: 2 minuti. GitLab corregge una vulnerabilità XSS ad alta gravità che permette agli attaccanti di prendere il...

Sicurezza Informatica1 giorno fa

Shrinklocker abusa di BitLocker per la cifratura dei dati

Tempo di lettura: 2 minuti. Il ransomware ShrinkLocker sta abusando di BitLocker per cifrare i dati e chiedere riscatti, e...

Sicurezza Informatica1 giorno fa

Google risolve l’ottavo Zero-Day di Chrome nel 2024

Tempo di lettura: 3 minuti. Google risolve l'ottavo zero-day di Chrome del 2024 con una patch di sicurezza: scopri l'importanza...

Sicurezza Informatica3 giorni fa

GHOSTENGINE: nuova minaccia cryptomining invisibile

Tempo di lettura: 2 minuti. Elastic Security Labs rivela GHOSTENGINE, un set di intrusioni sofisticato progettato per eseguire attività di...

Sicurezza Informatica4 giorni fa

Zoom avrà la crittografia Post-Quantum End-to-End

Tempo di lettura: 2 minuti. Zoom introduce la crittografia end-to-end post-quantum per Zoom Meetings, migliorando la sicurezza contro le minacce...

Sicurezza Informatica4 giorni fa

SolarMarker minaccia informatica costante dal 2021

Tempo di lettura: 2 minuti. SolarMarker utilizza un'infrastruttura multi-tier e tecniche di elusione avanzate per evitare il rilevamento e colpire...

Sicurezza Informatica4 giorni fa

Chrome risolve problema e CISA pubblica Avvisi ICS e vulnerabilità

Tempo di lettura: 2 minuti. Google rilascia una correzione per Chrome per risolvere il problema delle pagine vuote. CISA pubblica...

Sicurezza Informatica4 giorni fa

CLOUD#REVERSER: Attacco Malware sofisticato basato su Cloud

Tempo di lettura: 2 minuti. CLOUD#REVERSER: malware distribuito attraverso i servizi cloud sfrutta il trucco dell'Unicode per ingannare gli utenti

QNAP QTS QNAP QTS
Sicurezza Informatica5 giorni fa

QNAP QTS: Vulnerabilità di Sicurezza CVE-2024-27130

Tempo di lettura: 2 minuti. Scoperte vulnerabilità nel sistema operativo QNAP QTS, inclusa CVE-2024-27130 che permette l'esecuzione di codice remoto.

Sicurezza Informatica5 giorni fa

GitCaught: minacce utilizzano repository GitHub per attacchi malevoli

Tempo di lettura: 2 minuti. GitCaught utilizza GitHub per distribuire malware, evidenziando l'abuso di servizi fidati per cyberattacchi

Truffe recenti

Inchieste3 giorni fa

Mazarsiu e Temunao: non solo truffa, ma un vero metodo

Tempo di lettura: 4 minuti. Le inchieste su Temunao e Marasiu hanno attivato tante segnalazioni alla redazione di persone che...

Pharmapiuit.com Pharmapiuit.com
Inchieste1 settimana fa

Pharmapiuit.com : sito truffa online dal 2023

Tempo di lettura: 2 minuti. Pharmapiuit.com è l'ultimo sito truffa ancora online di una serie di portali che promettono forti...

Temunao.Top Temunao.Top
Inchieste1 settimana fa

Temunao.Top: altro sito truffa che promette lavoro OnLine

Tempo di lettura: 2 minuti. Temunao.top è l'ennesimo sito web truffa che promette un premio finale a coloro che effettuano...

Inchieste1 settimana fa

Attenti a Mazarsiu.com : offerta lavoro truffa da piattaforma Adecco

Tempo di lettura: 2 minuti. Dalla piattaforma Adecco ad un sito che offre lavoro attraverso le Google Ads: è la...

Sicurezza Informatica2 settimane fa

BogusBazaar falsi e-commerce usati per una truffa da 50 milioni

Tempo di lettura: 2 minuti. Oltre 850,000 persone sono state ingannate da una rete di 75,000 falsi negozi online, con...

Sicurezza Informatica2 settimane fa

Truffatori austriaci scappano dagli investitori, ma non dalla legge

Tempo di lettura: 2 minuti. Le forze dell'ordine hanno smascherato e arrestato un gruppo di truffatori austriaci dietro una frode...

Shein Shein
Truffe online2 mesi fa

Truffa dei buoni SHEIN da 300 euro, scopri come proteggerti

Tempo di lettura: < 1 minuto. La truffa dei buoni SHEIN da 300 euro sta facendo nuovamente vittime in Italia,...

OSINT2 mesi fa

USA interviene per recuperare 2,3 Milioni dai “Pig Butchers” su Binance

Tempo di lettura: 2 minuti. Il Dipartimento di Giustizia degli USA interviene per recuperare 2,3 milioni di dollari in criptovalute...

dimarcoutletfirenze sito truffa dimarcoutletfirenze sito truffa
Inchieste3 mesi fa

Truffa dimarcoutletfirenze.com: merce contraffatta e diversi dalle prenotazioni

Tempo di lettura: 2 minuti. La segnalazione alla redazione di dimarcoutletfirenze.com si è rivelata puntuale perchè dalle analisi svolte è...

sec etf bitcoin sec etf bitcoin
Economia5 mesi fa

No, la SEC non ha approvato ETF del Bitcoin. Ecco perchè

Tempo di lettura: 3 minuti. Il mondo delle criptovalute ha recentemente assistito a un evento senza precedenti: l’account Twitter ufficiale...

Tech

Smartphone7 ore fa

POCO F6 vs POCO X6 Pro: quale scegliere?

Tempo di lettura: 3 minuti. Confronto tra POCO F6 e POCO X6 Pro: specifiche, prestazioni, fotocamere, design e prezzo. Scopri...

Intelligenza Artificiale8 ore fa

Simona Loizzo: “AI e Digitalizzazione la migliorano sanità pubblica”

Tempo di lettura: 4 minuti. Sanità pubblica a rischio oppure in fase di ripensamento grazie ad AI e tecnologie come...

Cuffie AI consentono di ascoltare una Singola Persona in una folla Cuffie AI consentono di ascoltare una Singola Persona in una folla
Intelligenza Artificiale9 ore fa

Cuffie AI consentono di ascoltare una Singola Persona in una folla

Tempo di lettura: 2 minuti. Le cuffie AI "Target Speech Hearing" consentono di ascoltare una singola persona in una folla,...

Nuovi pieghevoli a conchiglia da Huawei, Xiaomi e Honor - fonte Stuff Nuovi pieghevoli a conchiglia da Huawei, Xiaomi e Honor - fonte Stuff
Smartphone9 ore fa

Nuovi pieghevoli a conchiglia da Huawei, Xiaomi e Honor

Tempo di lettura: 2 minuti. Huawei, Xiaomi e Honor stanno per lanciare nuovi telefoni a conchiglia, promettendo più competizione nel...

Robotica10 ore fa

L’Intelligenza Artificiale pronta a rivoluzionare i Servizi di Concierge

Tempo di lettura: 2 minuti. I servizi di concierge basati sull'intelligenza artificiale promettono di rivoluzionare l'ospitalità offrendo assistenza 24/7.

Icq Icq
Tech10 ore fa

Addio a ICQ Messenger dopo 28 anni di servizio

Tempo di lettura: 2 minuti. ICQ Messenger chiude definitivamente il 26 giugno dopo quasi 28 anni di servizio, segnando la...

tinypod tinypod
Smartphone10 ore fa

tinyPod trasforma l’Apple Watch in un telefono con Click Wheel

Tempo di lettura: 2 minuti. tinyPod trasforma l'Apple Watch in un telefono con click wheel, riducendo la dipendenza da smartphone...

OnePlus Open OnePlus Open
Smartphone10 ore fa

OnePlus Open 2 arriva nel 2025 con cerniera migliorata

Tempo di lettura: 2 minuti. OnePlus Open 2 verrà lanciato nel primo trimestre del 2025 con una cerniera migliorata e...

Galaxy watch 6 Thom Browne Edition Galaxy watch 6 Thom Browne Edition
Tech10 ore fa

Samsung aggiornamenti One UI 6 per Galaxy Watch e A52

Tempo di lettura: 2 minuti. Samsung rilascia aggiornamenti One UI 6 per Galaxy Watch e Galaxy A52 5G, migliorando l'efficienza...

Tech11 ore fa

Windows 24H2 rimuove Cortana e WordPad

Tempo di lettura: 2 minuti. Microsoft rimuoverà Cortana, WordPad e Tips nella versione Windows 11 24H2. Scopri i dettagli e...

Tendenza