Connect with us
speciale truffe online

segnalaci un sito truffa

Tech

Cyber consigli, Man in the middle: cosa è?

Pubblicato

il

Condividi questo contenuto
Tempo di lettura: < 1 minuto.

Un altro tipo di attacco è il “man-in-the-middle“, o altrimenti noto come “MitM“.
Questo è il tipo di attacco in cui un hacker si mette tra due persone o istituzioni.

Per esempio, un individuo e la sua banca. L’hacker origlia due parti che stanno comunicando o potenzialmente impersona una delle parti.

L’intento dietro questo attacco è quello di rubare dati o informazioni importanti e private, per esempio le credenziali e i dettagli della carta di credito.

Alcuni consigli su come evitare gli attacchi man-in-the-middle:

  • In primo luogo, non connettersi a qualsiasi WiFi, solo a quelli di cui ci si fida.
    È un istinto umano arrivare in un aeroporto straniero o trovarsi in un paese straniero e andare in un bar per usare il loro wifi.
    Questo WiFi non è protetto da password e quindi gli intercettatori potrebbero essere in grado di accedere alle nostre informazioni dopo che ci siamo collegati e abbiamo “accettato” termini e condizioni.
  • In secondo luogo, mentre si utilizzano i dispositivi, prestare attenzione a qualsiasi notifica che potrebbe apparire, affermando che un sito web non è sicuro.
    Prendete nota di questi siti web e non permettete a voi stessi di usarli o di andarci, perché questo potrebbe mettervi a grande rischio.
  • In terzo luogo, quando un’applicazione che contiene informazioni sensibili e private non è in uso, disconnettiti da essa.
    Non permettete ai siti web di ricordare i dettagli delle carte di credito o alle applicazioni bancarie di ricordare naturalmente i dettagli di accesso, questo è molto pericoloso e dovrebbe essere evitato a tutti i costi.
  • Infine, non utilizzare le reti pubbliche, nemmeno quelle degli hotel a 5 stelle, per effettuare transazioni.
    Qualcuno potrebbe avere accesso alle tue informazioni e derubarti.
Commenti da Facebook

Tech

NewProfilePic è una app spia dei russi?

Pubblicato

il

Condividi questo contenuto
Tempo di lettura: 3 minuti.

Una nuova applicazione per telefoni sta facendo scalpore sui social media, in quanto le persone la usano per ricreare i loro selfie in caricature di se stessi.

Ma secondo un numero crescente di reclami, l’applicazione NewProfilePic è una cattiva notizia.

RAGAZZI! Se avete scaricato la nuova app che sta facendo diventare le vostre foto dei personaggi, CANCELLATELA!” avverte un post su Facebook. “Gli state dando il permesso di accedere alle vostre carte di credito, alle informazioni bancarie sul vostro telefono, ai contatti, ecc. Viene da un’azienda con sede in Russia e ci sono già notizie di cancellazioni di conti bancari“.

Questo post, insieme ad altri, si è rapidamente diffuso sui social media e anche il Daily Mail ha riportato la notizia.

Il post è stato segnalato come parte degli sforzi di Facebook per combattere le notizie false e la disinformazione sul suo News Feed.

Ma queste voci non dipingono il quadro giusto: l’app non sta inviando le vostre informazioni alla Russia. Ecco come si fa a capirlo.

A chi appartiene l’app e come funziona?

NewProfilePic è stata creata da un gruppo di sviluppo mobile chiamato Informe Laboratories, Inc. e coperta da copyright da Linerock Investments LTD, ha dichiarato Kristina Lunina, portavoce di Linerock Investments. L’applicazione è disponibile su Google Play e App Store.

Sono state controllate PolitiFact le autorizzazioni dell’applicazione in entrambi gli store: in nessuno di essi si legge che l’applicazione accede alle informazioni bancarie o di contatto delle persone.

Quando hanno cliccato sull’informativa sulla privacy dell’app sia per Google che per Apple, sono stati indirizzati al sito web di Linerock Investments. L’informativa sulla privacy elenca i dati a cui le app possono accedere, ma contrariamente a quanto affermato, non include informazioni bancarie o contatti.

Raccogliamo il vostro nome, indirizzo e-mail, nome utente, informazioni sui social network e altre informazioni che ci fornite quando vi registrate, create un account, ci contattate via e-mail o utilizzate i nostri servizi“, afferma Linerock Investment Ltd.. “Possiamo anche ottenere informazioni da altre società e combinarle con le informazioni che raccogliamo sui Servizi“.

Hanno provato ed esplorato NewProfilePic in prima persona. Ecco come funziona: Una volta che l’utente scarica e apre l’applicazione, viene chiesto se si desidera provare la versione pro, che costa 29,99 dollari, per tre giorni. Gli utenti possono ignorare questa richiesta e accedere alla schermata iniziale dell’applicazione, che include un pulsante Scegli foto.

L’applicazione chiede quindi il permesso di accedere alle foto e ai contenuti multimediali del dispositivo. Le persone possono selezionare la foto che desiderano trasformare in un cartone animato e l’applicazione genererà immediatamente l’immagine in una caricatura.

Lunina ha detto che le autorizzazioni dell’app non sono molto diverse da quelle di Instagram o TikTok. E’ stato scoperto che è vero, tranne che per una differenza fondamentale: sia TikTok che Instagram chiedono il permesso di accedere agli elenchi di contatti delle persone per connettere gli utenti con i loro amici sulle app.

NewProfilePic invia le informazioni degli utenti in Russia?

In una parola, no. Lunina ha spiegato che tutte le foto degli utenti sono ospitate ed elaborate sui server di Amazon Web Services (AWS) e Microsoft Azure, che si trovano negli Stati Uniti.

Gli sviluppatori dell’applicazione hanno alcuni legami con la Russia, ma non così estesi come alcuni hanno affermato. La sede centrale di Linerock si trova nelle Isole Vergini britanniche e ha uffici di sviluppo in Russia, Ucraina e Bielorussia. Snopes ha riportato che il dominio dell’azienda era precedentemente registrato a Mosca, ma ora è registrato in Florida.

Lunina ha dichiarato che l’indirizzo del dominio a Mosca è l’ex indirizzo di Victor Sazhin, il fondatore di Linerock. “Ora non vive nella Federazione Russa“, ha scritto in un’e-mail a PolitiFact. “Attualmente l’indirizzo è stato cambiato per evitare qualsiasi confusione“.

Sazhin ha scritto in un post su Instagram di avere origini russe e ucraine, sottolineando che il team dell’azienda è composto da persone provenienti da entrambi i Paesi.

Ci rendiamo conto che, a causa degli attuali eventi in Ucraina, qualsiasi collegamento con la Russia potrebbe destare sospetti“, ha dichiarato Lunina. “Non abbiamo avuto e non abbiamo intenzione di avere alcuna affiliazione con organizzazioni governative di alcun Paese“.

La sentenza di Politifact

“I post sui social media sostengono che l’app NewProfilePic accede alle informazioni bancarie e agli elenchi di contatti delle persone e li invia in Russia.

L’app non chiede queste informazioni. Chiede l’accesso alla fotocamera, alle foto e ai media dell’utente. Un portavoce di uno degli sviluppatori dell’app ha dichiarato che le immagini degli utenti sono memorizzate su server situati negli Stati Uniti, non in Russia.

Il dominio dell’applicazione era precedentemente registrato a Mosca perché il fondatore viveva lì. Tuttavia, da allora si è trasferito e l’indirizzo del dominio dell’app è cambiato.

Riteniamo questa affermazione falsa”.


Commenti da Facebook
Prosegui la lettura

Tech

WhatsApp lancia nuovi strumenti per il business

Condividi questo contenuto

Tempo di lettura: 2 minuti. Il social di messaggistica più famoso al mondo chiede conto al business

Pubblicato

il

Condividi questo contenuto
Tempo di lettura: 2 minuti.

WhatsApp prevede di far pagare gli utenti in base al numero di conversazioni che hanno con i clienti al giorno, da una frazione di centesimo a più di 10 centesimi a conversazione, a seconda della regione. È inoltre prevista l’offerta di un livello gratuito con servizi limitati per le piccole imprese.

La mossa è il segnale più forte di Meta di voler iniziare a ricavare entrate significative da WhatsApp, soprattutto perché deve affrontare sfide commerciali su diversi fronti. Facebook ha acquisito WhatsApp nel 2014 per 22 miliardi di dollari, l’acquisizione più costosa della società. Per anni WhatsApp è stata gratuita, ma è costata a Meta centinaia di milioni di dollari per il funzionamento e il supporto.

Ora fare più soldi è diventato fondamentale. L’attività pubblicitaria di Meta è stata danneggiata dalle modifiche apportate da Apple al sistema operativo dell’iPhone e l’azienda ha perso decine di milioni di utenti in Russia dopo essere stata bandita nel Paese. Anche la guerra in Ucraina ha sconvolto alcune delle operazioni pubblicitarie di Meta.

Inoltre, Meta sta affrontando una difficile transizione per diventare un’azienda di “metaversi” che offre alle persone esperienze digitali coinvolgenti. A febbraio, un quarto del valore di mercato dell’azienda è stato spazzato via, più di 230 miliardi di dollari, dopo un rapporto negativo sugli utili.

WhatsApp ha storicamente esitato a fare soldi con il suo servizio. I fondatori dell’azienda hanno giurato di non inserire pubblicità nell’applicazione e, dopo aver provato l’idea di far pagare a ogni utente 1 dollaro all’anno per utilizzare il servizio, i dirigenti di Facebook hanno bocciato l’idea ritenendola troppo anemica e difficile da scalare.

Nel 2018, i fondatori di WhatsApp stavano per uscire dalla porta. Zuckerberg ha annunciato un piano per ricucire tutti i servizi di messaggistica sulle app di sua proprietà, WhatsApp, Messenger e Instagram. L’azienda ha apportato modifiche che hanno permesso a Facebook di ottenere maggiori informazioni sull’utilizzo di WhatsApp da parte delle persone. WhatsApp sostiene che nessuna di queste modifiche è stata utilizzata per scopi di ad-tracking.

Contemporaneamente, la portata di WhatsApp ha continuato a diffondersi a livello globale, abbracciata da milioni di utenti in Brasile e Sud America, oltre che in Medio Oriente e in gran parte dell’Unione Europea.

Molti di loro includevano piccole e medie imprese che usavano WhatsApp gratuitamente per parlare con i clienti. Ma l’esperienza, secondo WhatsApp, è stata goffa e a volte difficile da navigare, e non è stata progettata pensando ai servizi per le aziende.

Il nuovo prodotto di WhatsApp dovrebbe rispondere a questi problemi e permettere alle aziende di comunicare più facilmente con i propri clienti utilizzando l’applicazione. I servizi di hosting cloud saranno forniti gratuitamente alle aziende che utilizzano l’API cloud.

Zuckerberg ha dichiarato che ogni settimana più di un miliardo di utenti si connette con le aziende attraverso i servizi di messaggistica di Meta e che il nuovo prodotto renderà le cose più semplici per le aziende e i clienti.

Oggi la maggior parte di noi utilizza i propri feed per scoprire contenuti interessanti e rimanere aggiornati“, ha dichiarato Zuckerberg durante l’evento. “Ma per livelli di interazione più profondi, la messaggistica è diventata il centro della nostra vita digitale“.

Commenti da Facebook
Prosegui la lettura

Tech

WhatsApp: usciremo in silenzio dai gruppi fastidiosi

Pubblicato

il

Condividi questo contenuto
Tempo di lettura: 2 minuti.

Vi siete mai trovati “incastrati” in una chat di gruppo di WhatsApp che è diventata un po’ rumorosa o irrilevante, ma non volete andarvene per non rischiare di offendere amici o familiari?

Potrebbe esserci una soluzione tra non molto, dopo che è emerso che WhatsApp sta testando una nuova funzione che consente di lasciare silenziosamente una chat di gruppo senza inviare una notifica agli altri membri.

La nuova funzione è stata individuata per la prima volta dagli esperti indipendenti di WhatsApp WABetaInfo, che cercano le prime versioni beta dell’app per individuare le funzioni in arrivo prima che vengano rilasciate.

In un post sul blog l’azienda ha chiarito che gli amministratori dei gruppi potranno comunque vedere chi esce dal gruppo quando la funzione sarà disponibile, ma non gli altri membri.

La nuova funzione potrebbe evitare scontri imbarazzanti con membri del gruppo più sensibili che potrebbero prendere male la vostra uscita.

WhatsApp sta testando una nuova funzione che consente di lasciare silenziosamente una chat di gruppo senza inviare una notifica agli altri membri.

WABetaInfo ha ottenuto uno screenshot di una beta di WhatsApp su desktop che mostra un messaggio di uscita che recita: ‘Solo tu e gli amministratori del gruppo riceveranno la notifica che hai lasciato il gruppo‘.
WABetaInfo ha ottenuto uno screenshot di una beta di WhatsApp su desktop che mostra un messaggio di uscita che recita: “Solo tu e gli amministratori del gruppo riceveranno una notifica per l’uscita dal gruppo“.

Le reazioni emoji arriveranno su WhatsApp, in modo che le persone possano condividere rapidamente la loro opinione senza inondare le chat di nuovi messaggi.

Mark Zuckerberg ha rivelato per la prima volta i piani dell’azienda per consentire agli utenti di abbandonare silenziosamente i gruppi ad aprile, quando Meta ha annunciato la nuova funzione Comunità che consente di mettere insieme diverse chat di gruppo e di inviare messaggi a tutti nello stesso momento.

Da allora, però, l’azienda non ha fornito alcun dettaglio.

Ora WABetaInfo ha ottenuto uno screenshot di una beta di WhatsApp su desktop che mostra un messaggio di uscita che recita: ‘Solo tu e gli amministratori del gruppo riceveranno la notifica che hai lasciato il gruppo‘.

Questa schermata è molto chiara: quando si vuole uscire da un gruppo WhatsApp, le altre persone non riceveranno una notifica nella chat“, ha dichiarato l’azienda in un post sul blog. “Solo gli amministratori del gruppo potranno vedere chi esce dal gruppo, ma gli altri no“.

Quando si esce da un gruppo, WhatsApp aggiunge un messaggio di sistema nella chat per informare tutti i partecipanti che si è usciti dal gruppo.

Secondo WABetaInfo, la funzione dovrebbe essere distribuita agli utenti “in un aggiornamento futuro“, ma non è ancora stata indicata una data per il rilascio.

Mentre è attualmente in fase di sviluppo per WhatsApp Desktop, si prevede che venga rilasciata anche su WhatsApp per Android e iOS.

Commenti da Facebook
Prosegui la lettura

Facebook

CYBERWARFARE

Notizie15 ore fa

Guerra Cibernetica: l’Ucraina ha una rete di attacchi DDoS automatici

Tempo di lettura: 2 minuti. Condividi questo contenutoL’esercito non ufficiale di vigilantes informatici dell’Ucraina ha sviluppato un nuovo strumento di...

Notizie1 giorno fa

C’è censura nella guerra cibernetica occidentale? Altra conferma USA all’analisi di Matrice Digitale

Tempo di lettura: 5 minuti. Condividi questo contenutoSi pubblica un articolo dell’European Leadership Network tradotto dalla redazione dove non solo...

Notizie2 giorni fa

Killnet attacchi DDoS a siti aeroporti e Ministero Difesa

Tempo di lettura: < 1 minuto. Accusa ai media italiani per diffondere notizie false

Notizie2 giorni fa

Giustozzi a Repubblica conferma le analisi di Matrice Digitale su Killnet e la fuffa

Tempo di lettura: < 1 minuto. Basterà a cambiare la narrazione propagandistica sulla guerra cibernetica

Multilingua2 giorni fa

Killnet: “DDoS all’Italia”. Polizia Postale “contiene” attacchi informatici

Tempo di lettura: < 1 minuto. Condividi questo contenutoKillnet aveva annunciato un attacco hacker a vari portali istituzionali italiani e così...

DeFi3 giorni fa

Costa Rica messa in ginocchio da Conti. Preoccupazione per i fondi USA del paese

Tempo di lettura: 2 minuti. Condividi questo contenutoIl numero di istituzioni costaricane colpite da un’ondata di attacchi informatici nell’ultimo mese...

Notizie5 giorni fa

Finlandia e Svezia nella NATO: paura per escalation di attacchi cibernetici

Tempo di lettura: 3 minuti. Condividi questo contenutoL’adesione di Finlandia e Svezia alla NATO ha sollevato preoccupazioni per le potenziali...

Notizie5 giorni fa

Pegasus, Johnson è stato intercettato dagli Emirati

Tempo di lettura: < 1 minuto. Condividi questo contenutoUn’importante indagine sull’uso del software spia israeliano Pegasus da parte dei governi...

Notizie5 giorni fa

Anonymous attacca Killnet e vendica l’Italia: buttato giù il sito della Polizia di Mosca

Tempo di lettura: 2 minuti. Condividi questo contenutoIl collettivo Anonymous Italia ha vendicato l’attacco alla Polizia da parte di Killnet...

Notizie6 giorni fa

Iran, APT34 attacca la Giordania

Tempo di lettura: 2 minuti. Condividi questo contenutoI ricercatori di Cybersecurity di Malwarebytes hanno dichiarato di aver scoperto un’e-mail dannosa...

Truffe recenti

Notizie2 settimane fa

Truffa Instagram: come funziona lo schema Ponzi di Meta che sta rubando i profili

Tempo di lettura: 2 minuti. Condividi questo contenutoIn questi giorni molti utenti sono stati vittime della truffa Instagram. In cosa...

Notizie3 settimane fa

Truffa sms di Poste Italiane. Analisi di un altro caso di phishing

Tempo di lettura: 2 minuti. Condividi questo contenutoIn questo periodo sono frequenti gli sms che propongono messaggi inerenti i servizi...

Notizie3 settimane fa

Truffa su WhatsApp attenzione al finto call center di supporto. Ecco cosa fare

Tempo di lettura: 2 minuti. Condividi questo contenutoGli utenti di WhatsApp devono fare attenzione a un pericoloso messaggio di truffa...

DeFi3 settimane fa

Truffa sulle criptovalute: come evitare di essere la prossima vittima

Tempo di lettura: < 1 minuto. Condividi questo contenutoL’arma migliore per combattere le frodi è una sana dose di scetticismo....

scam scam
DeFi3 settimane fa

Call Center truffa per trading di criptovalute: scam di 22 milioni di dollari

Tempo di lettura: 2 minuti. Condividi questo contenutoEurojust ed Europol hanno smantellato uno schema di frode online per investimenti in...

DeFi4 settimane fa

La truffe sulle criptovalute sono in aumento. Quali sono le più comuni?

Tempo di lettura: 2 minuti. Condividi questo contenutoI truffatori sono maestri nell’usare eventi attuali e tendenze frizzanti per ingannare le...

smishing smishing
Notizie4 settimane fa

Smishing INFOPOSTE: il suo conto verrà sospeso

Tempo di lettura: < 1 minuto. Allarme smishing : In arrivo una nuova ondata di SMS truffa che hanno lo...

Tech4 settimane fa

Crescono le truffe su Instagram: cosa fare e come prevenire il furto degli account

Tempo di lettura: 2 minuti. Condividi questo contenutoGli esperti di sicurezza hanno avvertito miliardi di utenti di Instagram che i...

DeFi4 settimane fa

Metamask, Attenzione alla truffa su Apple. A rischio i portafogli di criptovalute

Tempo di lettura: 2 minuti. Condividi questo contenutoRecentemente sono state registrate molte truffe e schemi di phishing che circondano gli...

Inchieste3 mesi fa

Vinted: attenti alla truffa che chiede di confermare i dati della carta di credito

Tempo di lettura: 2 minuti. Condividi questo contenutoTramite il nostro form di segnalazione delle truffe, abbiamo ricevuto la denuncia di...

Tendenza