Connect with us

Tech

Installare Windows 11 su un pc vecchio: la guida veloce che ti farà risparmiare tempo

Pubblicato

in data

Tempo di lettura: 5 minuti.

Avete provato ad installare Windows 11 senza riuscirci?

Questa guida risponde alle domande:

Come verificare idoneità del proprio pc con i requisiti richiesti da Microsoft

Come aggiornare da Windows 7 e 8 alla versione 11

Come attivare il boot Uefi con MBR e GPT

Come attivare il Trusted Module Platform versione 2.0

Installazione Windows 11

Dopo due giorni di riflessioni e tentativi, siamo riusciti ad installare Windows 11 su un dispositivo non molto aggiornato seppur potente.

La macchina che abbiamo utilizzato è un Intel I9 settima generazione, 80 gb di ram con scheda madre MSI X299 Raider.

Windows 11 non è a pagamento

Il nuovo sistema operativo di Microsoft è gratuito per chi passa da un Windows 10 e quindi se siete su piattaforma 7 o 8 non potete procedere all’aggiornamento diretto, ma potrete aggiornare sempre secondo la compatibilità hardware.

Inoltre, c’è bisogno che il sistema operativo abbia sulla scheda madre un avvio di tipo Uefi e che sia attivato il Trusted Platform Module (TPM) versione 2.0 che garantisce sicurezza all’Hardware.

Aggiornare Windows 11 partendo dalle versioni 7 e 8

Ad oggi è ancora possibile aggiornare Windows alla versione 11 partendo dalle editions 7 e 8. Seppur facile, ma anche insidioso, si consiglia di procedere ad un backup dei propri dati ed essere PRONTI se qualcosa dovesse andare storto.

Per aggiornare gratuitamente, utilizzate lo strumento per la creazione del supporto di installazione di Windows e da lì selezionate la voce aggiornamento(update). Inserite il vostro codice di licenza di Windows 7 o 8 e otterrete Windows 10 senza spendere nulla.

Installare Windows 11 con la compatibilità

Innanzitutto è necessario scaricare il software di compatibilità Windows Pc Health Chekup a questo link e verificare se i requisiti richiesti sono soddisfatti senza passare per l’elenco che ci costringe a cercare i nostri componenti nella lunga lista

Nel caso invece non sia tutto a posto, gli errori che potranno essere rilevati sono solitamente:

  • Non è compatibile con il sistema (vedi Hardware Obsoleto)
  • Abilitare avvio Uefi
  • Nessun TPM 2.0 rilevato

Nel primo caso, non essendo compatibile la macchina fisica è impossibile procedere oltre perché al momento non è stata rilasciata una versione che funziona indipendentemente dalla configurazione hardware e forse mai verrà immessa sul mercato.

Per abilitare UEFI, se non presente già sulla macchina, è necessario convertire prima l’hd da MBR a GPT e poi settare l’avvio da Bios

Per la terza invece è necessario impostare da Bios il TPM

Abilitare l’avvio Uefi con Hard Disk MBR o GPT

Il primo punto sembra quello più semplice, ma attenzione. In Start scrivere “Informazioni di sistema” e vedere se la modalità Bios è UEFI o Legacy. Nel nostro caso è UEFI, ma prima dell’installazione era Legacy

Prima di andare a cercare nel Bios UEFI ed impostarlo come predefinito, verifichiamo se il nostro HD sia di tipo MBR o GPT.

Premiamo tasto Windows poi scriviamo “gestione disco”

Una volta aperto, selezioniamo la nostra unità “C” con il tasto destro e scegliamo l’etichetta del menu “Volumi” e noteremo che il disco è o GPT, come nel nostro caso, o MBR

Nel caso sia Gtp allora possiamo entrare nel Bios riavviando il computer premendo alla partenza più volte il tasto canc o quelli previsti dalla vostra scheda madre. Se non lo sapete, fate una ricerca in rete, se non sapete la marca della vostra scheda, invece, non disperate e scaricate CPU_Z a questo link.

Una volta entrati nel Bios, selezionate il menu Boot o Avvio e modificate la voce Legacy con Uefi.

Convertire HD da MBR a GPT

Nel caso invece sia MBR c’è un po’ di lavoro da fare e precisamente:

tasto Windows,

scrivere CMD e selezionare con il tasto destro il risultato prompt dei comandi che fornisce la ricerca e selezionare la voce esegui con privilegi di amministratore (grazie a @sonoclaudio per la dritta che sembrerebbe scontata, ma il prompt non si carica di default con permessi di amministratore).

Una volta aperto il prompt dei comandi, bisogna digitare il comando mbr2gpt /validate /allowFullOS

Se la validazione va a buon fine, bisogna eseguire il comando mbr2gpt /convert /disk : (numero disco) /allowFullOS

Per trovare il numero del disco in caso di più hard disk presenti sulla macchina, da non confondere con la lettera dell’unità locale, è necessario riaprire la gestione disco e vedere. Di solito è il numero 0 quello dove risiede il sistema operativo, ma VERIFICARE attentamente prima di eseguire il comando.

Inoltre, è necessario fare un backup dei dati perché solitamente è un’operazione facile seppur irreversibile, ma se succede qualcosa sapete come intervenire.

Se l’esito della ricerca è ok, riavviare il pc ed entrare nel Bios per settare l’avvio in UEFI ed impostare il TPM come da istruzioni seguenti

Impostare TPM 2.0 per consentire a Windows 11 di installarsi senza problemi

Una volta entrati nel Bios, dopo aver settato UEFI, dobbiamo entrare nella voce di menu Security ed impostare il Secure Boot Mode per poi selezionare la tipologia di protezione. Nel caso della scheda madre utilizzata per la prova bisogna impostare il PTT e poi scegliere se fargli decidere la versione del TPM in modo automatico oppure manuale. Nel secondo caso c’è bisogno di selezionare TPM 2.0

Riavviare la macchina e passiamo all’ultima fase

Installazione Windows 11

Windows 11 si comporta come un aggiornamento del 10. Essendo il pc della prova molto performante, si è proceduto nel giro di 40 minuti massimo nel fare tutto.

Adesso che abbiamo fatto tutto e bene, scarichiamo sul sito Microsoft l’installer dell’assistente all’installazione di win11 a questo link

Stesso l’installer fa un controllo preventivo sulla compatibilità del sistema e quindi procediamo nell’accettare tutte le condizioni del caso ed iniziare la fase di download del programma.

I server Microsoft sono garanzia di velocità da sempre. Scaricherete il necessario in pochissimo tempo e dopo il download avverrà una verifica di compatibilità dei programmi installati.

Il problema che ha dato la macchina è stato su Virtual Box, potete continuare con quel software, ma si è preferito disinstallarlo per motivi di “serenità”.

Dopo aver eliminato eventuali conflitti software, continuate l’installazione e passerete a Windows 11 senza dolori.

Soddisfatti ora? Vi piace? Scrivete le vostre impressioni nei commenti.

Tech

Infinix rivela un innovativo sistema di raffreddamento

Tempo di lettura: < 1 minuto. Infinix svela un nuovo telefono da gaming con il sistema di raffreddamento CoolMax e il processore MediaTek Dimensity 9300

Pubblicato

in data

Infinix raffreddamento
Tempo di lettura: < 1 minuto.

Durante il Mobile World Congress (MWC) 2024, Infinix ha presentato una tecnologia di gioco all’avanguardia che combina il processore MediaTek Dimensity 9300 con il suo sistema di raffreddamento CoolMax, integrando anche l’ottimizzazione AI per una gestione della temperatura ancora più efficiente. Questo sistema di raffreddamento, noto come CoolMax, si avvale del raffreddamento termoelettrico e dell’effetto Peltier, rappresentando una novità assoluta nel settore.

Infinix, azienda cinese nota per i suoi smartphone di fascia media, sta ora puntando al mercato dei telefoni da gioco, cercando di competere con marchi consolidati come Nubia Red Magic e Asus ROG. Il nuovo smartphone da gaming di Infinix si distingue per l’uso del processore MediaTek Dimensity 9300, che lo pone in diretta concorrenza con il Snapdragon 8 Gen 3, e per un punteggio impressionante su AnTuTu, che raggiunge i 22,156,639 punti.

Il sistema di raffreddamento CoolMax dell’Infinix include una ventola di raffreddamento e il raffreddamento termoelettrico, che insieme mantengono la temperatura del SoC sotto controllo e dissipano rapidamente il calore dai componenti principali, riducendo la temperatura fino a 10 gradi Celsius. Inoltre, l’assistenza AI regola la temperatura attivando i core maggiori per i compiti più impegnativi e passando ai core medi per i carichi di lavoro più leggeri.

Per migliorare ulteriormente l’esperienza di gioco, lo smartphone è dotato di un processore visivo Pixelworks, che consente al dispositivo Infinix di offrire un tasso di aggiornamento eccezionale di 180Hz a risoluzione FHD+ e di 144Hz a risoluzione WQHD+.

L’atteso telefono da gaming di Infinix sarà svelato più avanti nell’anno, e includerà un chip dedicato all’elaborazione delle immagini e un potente processore Dimensity, promettendo di elevarsi come una nuova forza nel settore dei telefoni da gioco.

Prosegui la lettura

Tech

GParted 1.6: maggiore supporto exFAT e correzioni di Bug

Tempo di lettura: 2 minuti. Scopri le nuove funzionalità e correzioni di GParted 1.6, che migliora il supporto per exFAT e risolve vari bug, rendendo l’editor di partizioni ancora più affidabile.

Pubblicato

in data

GParted
Tempo di lettura: 2 minuti.

GParted 1.6, l’editor di partizioni open-source, è stato rilasciato con aggiornamenti significativi che migliorano il supporto per i vari filesystem, in particolare per exFAT, e risolvono numerosi bug. Questo aggiornamento di manutenzione porta con sé diverse novità e correzioni che ne aumentano l’efficienza e l’affidabilità.

Innovazioni chiave

Tra i cambiamenti più rilevanti di GParted 1.6 troviamo la correzione di un crash che si verificava in presenza di UUID exFAT 0000-0000, e l’eliminazione dell’obbligo di mantenere un intervallo di 1 MiB quando si sposta il confine di una partizione verso destra. Inoltre, la funzione “Attempt Data Rescue” e l’uso di gpart sono stati rimossi, in quanto non più necessari.

Miglioramenti e correzioni

Questa versione introduce anche correzioni per il reset del testo della barra di progresso mancante quando si applica un’operazione, aggiornamenti relativi al mascheramento dei mount di systemd e alla posizione delle regole udev, spostamento dei metadati AppStream fuori dal percorso legacy, e la risoluzione dei fallimenti dei test unitari di GitLab CI sui test di BlockSpecial.

Requisiti e documentazione

Da ora, GParted richiede C++11 per la compilazione. Sono stati inoltre aggiornati i file README per documentare le future dipendenze di build per Debian/Ubuntu e sono state effettuate alcune sistemazioni sulle classi dell’interfaccia del filesystem.

Disponibilità

GParted 1.6 è disponibile per il download dal sito ufficiale, dove è possibile trovare anche l’utilità GParted Live per utilizzare GParted direttamente da un’unità flash avviabile. Tuttavia, il progetto GParted Live non è ancora stato aggiornato per includere la versione 1.6, quindi sarà necessario utilizzare una versione precedente fino a quando gli sviluppatori non provvederanno all’aggiornamento.

Funzionalità e Supporto

GParted consente di ridimensionare, copiare/incollare, spostare, eliminare, controllare ed etichettare partizioni di disco senza perdita di dati, oltre a impostare nuovi UUID. Attualmente supporta i filesystem EXT2/3/4, Btrfs, XFS, ReiserFS/Reiser4, linux-swap, LVM2 PV, NILFS2, exFAT, FAT16/32, NTFS, HFS/HFS+, UDF e UFS. Maggiori dettagli sono disponibili sul sito ufficiale.

Prosegui la lettura

Tech

Fwupd 1.9.14: novità e miglioramenti per gli aggiornamenti firmware

Tempo di lettura: < 1 minuto. Scopri le novità di fwupd 1.9.14, inclusi miglioramenti per i laptop Framework e supporto per nuovi dispositivi su Linux.

Pubblicato

in data

Fwupd 1.9.9
Tempo di lettura: < 1 minuto.

L’ultima versione di fwupd, la 1.9.14, è stata rilasciata da Richard Hughes, portando con sé una serie di miglioramenti e supporto esteso per nuovi dispositivi hardware su sistemi operativi basati su Linux. Questo aggiornamento è particolarmente rilevante per gli utenti dei laptop Framework 13 e 16, grazie al miglioramento apportato nell’aggiornamento del lettore di impronte digitali.

Supporto esteso e miglioramenti

Oltre ai miglioramenti sui laptop Framework, fwupd 1.9.14 introduce il supporto per l’aggiornamento firmware della Poly Studio V52 USB video bar, ampliando la gamma di dispositivi compatibili. La versione migliora anche il rilevamento dei binari UEFI per architetture ARM32 e RISC-V, e permette ai plugin di optare per un GType di dispositivo predefinito.

Risoluzione dei Bug e ottimizzazioni

La nuova versione affronta diversi bug per garantire una migrazione corretta dello schema del database da versioni molto vecchie di fwupd, risolve avvisi critici quando si utilizza FWUPD_DBUS_SOCKET= su macOS e migliora i descrittori DS-20 anticipando l’apertura del GUsbDevice.

Avvisi e recupero del formato Versione

Fwupd 1.9.14 elimina un avviso che compariva durante la ricerca di dispositivi utilizzando la lista di permessi dei metadati e introduce una modifica per recuperare il formato della versione solo per dispositivi specifici, ottimizzando ulteriormente il processo di aggiornamento firmware.

Disponibilità

La versione 1.9.14 di fwupd è già disponibile per il download dalla pagina GitHub del progetto, sebbene sia necessario compilare il programma dai sorgenti. Per coloro che preferiscono un’installazione più diretta, l’aggiornamento dovrebbe essere disponibile nei repository software stabili delle principali distribuzioni GNU/Linux nei prossimi giorni.

Prosegui la lettura

Facebook

CYBERSECURITY

FCKeditor FCKeditor
Notizie6 ore fa

Hacker sfruttano CMS FCKeditor vecchio di 14 Anni per “avvelenamento” SEO su siti governativi e educativi

Tempo di lettura: 2 minuti. Gli hacker stanno sfruttando FCKeditor, un editor CMS obsoleto, per compromettere siti governativi ed educativi...

Notizie12 ore fa

Tutto ciò che devi sapere sulla Direttiva NIS2 e quali obblighi prevede

Tempo di lettura: 2 minuti. Scopri come adeguarsi ai nuovi obblighi di cybersicurezza introdotti dalla Direttiva NIS2 dell'UE contro le...

Notizie2 giorni fa

Cyberattacco alla Polizia canadese: indagini in corso e Sito Web inaccessibile

Tempo di lettura: < 1 minuto. L'RCMP canadese sta indagando su un cyberattacco che ha reso inaccessibile il suo sito...

CISA CISA
Notizie3 giorni fa

CISA rafforza la Sicurezza dei Sistemi di Controllo Industriale e mitiga CVE-2024-1709

Tempo di lettura: 2 minuti. CISA rilascia un advisory sui sistemi di controllo industriale e aggiunge la vulnerabilità CVE-2024-1709 di...

lockbit boeing lockbit boeing
Notizie4 giorni fa

Sventato l’Encryptor LockBit 4.0, arrestati padre e figlio in Ucraina

Tempo di lettura: < 1 minuto. Arresti in Ucraina e rivelazione di LockBit-NG-Dev segnano successi contro il ransomware LockBit.

Joomla logo Joomla logo
Notizie5 giorni fa

Joomla risolve vulnerabilità XSS che potrebbero esporre i siti a attacchi RCE

Tempo di lettura: 2 minuti. Joomla affronta cinque vulnerabilità XSS che potrebbero consentire attacchi RCE, con correzioni disponibili nelle versioni...

Notizie5 giorni fa

Microsoft espande le capacità di Log gratuite dopo il breach di maggio

Tempo di lettura: 2 minuti. Microsoft amplia le funzionalità di log gratuite dopo un breach di Exchange Online, garantendo a...

Sony Playstation Passkey Sony Playstation Passkey
Notizie5 giorni fa

Sony introduce il supporto per le Passkey negli account PlayStation

Tempo di lettura: < 1 minuto. Sony annuncia il supporto per le passkey negli account PlayStation, offrendo un accesso più...

Notizie5 giorni fa

Misure di Sicurezza Critiche per i Sistemi Idrici e ICS da CISA e Mozilla

Tempo di lettura: < 1 minuto. CISA, EPA e FBI offrono consigli per la sicurezza dei sistemi idrici, mentre CISA...

Server Redis Server Redis
Notizie5 giorni fa

Migo: il nuovo malware che compromette i server Redis

Tempo di lettura: 2 minuti. Il malware Migo compromette i server Redis disabilitando le funzionalità di sicurezza e facilitando attività...

Truffe recenti

dimarcoutletfirenze sito truffa dimarcoutletfirenze sito truffa
Inchieste1 settimana fa

Truffa dimarcoutletfirenze.com: merce contraffatta e diversi dalle prenotazioni

Tempo di lettura: 2 minuti. La segnalazione alla redazione di dimarcoutletfirenze.com si è rivelata puntuale perchè dalle analisi svolte è...

sec etf bitcoin sec etf bitcoin
Economia2 mesi fa

No, la SEC non ha approvato ETF del Bitcoin. Ecco perchè

Tempo di lettura: 3 minuti. Il mondo delle criptovalute ha recentemente assistito a un evento senza precedenti: l’account Twitter ufficiale...

Notizie2 mesi fa

Europol mostra gli schemi di fronde online nel suo rapporto

Tempo di lettura: 2 minuti. Europol’s spotlight report on online fraud evidenzia che i sistemi di frode online rappresentano una grave...

Notizie3 mesi fa

Polizia Postale: attenzione alla truffa dei biglietti ferroviari falsi

Tempo di lettura: < 1 minuto. Gli investigatori della Polizia Postale hanno recentemente individuato una nuova truffa online che prende...

app ledger falsa app ledger falsa
Notizie4 mesi fa

App Falsa di Ledger Ruba Criptovalute

Tempo di lettura: 2 minuti. Un'app Ledger Live falsa nel Microsoft Store ha rubato 768.000 dollari in criptovalute, sollevando dubbi...

keepass pubblicità malevola keepass pubblicità malevola
Notizie4 mesi fa

Google: pubblicità malevole che indirizzano a falso sito di Keepass

Tempo di lettura: 2 minuti. Google ospita una pubblicità malevola che indirizza gli utenti a un falso sito di Keepass,...

Notizie4 mesi fa

Nuova tattica per la truffa dell’aggiornamento del browser

Tempo di lettura: 2 minuti. La truffa dell'aggiornamento del browser si rinnova, con i criminali che ora ospitano file dannosi...

Notizie5 mesi fa

Oltre 17.000 siti WordPress compromessi negli attacchi di Balada Injector

Tempo di lettura: 2 minuti. La campagna di hacking Balada Injector ha compromesso oltre 17.000 siti WordPress sfruttando vulnerabilità nei...

Truffe online5 mesi fa

ChatGPT cerca di ingannare cuori solitari appassionati di AI

Tempo di lettura: < 1 minuto. La truffa LoveGPT rappresenta una nuova minaccia nel mondo degli appuntamenti online, sfruttando l'AI...

Notizie5 mesi fa

Nuovo avviso della Polizia Postale: attenzione allo “Spoofing telefonico”

Tempo di lettura: 2 minuti. Attenzione ai tentativi di truffa tramite "Spoofing telefonico": la Polizia Postale avvisa e fornisce consigli...

Tendenza