Connect with us

Intelligenza Artificiale

OpenAI aiuta a scoprire immagini ed audio AI

Tempo di lettura: 2 minuti. Scopri come OpenAI sta avanzando nella tecnologia di rilevamento delle immagini e nel watermarking audio per garantire la trasparenza

Pubblicato

in data

OpenAI aiuta a scoprire immagini ed audio AI
Tempo di lettura: 2 minuti.

OpenAI ha annunciato l’introduzione di nuovi strumenti per rilevare se immagini o tracce audio sono state generate dalla sua Intelligenza artificiale, DALL-E, e ha introdotto nuovi metodi di watermarking per contrassegnare più chiaramente i contenuti generati dall’IA.

Dettagli degli strumenti

Classificatore di Immagini: OpenAI ha sviluppato un classificatore che utilizza l’IA per determinare se una foto è stata generata dall’IA. Questo strumento predice la probabilità che un’immagine sia stata creata da DALL-E 3 con una precisione del 98%, anche se l’immagine è stata ritagliata, compressa o modificata nella saturazione.

Watermarking Audio: Insieme al classificatore, OpenAI ha introdotto un watermark resistente alle manomissioni che può etichettare contenuti audio con segnali invisibili. Questo è particolarmente utile per tracciare l’autenticità dei contenuti audio generati.

Prestazioni e Limitazioni: Mentre il classificatore funziona bene con le immagini generate da DALL-E 3, la sua efficacia nel rilevare immagini prodotte da altri modelli di IA è inferiore, riuscendo a identificare solo tra il 5 e il 10% delle immagini generate da altre piattaforme come Midjourney.

Implementazione di Watermarking

OpenAI ha già implementato i “content credentials” nei metadati delle immagini attraverso la Coalition of Content Provenance and Authority (C2PA), di cui fanno parte anche Microsoft e Adobe. Questo mese, OpenAI si è anche unita al comitato direttivo della C2PA, rafforzando il suo impegno nel fornire trasparenza sulla provenienza dei contenuti AI.

Progetti Futuri e Feedback: I nuovi watermark audio sono già stati aggiunti ai clip prodotti da Voice Engine, la piattaforma di sintesi vocale di OpenAI. Tuttavia, sia il classificatore di immagini sia il watermarking audio sono ancora in fase di perfezionamento e OpenAI sta cercando feedback dagli utenti per testarne l’efficacia.

Contesto Storico: OpenAI ha una lunga storia nello sviluppo di strumenti per il rilevamento di contenuti generati dall’IA, sebbene nel 2023 abbia terminato un programma per l’identificazione di testi scritti dall’IA a causa della bassa accuratezza del classificatore di testi.

Implicazioni

Questi sviluppi non solo aiutano a mantenere l’integrità e la trasparenza nell’uso delle tecnologie di generazione di contenuti IA, immagini ed audio, ma forniscono anche strumenti essenziali per gli utenti e i creatori di contenuti per verificare l’autenticità e la provenienza dei materiali che consumano o producono. Questi strumenti rappresentano un passo significativo verso un maggiore controllo e comprensione dei contenuti generati dall’IA, cruciali in un’era dove la distinzione tra contenuto reale e sintetico diventa sempre più sfumata.

Intelligenza Artificiale

Goldman Sachs: Intelligenza Artificiale è troppo costosa e inaffidabile?

Tempo di lettura: 2 minuti. Opinioni contrastanti in Goldman Sachs sugli investimenti in AI, i loro costi elevati e l’affidabilità, e le sfide energetiche legate alla tecnologia.

Pubblicato

in data

Tempo di lettura: 2 minuti.

Corporazioni e investitori stanno spendendo miliardi di dollari nello sviluppo dell’intelligenza artificiale (AI). Modelli di linguaggio avanzati come GPT-4o richiedono centinaia di milioni di dollari per essere addestrati, e le prossime generazioni di modelli stanno già superando il miliardo di dollari. Tuttavia, Goldman Sachs, una delle principali istituzioni finanziarie globali, si interroga sull’effettiva redditività di questi investimenti nel campo dell’intelligenza artificiale.

Analisi dei costi e dei benefici

Opinioni contrastanti degli Esperti

Un rapporto di Sequoia Capital stima che l’intera industria dell’AI debba generare 600 miliardi di dollari annualmente solo per coprire le spese iniziali. Mentre colossi come Nvidia, Microsoft e Amazon investono enormi somme per primeggiare nella corsa all’AI, Goldman Sachs ha intervistato diversi esperti per valutare se questi investimenti daranno effettivamente i loro frutti.

Gli esperti sono divisi in due gruppi. Un gruppo è scettico, affermando che l’AI offrirà solo ritorni limitati all’economia americana e che non risolverà problemi complessi in modo più economico rispetto alle tecnologie attuali. L’altro gruppo è più ottimista, sostenendo che il ciclo di spesa in capitali per le tecnologie AI sembra promettente, seguendo un percorso simile a quello delle tecnologie precedenti.

Prospettive di Impatto Economico

Daron Acemoglu, professore al MIT, stima che l’impatto dell’AI generativa sull’economia sarà limitato, contribuendo solo a un aumento dello 0,5% della produttività e dell’1% del PIL. Questo contrasta nettamente con le stime degli economisti di Goldman Sachs, che prevedono un incremento del 9% della produttività e del 6,1% del PIL. Acemoglu è scettico sul fatto che l’attuale tendenza di aumentare dati e potenza di calcolo ai modelli AI accelererà il raggiungimento dell’intelligenza generale artificiale (AGI).

Opinioni di Kash Rangan ed Eric Sheridan

Kash Rangan ed Eric Sheridan, analisti senior di ricerca azionaria presso Goldman Sachs, ritengono che, sebbene i ritorni sugli investimenti in AI richiedano più tempo del previsto, alla fine saranno remunerativi. Rangan spiega che ogni ciclo computazionale segue una progressione nota come IPA: infrastruttura prima, piattaforme dopo e applicazioni alla fine. Attualmente, il ciclo AI è nella fase di costruzione dell’infrastruttura, quindi trovare l’applicazione killer richiederà tempo.

Sheridan aggiunge che questo ciclo di spesa in capitali sembra più promettente rispetto ai cicli precedenti perché le aziende consolidate, piuttosto che le startup, lo stanno guidando, riducendo il rischio che la tecnologia non diventi mainstream. Queste aziende hanno accesso a enormi risorse di capitale e reti di distribuzione, permettendo loro di sperimentare come i dollari di capitale potrebbero eventualmente generare un ritorno.

Sfide e Limiti

Disponibilità di Chip e Consumo Energetico

Nonostante le opinioni contrastanti, Goldman Sachs riconosce due principali sfide per l’AI: la disponibilità di chip e il consumo energetico. La carenza di GPU AI sembra essere superata, grazie a Nvidia che può ora consegnare chip con un tempo di consegna di due o tre mesi anziché undici. Tuttavia, il consumo energetico dei data center è ora il principale fattore limitante. Una singola moderna GPU AI può utilizzare fino a 3,7 MWh di energia all’anno, con tutte le GPU vendute l’anno scorso che consumano abbastanza elettricità per alimentare oltre 1,3 milioni di famiglie americane. Le grandi corporazioni stanno persino considerando l’uso di centrali nucleari modulari per soddisfare le esigenze energetiche dei loro enormi data center AI.

Solo il tempo dirà se l’AI esploderà come Internet e l’e-commerce o se fallirà come le TV 3D, la realtà virtuale e il metaverso. Qualunque sia il caso, si prevede che lo sviluppo dell’AI continuerà. Goldman Sachs afferma: “Vediamo ancora spazio per il tema dell’Intelligenza Artificiale, sia perché l’AI inizia a mantenere le promesse, sia perché le bolle impiegano molto tempo a scoppiare”.

Fonte

Prosegui la lettura

Intelligenza Artificiale

Chatbot AI e sicurezza dei bambini: analisi approfondita

Tempo di lettura: 2 minuti. Uno studio di Cambridge evidenzia l’importanza di misure proattive per garantire che i chatbot AI siano sicuri per i bambini, proponendo un quadro di 28 punti per la sicurezza.

Pubblicato

in data

Tempo di lettura: 2 minuti.

Recenti studi condotti dall’Università di Cambridge hanno evidenziato la necessità di misure proattive per garantire che i chatbot AI siano sicuri per i bambini. Nonostante le risposte rapide delle aziende nell’implementare misure di sicurezza, emerge la necessità di un approccio sistematico e a lungo termine.

La Ricerca di Dr Kurian

Dr Nomisha Kurian, durante il suo dottorato di ricerca sul benessere dei bambini presso la Facoltà di Educazione dell’Università di Cambridge, ha sviluppato un quadro di 28 punti per aiutare aziende, insegnanti, leader scolastici, genitori, sviluppatori e politici a riflettere sistematicamente su come mantenere i giovani utenti al sicuro quando interagiscono con i chatbot AI.

Innovare Responsabilmente

Dr Kurian, ora presso il Dipartimento di Sociologia di Cambridge, sottolinea nel suo articolo sulla rivista “Learning, Media and Technology” che l’AI ha un potenziale enorme, il che rende ancora più cruciale l’innovazione responsabile. I bambini sono probabilmente gli stakeholder più trascurati dell’AI. Pochi sviluppatori e aziende hanno politiche ben stabilite su come dovrebbe essere e suonare un’AI sicura per i bambini.

Necessità di Politiche Strutturali

La tecnologia AI è stata adottata su larga scala solo recentemente, il che spiega la mancanza di politiche consolidate. Tuttavia, ora che l’uso è diffuso, la sicurezza dei bambini dovrebbe informare l’intero ciclo di progettazione per ridurre il rischio di incidenti pericolosi. Dr Kurian sottolinea l’importanza di non aspettare che le aziende si correggano dopo che i bambini sono stati messi a rischio, ma di integrare la sicurezza dei bambini fin dall’inizio del processo di sviluppo.

Implementazione del Quadro di Sicurezza

Il quadro di 28 punti proposto da Dr Kurian offre linee guida dettagliate per garantire la sicurezza dei bambini quando interagiscono con i chatbot AI. Questo quadro può essere utilizzato da vari attori, inclusi sviluppatori di software, educatori e genitori, per creare ambienti digitali più sicuri per i giovani utenti. L’adozione di misure di sicurezza proattive per i chatbot AI è essenziale per proteggere i bambini e garantire che possano beneficiare delle tecnologie emergenti senza rischi. L’approccio sistematico proposto da Dr Kurian rappresenta un passo avanti significativo verso un’innovazione responsabile nell’era dell’intelligenza artificiale.

Link all’articolo completo su Cambridge

Prosegui la lettura

Intelligenza Artificiale

Microsoft Azure China può sbloccare l’accesso a OpenAI in Cina

Tempo di lettura: 2 minuti. Microsoft Azure China offre accesso ai modelli AI di OpenAI nonostante il blocco ufficiale le aziende cinesi continuano a utilizzare ChatGPT

Pubblicato

in data

Tempo di lettura: 2 minuti.

Nonostante OpenAI abbia recentemente annunciato di voler lasciare il mercato cinese e di bloccare l’accesso ai suoi servizi da parte degli utenti in paesi non supportati ufficialmente, molte aziende cinesi potrebbero ancora accedere ai modelli di intelligenza artificiale (AI) generativa di OpenAI grazie a un inaspettato loophole fornito da Microsoft Azure China.

Accesso a ChatGPT tramite Microsoft Azure China

Anche se ChatGPT è stato bloccato in Cina, sviluppatori e aziende hanno trovato modi per aggirare le restrizioni utilizzando VPN. Tuttavia, la decisione improvvisa di OpenAI di applicare rigorosamente il divieto, a partire dal 9 luglio, ha lasciato molti utenti alla ricerca di alternative. Diverse aziende cinesi, tra cui Tencent, Baidu e Alibaba, hanno rapidamente cercato di riempire il vuoto lasciato da OpenAI.

Nonostante ciò, Microsoft Azure China, operato in collaborazione con la società tecnologica locale 21Vianet, continua a offrire modelli OpenAI. Microsoft ha incoraggiato gli sviluppatori a trasferire il loro lavoro su Azure OpenAI tramite il suo account ufficiale WeChat. Tre clienti di Azure China hanno confermato a The Information che hanno ancora accesso ai modelli di OpenAI tramite la piattaforma di Microsoft.

CaratteristicaDettagli
Accesso tramite AzureGli utenti cinesi possono accedere ai modelli di OpenAI tramite Microsoft Azure China
Joint ventureMicrosoft Azure China operato con 21Vianet
Comunicazione ufficialeMicrosoft ha incoraggiato il trasferimento tramite WeChat

Potenziali restrizioni future

Mentre l’accesso attualmente rimane disponibile per i clienti cinesi, una proposta di legge negli Stati Uniti mira a semplificare il processo di blocco delle aziende americane dalla vendita di tecnologia AI alla Cina. Se approvata, questa legge potrebbe impedire a Microsoft di distribuire modelli OpenAI ai clienti in Cina, restituendo la quota di mercato alle aziende cinesi concorrenti.

CaratteristicaDettagli
Proposta di legge USAMira a bloccare la vendita di tecnologia AI alla Cina
Impatto potenzialePotrebbe impedire a Microsoft di distribuire modelli OpenAI in Cina

Implicazioni per la Sicurezza Nazionale

Le offerte di Azure OpenAI da parte di Microsoft stanno attirando l’attenzione delle autorità statunitensi. Il governo degli Stati Uniti teme che la tecnologia AI possa essere utilizzata dalla Cina per potenziare le sue capacità militari, portando a interrogazioni rigide da parte di comitati come quello per la sicurezza interna della Camera dei Rappresentanti.

CaratteristicaDettagli
Preoccupazioni di sicurezzaTimore che la tecnologia AI possa essere utilizzata per scopi militari
ScrutinyMicrosoft sotto esame da parte delle autorità USA

Nonostante le restrizioni imposte da OpenAI, Microsoft Azure China offre un loophole che permette alle aziende cinesi di continuare ad accedere ai modelli AI di OpenAI. Tuttavia, l’intensificarsi delle preoccupazioni sulla sicurezza nazionale potrebbe portare a future restrizioni, impedendo anche a Microsoft di fornire questi servizi in Cina.

Prosegui la lettura

Facebook

CYBERSECURITY

Sicurezza Informatica1 giorno fa

Vulnerabilità in Modern Events Calendar: migliaia di WordPress a rischio

Tempo di lettura: 2 minuti. Vulnerabilità critica nel plugin Modern Events Calendar consente il caricamento arbitrario di file da parte...

Sicurezza Informatica1 giorno fa

Attacco RADIUS: panoramica dettagliata

Tempo di lettura: 3 minuti. Il protocollo RADIUS può essere compromesso utilizzando tecniche avanzate di collisione MD5 per eseguire attacchi...

Sicurezza Informatica1 giorno fa

ViperSoftX sfrutta AutoIt e CLR per l’esecuzione Stealth di PowerShell

Tempo di lettura: 3 minuti. ViperSoftX utilizza AutoIt e CLR per eseguire comandi PowerShell in modo stealth, eludendo i meccanismi...

Sicurezza Informatica1 giorno fa

Malware Poco RAT mira vittime di lingua spagnola

Tempo di lettura: 3 minuti. Poco RAT, nuovo malware che prende di mira le vittime di lingua spagnola con campagne...

Microsoft teams Microsoft teams
Sicurezza Informatica2 giorni fa

Falso Microsoft Teams per Mac distribuisce Atomic Stealer

Tempo di lettura: 2 minuti. Un falso Microsoft Teams per Mac distribuisce il malware Atomic Stealer tramite una campagna di...

CISA logo CISA logo
Sicurezza Informatica2 giorni fa

CISA hackera Agenzia Federale USA: vulnerabilità critiche Svelate

Tempo di lettura: 2 minuti. CISA svela vulnerabilità critiche in un'agenzia federale USA attraverso un'esercitazione di red team SILENTSHIELD

Sicurezza Informatica2 giorni fa

DarkGate usa file Excel per diffondere malware

Tempo di lettura: 3 minuti. DarkGate utilizza file Excel per diffondere malware sofisticato. Scopri come funziona questa minaccia e come...

Sicurezza Informatica3 giorni fa

SSH sotto attacco a causa di bug e vulnerabilità

Tempo di lettura: 3 minuti. Scopri le nuove minacce di CRYSTALRAY e la vulnerabilità di OpenSSH in RHEL 9. Approfondisci...

Sicurezza Informatica3 giorni fa

CoreTech: accordo con TuxCare migliora sicurezza negli ambienti Linux

Tempo di lettura: 2 minuti. L'accordo migliora lo standard qualitativo dell'offerta Linux per quel che concerne la risposta alle vulnerabilità

CISA logo CISA logo
Sicurezza Informatica5 giorni fa

CISA aggiornamenti per Citrix, Adobe, ICS e vulnerabilità sfruttate

Tempo di lettura: 3 minuti. CISA rilascia aggiornamenti per Citrix e Adobe e sette consigli per i sistemi di controllo...

Truffe recenti

Inchieste6 giorni fa

Idealong.com chiuso, ma attenti a marketideal.xyz e bol-it.com

Tempo di lettura: 2 minuti. Dopo aver svelato la truffa Idealong, abbiamo scoperto altri link che ospitano offerte di lavoro...

Inchieste1 settimana fa

Idealong.com spilla soldi ed assolda lavoratori per recensioni false

Tempo di lettura: 4 minuti. Il metodo Idealong ha sostituito Mazarsiu e, dalle segnalazioni dei clienti, la truffa agisce su...

Sicurezza Informatica2 settimane fa

Truffa lavoro online: Mazarsiu sparito, attenti a idealong.com

Tempo di lettura: 2 minuti. Dopo il sito Mazarsiu, abbandonato dai criminali dopo le inchieste di Matrice Digitale, emerge un...

fbi fbi
Sicurezza Informatica1 mese fa

FBI legge Matrice Digitale? Avviso sulle truffe di lavoro Online

Tempo di lettura: 2 minuti. L'FBI segnala un aumento delle truffe lavoro da casa con pagamenti in criptovaluta, offrendo consigli...

Sicurezza Informatica1 mese fa

Milano: operazione “Trust”, frodi informatiche e riciclaggio di criptovaluta

Tempo di lettura: 2 minuti. Scoperta un'organizzazione criminale transnazionale specializzata in frodi informatiche e riciclaggio di criptovaluta nell'operazione "Trust"

Inchieste2 mesi fa

Truffa lavoro Online: analisi metodo Mazarsiu e consigli

Tempo di lettura: 4 minuti. Mazarsiu e Temunao sono solo due portali di arrivo della truffa di lavoro online che...

Inchieste2 mesi fa

Mazarsiu e Temunao: non solo truffa, ma un vero metodo

Tempo di lettura: 4 minuti. Le inchieste su Temunao e Marasiu hanno attivato tante segnalazioni alla redazione di persone che...

Pharmapiuit.com Pharmapiuit.com
Inchieste2 mesi fa

Pharmapiuit.com : sito truffa online dal 2023

Tempo di lettura: 2 minuti. Pharmapiuit.com è l'ultimo sito truffa ancora online di una serie di portali che promettono forti...

Temunao.Top Temunao.Top
Inchieste2 mesi fa

Temunao.Top: altro sito truffa che promette lavoro OnLine

Tempo di lettura: 2 minuti. Temunao.top è l'ennesimo sito web truffa che promette un premio finale a coloro che effettuano...

Inchieste2 mesi fa

Attenti a Mazarsiu.com : offerta lavoro truffa da piattaforma Adecco

Tempo di lettura: 2 minuti. Dalla piattaforma Adecco ad un sito che offre lavoro attraverso le Google Ads: è la...

Tech

Tech11 ore fa

Galaxy Z Flip 6 migliora rispetto al 3 e Galaxy Buds 3 meglio del 2

Tempo di lettura: 3 minuti. Galaxy Z Flip 6 ha miglioramenti rispetto al Z Flip 3 ed il nuovo design...

Smartphone11 ore fa

OPPO F27 Pro Plus vs Poco F6: quale scegliere?

Tempo di lettura: 2 minuti. Confronta OPPO F27 Pro Plus e Poco F6: scopri quale smartphone offre migliori specifiche, design,...

Smartphone11 ore fa

Galaxy S25 Ultra e Samsung Exynos 2500: novità e anticipazioni

Tempo di lettura: 2 minuti. Novità sul Galaxy S25 Ultra e l'Exynos 2500 di Samsung, con miglioramenti nel design e...

Tech12 ore fa

Aggiornamenti Chrome: ultime novità per Android, iOS e Desktop

Tempo di lettura: 2 minuti. Scopri gli ultimi aggiornamenti di Chrome Dev e Beta per Android, iOS, ChromeOS e desktop,...

Smartphone12 ore fa

OPPO Reno 12 Pro vs OnePlus 12R: quale scegliere?

Tempo di lettura: 3 minuti. Confronta OPPO Reno 12 Pro 5G e OnePlus 12R 5G: scopri quale smartphone offre migliori...

Smartphone1 giorno fa

Nubia Z60 Ultra con Snapdragon 8 Gen 3 Leading Version in arrivo

Tempo di lettura: 2 minuti. Nubia Z60 Ultra con Snapdragon 8 Gen 3 Leading Version potente per prestazioni estreme: caratteristiche...

Smartphone1 giorno fa

Motorola Edge 50 Neo e Infinix Zero Flip: specifiche, colori e novità

Tempo di lettura: 2 minuti. Scopri le specifiche e i colori del Motorola Edge 50 Neo e dell'Infinix Zero Flip,...

Intelligenza Artificiale1 giorno fa

Goldman Sachs: Intelligenza Artificiale è troppo costosa e inaffidabile?

Tempo di lettura: 2 minuti. Opinioni contrastanti in Goldman Sachs sugli investimenti in AI, i loro costi elevati e l'affidabilità,...

Smartphone2 giorni fa

Redmi 13 5G vs Moto G64 5G: qual 5G economico scegliere?

Tempo di lettura: 3 minuti. Confronto tra Redmi 13 5G e Moto G64 5G: quale telefono 5G economico offre le...

Smartphone2 giorni fa

Redmi 13 5G vs Redmi 12 5G: conviene aggiornare?

Tempo di lettura: 3 minuti. Confronto tra Redmi 13 5G e Redmi 12 5G: scopri i miglioramenti del nuovo telefono...

Tendenza