Connect with us

Robotica

Robot molecolari Autoassemblanti e Autodissocianti: innovazione nella nanotecnologia

Tempo di lettura: 2 minuti. I ricercatori di Tohoku e Kyoto sviluppano un controllore molecolare a DNA per robot molecolari autoassemblanti, avanzando nella nanotecnologia.

Pubblicato

in data

Tempo di lettura: 2 minuti.

I ricercatori delle università di Tohoku e Kyoto hanno sviluppato con successo un controllore molecolare a base di DNA che dirige autonomamente l’assemblaggio e la disassemblaggio di robot molecolari. Questa tecnologia pionieristica rappresenta un significativo passo avanti verso sistemi molecolari autonomi avanzati, con potenziali applicazioni in medicina e nanotecnologia.

Controllo Autonomo dei Robot Molecolari

Il nuovo controllore molecolare, composto da molecole di DNA artificialmente progettate e da enzimi, coesiste con i robot molecolari e li controlla emettendo specifiche molecole di DNA. Questo permette ai robot molecolari di autoassemblarsi e autodissociarsi automaticamente, senza bisogno di manipolazione esterna. Questa operazione autonoma è cruciale poiché consente ai robot molecolari di svolgere compiti in ambienti dove i segnali esterni non possono arrivare.

La ricerca, guidata dal professor Shin-ichiro M. Nomura della Graduate School of Engineering dell’Università di Tohoku e dal professor Ibuki Kawamata della Graduate School of Science dell’Università di Kyoto, ha coinvolto anche Kohei Nishiyama e Akira Kakugo. La precedente ricerca di Kakugo e colleghi aveva sviluppato robot molecolari di tipo swarm che si muovono individualmente, assemblandosi e disassemblandosi tramite manipolazione esterna. Tuttavia, grazie al nuovo controllore molecolare, i robot possono autoassemblarsi e autodissociarsi secondo una sequenza programmata.

Funzionamento del Controllore Molecolare

Il controllore molecolare avvia il processo emettendo un segnale di DNA specifico equivalente al comando “assembrati”. I microtubuli nella stessa soluzione, modificati con DNA e spinti da motori molecolari kinesinici, ricevono il segnale di DNA, allineano la loro direzione di movimento e si assemblano automaticamente in una struttura raggruppata. Successivamente, il controllore emette un segnale di “disassemblaggio”, causando la disassemblaggio automatico dei fasci di microtubuli. Questo cambiamento dinamico è stato ottenuto attraverso un controllo preciso del circuito molecolare, che funziona come un sofisticato processore di segnali.

Implicazioni future

L’avanzamento di questa tecnologia contribuirà allo sviluppo di sistemi molecolari autonomi più complessi e avanzati. I robot molecolari potranno svolgere compiti che non possono essere compiuti da soli, assemblandosi secondo i comandi e poi disperdendosi per esplorare obiettivi. Inoltre, questa ricerca ha ampliato le condizioni di attività dei robot molecolari integrando diversi gruppi molecolari, come il sistema di circuiti DNA e il sistema operativo delle proteine motrici.

Secondo Nomura, combinando il controllore molecolare con circuiti DNA sempre più sofisticati e precisi, dispositivi di amplificazione delle informazioni molecolari e tecnologie di progettazione biomolecolare, si prevede che i robot molecolari di tipo swarm elaboreranno automaticamente una gamma più diversificata di informazioni biomolecolari. Questo progresso potrebbe portare alla realizzazione di tecnologie innovative nella nanotecnologia e nel campo medico, come nanomacchine per il riconoscimento molecolare in situ e la diagnosi o sistemi intelligenti di somministrazione di farmaci.

I dettagli della scoperta sono stati pubblicati sulla rivista Science Advances il 31 maggio 2024.

Robotica

Robot umanoidi migliorare le interazioni con gli umani con la danza

Tempo di lettura: 4 minuti. UC San Diego esplora come i movimenti espressivi e la percezione del rischio influenzino le interazioni uomo-robot, promettendo più sicurezza

Pubblicato

in data

Tempo di lettura: 4 minuti.

Gli ingegneri dell’Università della California, San Diego, hanno addestrato un robot umanoide a imparare e eseguire con facilità una varietà di movimenti espressivi, inclusi semplici routine di danza e gesti come salutare, dare il cinque e abbracciare, mantenendo allo stesso tempo un’andatura stabile su terreni diversi.

Innovazioni nella Robotica Umanoide

L’aumentata espressività e agilità di questo robot umanoide apre la strada al miglioramento delle interazioni uomo-robot in ambienti come linee di assemblaggio in fabbrica, ospedali e case, dove i robot potrebbero operare in sicurezza accanto agli umani o persino sostituirli in ambienti pericolosi come laboratori o siti di disastri.

Obiettivi e Prospettive

“Attraverso movimenti corporei espressivi e più simili a quelli umani, miriamo a costruire fiducia e a mostrare il potenziale dei robot di coesistere in armonia con gli esseri umani,” ha dichiarato Xiaolong Wang, professore nel Dipartimento di Ingegneria Elettrica e Informatica presso la Jacobs School of Engineering della UC San Diego. “Stiamo lavorando per contribuire a rimodellare le percezioni pubbliche dei robot come amichevoli e collaborativi piuttosto che terrificanti come il Terminator.”

Wang e il suo team presenteranno il loro lavoro alla conferenza “Robotics: Science and Systems” del 2024, che si terrà dal 15 al 19 luglio a Delft, nei Paesi Bassi.

Metodologia di Addestramento

Il robot è stato addestrato su una vasta gamma di movimenti corporei umani, permettendogli di generalizzare nuovi movimenti e imitarli con facilità. Proprio come uno studente di danza che impara rapidamente, il robot può apprendere nuove routine e gesti in modo rapido.

Per addestrare il loro robot, il team ha utilizzato una vasta raccolta di dati di motion capture e video di danza. La loro tecnica prevedeva l’addestramento separato del corpo superiore e inferiore. Questo approccio ha permesso al corpo superiore del robot di replicare vari movimenti di riferimento, come danzare e dare il cinque, mentre le sue gambe si concentravano su un movimento di passo stabile per mantenere l’equilibrio e attraversare diversi terreni.

Operazioni e Futuro

Attualmente, i movimenti del robot sono diretti da un operatore umano utilizzando un controller di gioco, che ne determina velocità, direzione e movimenti specifici. Il team immagina una futura versione dotata di una fotocamera che permetterà al robot di eseguire compiti e navigare su terreni in modo completamente autonomo.

Il team si sta ora concentrando sul miglioramento del design del robot per affrontare compiti più complessi e dettagliati. “Estendendo le capacità del corpo superiore, possiamo ampliare la gamma di movimenti e gesti che il robot può eseguire,” ha detto Wang.

Riferimenti e Collaboratori

Il lavoro è stato documentato nel paper intitolato “Expressive Whole-Body Control for Humanoid Robots“. Tra gli autori figurano Xuxin Cheng, Yandong Ji, Junming Chen e Ruihan Yang, dell’UC San Diego, e Ge Yang del Massachusetts Institute of Technology.

Quanto sono avversi al rischio gli umani quando interagiscono con i Robot?

Durante la pandemia, i ricercatori dell’Università della California, San Diego, hanno condotto uno studio per comprendere meglio quanto siano avversi al rischio gli umani quando interagiscono con i robot. Utilizzando modelli di economia comportamentale, hanno progettato un esperimento online in cui i partecipanti dovevano prendere decisioni in un contesto simulato.

L’Esperimento

I soggetti dello studio, per lo più studenti di laurea e post-laurea in materie STEM, hanno partecipato a un gioco in cui agivano come acquirenti di Instacart. Dovevano scegliere tra tre diversi percorsi per raggiungere il reparto latte in un negozio di alimentari. Ogni percorso poteva richiedere dai cinque ai venti minuti, e alcuni li avrebbero portati vicino a persone con COVID-19, compreso uno con un caso grave. I percorsi presentavano diversi livelli di rischio di essere tossiti da qualcuno con COVID-19. Il percorso più breve li metteva in contatto con il maggior numero di persone malate, ma gli acquirenti venivano premiati per aver raggiunto rapidamente il loro obiettivo.

Risultati Inaspettati

I ricercatori sono rimasti sorpresi nel vedere che le persone sottovalutavano costantemente nei loro riscontri la loro disponibilità a correre rischi di essere in stretta prossimità con acquirenti infetti da COVID-19. “Se c’è una ricompensa, le persone non si preoccupano di correre rischi,” ha detto Suresh, uno dei ricercatori.

Utilizzo della Teoria del Prospetto

Per programmare i robot a interagire con gli umani, i ricercatori hanno deciso di fare affidamento sulla teoria del prospetto, un modello di economia comportamentale sviluppato da Daniel Kahneman, premio Nobel per l’economia nel 2002. La teoria sostiene che le persone valutano le perdite e i guadagni rispetto a un punto di riferimento, e sentono le perdite più intensamente rispetto ai guadagni. Ad esempio, le persone preferiscono ricevere $450 piuttosto che scommettere su qualcosa che ha una probabilità del 50% di far vincere loro $1100.

Applicazione dei Risultati

Nell’esperimento, i soggetti si concentravano sull’ottenere la ricompensa per aver completato il compito rapidamente, che era certa, invece di considerare il rischio potenziale di contrarre il COVID-19. Questo comportamento ha fornito preziose indicazioni su come programmare i robot per interagire con gli umani in modo da minimizzare i rischi percepiti e massimizzare la fiducia.

Lo studio evidenzia che, se c’è una ricompensa certa, gli umani sono disposti a correre rischi significativi. Questa scoperta è fondamentale per lo sviluppo di robot che possano lavorare efficacemente e in sicurezza accanto agli umani, specialmente in ambienti ad alto rischio come ospedali o siti di emergenza e la danza può essere una soluzione.

Prosegui la lettura

Robotica

Ubuntu Robotics apre al futuro dell’AI

Tempo di lettura: 3 minuti. Ubuntu entra nella robotica e nell’integrazione dell’IA: capacità, strumenti e contributi di Robotics alla costruzione di macchine intelligenti

Pubblicato

in data

Tempo di lettura: 3 minuti.

Nel mondo tecnologico in rapida evoluzione, la robotica e l’intelligenza artificiale (IA) sono diventati punti focali di innovazione, guidando cambiamenti significativi in vari settori. Man mano che queste tecnologie avanzano, la necessità di sistemi operativi robusti, scalabili e versatili diventa sempre più evidente. Ubuntu, tradizionalmente noto per le sue prestazioni solide su desktop e server, è emerso come un attore chiave in questa rivoluzione. Questo articolo esplora Ubuntu Robotics, delineandone le capacità, gli strumenti e i contributi alla costruzione di macchine intelligenti.

Che cos’è Ubuntu Robotics?

Ubuntu Robotics si riferisce all’uso del sistema operativo Ubuntu come base per lo sviluppo e l’operazione di sistemi robotici. È un’estensione della popolare distribuzione Linux, adattata per soddisfare le rigorose esigenze della robotica moderna. Ubuntu offre un ambiente stabile, sicuro e flessibile, ideale per gestire applicazioni robotiche complesse che richiedono elaborazione in tempo reale, gestione intensiva dei dati e connettività multistrato.

Contesto Storico Il percorso di Ubuntu, da una distribuzione Linux user-friendly a una potenza per l’innovazione robotica, è notevole. Inizialmente progettato per offrire un’esperienza desktop affidabile e intuitiva, Ubuntu ha ampliato le sue capacità ai server, al cloud e ora alla robotica. Questa transizione è stata facilitata dalla spinta della comunità di sviluppatori per un sistema operativo in grado di gestire in modo affidabile i compiti intricati e spesso intensivi di risorse che la robotica moderna richiede.

Caratteristiche Chiave Ubuntu si distingue nella robotica grazie a:

  • Stabilità e Affidabilità: Critiche per applicazioni che richiedono un funzionamento continuo.
  • Supporto Estensivo: Supportato da una vasta comunità e supporto professionale da Canonical.
  • Compatibilità: Supporta una vasta gamma di hardware e software, inclusi GPU per calcoli IA e vari sensori utilizzati nella robotica.

Tecnologie e strumenti principali

Al cuore di Ubuntu Robotics ci sono diverse tecnologie e strumenti chiave che facilitano lo sviluppo e il deployment di sistemi robotici:

  • ROS (Robot Operating System): Un framework open source per lo sviluppo di software robotici. Ubuntu è la piattaforma preferita per ROS grazie alla sua stabilità e facilità di integrazione. ROS su Ubuntu semplifica compiti come l’astrazione hardware, il controllo di dispositivi a basso livello e il passaggio di messaggi tra processi.
  • Gazebo: Uno strumento di simulazione potente che si integra perfettamente con ROS e Ubuntu. Permette agli sviluppatori di simulare robot in ambienti complessi con fisica realistica.
  • OpenCV: Ampiamente utilizzato per applicazioni di visione artificiale in tempo reale. Ubuntu supporta OpenCV, cruciale per compiti come il rilevamento di oggetti, il riconoscimento facciale e il tracciamento dei movimenti nella robotica.

Esplorare l’IA con Ubuntu

Ubuntu non solo supporta le operazioni robotiche ma facilita anche l’integrazione dell’IA, migliorando le capacità robotiche con funzioni cognitive avanzate. Ubuntu supporta framework IA come TensorFlow e PyTorch, essenziali per implementare modelli di machine learning che permettono ai robot di apprendere dai dati, prendere decisioni e comprendere l’ambiente circostante.

La comunità e il supporto

Il successo di Ubuntu nella robotica può essere attribuito anche alla sua vivace comunità. Forum, documentazione e una miriade di tutorial sono disponibili sia per i principianti che per gli esperti. Eventi come hackathon e conferenze promuovono uno spirito di collaborazione e innovazione all’interno della comunità di Ubuntu Robotics.

Sfide e futuro

Nonostante i suoi vantaggi, Ubuntu Robotics affronta sfide come problemi di compatibilità con hardware molto specifico o nuovo e la curva di apprendimento ripida associata ad applicazioni avanzate di robotica e IA. Lo sviluppo continuo e il supporto della comunità sono cruciali per affrontare queste sfide.

Il futuro di Ubuntu Robotics sembra promettente, con i progressi in IA, machine learning e reti neurali che dovrebbero migliorare ulteriormente le sue capacità. Inoltre, la crescente tendenza verso l’IoT e le tecnologie smart vedrà probabilmente Ubuntu giocare un ruolo fondamentale nei sistemi robotici interconnessi.

Ubuntu Robotics è all’avanguardia nella rivoluzione tecnologica nella robotica e nell’IA. Con le sue robuste caratteristiche, l’ampio supporto della comunità e lo sviluppo orientato al futuro, Ubuntu continua a essere la piattaforma preferita per innovatori e sviluppatori che mirano a costruire la prossima generazione di macchine intelligenti.

Prosegui la lettura

Robotica

Arriva muscolo artificiale per Robot più sicuro e morbido

Tempo di lettura: 2 minuti. Nuovo attuatore morbido sviluppato dalla Northwestern University per robot più sicuri e flessibili. Scopri le innovazioni nei muscoli artificiali.

Pubblicato

in data

Tempo di lettura: 2 minuti.

Gli ingegneri della Northwestern University hanno sviluppato un nuovo dispositivo morbido e flessibile che permette ai robot di muoversi espandendosi e contraendosi, proprio come un muscolo umano. Questo dispositivo, chiamato attuatore, è stato dimostrato in un robot soffice a forma di cilindro e in un bicipite artificiale. Il robot cilindrico ha navigato in spazi stretti, mentre il bicipite è riuscito a sollevare un peso di 500 grammi per 5000 volte senza fallire.

Caratteristiche dell’Attuatore

L’attuatore è stato stampato in 3D utilizzando gomma comune, rendendo il costo del robot di circa 3 dollari, escludendo il piccolo motore che ne guida il cambiamento di forma. Questo contrasta fortemente con i tipici attuatori rigidi utilizzati nella robotica, che spesso costano centinaia o migliaia di dollari. La nuova tecnologia potrebbe portare allo sviluppo di robot soffici, flessibili e a basso costo, che sono più sicuri e pratici per applicazioni nel mondo reale.

Applicazioni e Potenzialità

I ricercatori hanno pubblicato il loro lavoro sulla rivista Advanced Intelligent Systems. Ryan Truby, il principale autore dello studio e professore presso la McCormick School of Engineering della Northwestern, ha sottolineato l’importanza di sviluppare robot più sicuri per l’interazione con gli esseri umani. I robot morbidi, infatti, riducono il rischio di infortuni rispetto ai robot rigidi.

Innovazioni nella progettazione

Truby e il suo team si sono ispirati ai muscoli umani, che si contraggono e si irrigidiscono simultaneamente. Per sviluppare il nuovo attuatore, hanno stampato in 3D strutture cilindriche chiamate “handed shearing auxetics” (HSAs) utilizzando poliuretano termoplastico, una gomma comune. Queste strutture, quando vengono attorcigliate, si estendono ed espandono, permettendo movimenti unici e proprietà particolari.

Un’ulteriore innovazione è stata l’aggiunta di un soffietto di gomma estensibile, che funziona come un albero rotante deformabile. Questo ha permesso all’attuatore di estendersi o contrarsi semplicemente girando il motore in una direzione o nell’altra.

Robot che si comportano come Organismi Viventi

Il robot risultante, simile a un verme, era compatto e capace di muoversi in avanti e indietro a una velocità di oltre 32 centimetri al minuto. Sia il robot che il bicipite artificiale diventano più rigidi quando l’attuatore è completamente esteso, una proprietà che è stata storicamente assente nella robotica morbida. Truby e il suo team ritengono che questo attuatore rappresenti un ulteriore passo verso la creazione di robot bio-ispirati che possano eseguire compiti impossibili per i robot convenzionali.

Prosegui la lettura

Facebook

CYBERSECURITY

Sicurezza Informatica2 giorni fa

Vulnerabilità in Modern Events Calendar: migliaia di WordPress a rischio

Tempo di lettura: 2 minuti. Vulnerabilità critica nel plugin Modern Events Calendar consente il caricamento arbitrario di file da parte...

Sicurezza Informatica2 giorni fa

Attacco RADIUS: panoramica dettagliata

Tempo di lettura: 3 minuti. Il protocollo RADIUS può essere compromesso utilizzando tecniche avanzate di collisione MD5 per eseguire attacchi...

Sicurezza Informatica2 giorni fa

ViperSoftX sfrutta AutoIt e CLR per l’esecuzione Stealth di PowerShell

Tempo di lettura: 3 minuti. ViperSoftX utilizza AutoIt e CLR per eseguire comandi PowerShell in modo stealth, eludendo i meccanismi...

Sicurezza Informatica2 giorni fa

Malware Poco RAT mira vittime di lingua spagnola

Tempo di lettura: 3 minuti. Poco RAT, nuovo malware che prende di mira le vittime di lingua spagnola con campagne...

Microsoft teams Microsoft teams
Sicurezza Informatica2 giorni fa

Falso Microsoft Teams per Mac distribuisce Atomic Stealer

Tempo di lettura: 2 minuti. Un falso Microsoft Teams per Mac distribuisce il malware Atomic Stealer tramite una campagna di...

CISA logo CISA logo
Sicurezza Informatica2 giorni fa

CISA hackera Agenzia Federale USA: vulnerabilità critiche Svelate

Tempo di lettura: 2 minuti. CISA svela vulnerabilità critiche in un'agenzia federale USA attraverso un'esercitazione di red team SILENTSHIELD

Sicurezza Informatica2 giorni fa

DarkGate usa file Excel per diffondere malware

Tempo di lettura: 3 minuti. DarkGate utilizza file Excel per diffondere malware sofisticato. Scopri come funziona questa minaccia e come...

Sicurezza Informatica3 giorni fa

SSH sotto attacco a causa di bug e vulnerabilità

Tempo di lettura: 3 minuti. Scopri le nuove minacce di CRYSTALRAY e la vulnerabilità di OpenSSH in RHEL 9. Approfondisci...

Sicurezza Informatica4 giorni fa

CoreTech: accordo con TuxCare migliora sicurezza negli ambienti Linux

Tempo di lettura: 2 minuti. L'accordo migliora lo standard qualitativo dell'offerta Linux per quel che concerne la risposta alle vulnerabilità

CISA logo CISA logo
Sicurezza Informatica5 giorni fa

CISA aggiornamenti per Citrix, Adobe, ICS e vulnerabilità sfruttate

Tempo di lettura: 3 minuti. CISA rilascia aggiornamenti per Citrix e Adobe e sette consigli per i sistemi di controllo...

Truffe recenti

Inchieste6 giorni fa

Idealong.com chiuso, ma attenti a marketideal.xyz e bol-it.com

Tempo di lettura: 2 minuti. Dopo aver svelato la truffa Idealong, abbiamo scoperto altri link che ospitano offerte di lavoro...

Inchieste1 settimana fa

Idealong.com spilla soldi ed assolda lavoratori per recensioni false

Tempo di lettura: 4 minuti. Il metodo Idealong ha sostituito Mazarsiu e, dalle segnalazioni dei clienti, la truffa agisce su...

Sicurezza Informatica2 settimane fa

Truffa lavoro online: Mazarsiu sparito, attenti a idealong.com

Tempo di lettura: 2 minuti. Dopo il sito Mazarsiu, abbandonato dai criminali dopo le inchieste di Matrice Digitale, emerge un...

fbi fbi
Sicurezza Informatica1 mese fa

FBI legge Matrice Digitale? Avviso sulle truffe di lavoro Online

Tempo di lettura: 2 minuti. L'FBI segnala un aumento delle truffe lavoro da casa con pagamenti in criptovaluta, offrendo consigli...

Sicurezza Informatica2 mesi fa

Milano: operazione “Trust”, frodi informatiche e riciclaggio di criptovaluta

Tempo di lettura: 2 minuti. Scoperta un'organizzazione criminale transnazionale specializzata in frodi informatiche e riciclaggio di criptovaluta nell'operazione "Trust"

Inchieste2 mesi fa

Truffa lavoro Online: analisi metodo Mazarsiu e consigli

Tempo di lettura: 4 minuti. Mazarsiu e Temunao sono solo due portali di arrivo della truffa di lavoro online che...

Inchieste2 mesi fa

Mazarsiu e Temunao: non solo truffa, ma un vero metodo

Tempo di lettura: 4 minuti. Le inchieste su Temunao e Marasiu hanno attivato tante segnalazioni alla redazione di persone che...

Pharmapiuit.com Pharmapiuit.com
Inchieste2 mesi fa

Pharmapiuit.com : sito truffa online dal 2023

Tempo di lettura: 2 minuti. Pharmapiuit.com è l'ultimo sito truffa ancora online di una serie di portali che promettono forti...

Temunao.Top Temunao.Top
Inchieste2 mesi fa

Temunao.Top: altro sito truffa che promette lavoro OnLine

Tempo di lettura: 2 minuti. Temunao.top è l'ennesimo sito web truffa che promette un premio finale a coloro che effettuano...

Inchieste2 mesi fa

Attenti a Mazarsiu.com : offerta lavoro truffa da piattaforma Adecco

Tempo di lettura: 2 minuti. Dalla piattaforma Adecco ad un sito che offre lavoro attraverso le Google Ads: è la...

Tech

Antutu logo Antutu logo
Smartphone5 ore fa

I migliori 10 smartphone Android su AnTuTu per Giugno 2024

Tempo di lettura: 5 minuti. I migliori 10 smartphone Android su AnTuTu per giugno 2024, con modelli di ASUS, nubia,...

Smartphone5 ore fa

Realme 13 Pro: specifiche tecniche e prestazioni su Geekbench

Tempo di lettura: 2 minuti. Realme 13 Pro ha specifiche avanzate come il processore Snapdragon 7s Gen 2, fotocamere da...

Tech20 ore fa

Galaxy Z Flip 6 migliora rispetto al 3 e Galaxy Buds 3 meglio del 2

Tempo di lettura: 3 minuti. Galaxy Z Flip 6 ha miglioramenti rispetto al Z Flip 3 ed il nuovo design...

Smartphone20 ore fa

OPPO F27 Pro Plus vs Poco F6: quale scegliere?

Tempo di lettura: 2 minuti. Confronta OPPO F27 Pro Plus e Poco F6: scopri quale smartphone offre migliori specifiche, design,...

Smartphone20 ore fa

Galaxy S25 Ultra e Samsung Exynos 2500: novità e anticipazioni

Tempo di lettura: 2 minuti. Novità sul Galaxy S25 Ultra e l'Exynos 2500 di Samsung, con miglioramenti nel design e...

Tech21 ore fa

Aggiornamenti Chrome: ultime novità per Android, iOS e Desktop

Tempo di lettura: 2 minuti. Scopri gli ultimi aggiornamenti di Chrome Dev e Beta per Android, iOS, ChromeOS e desktop,...

Smartphone21 ore fa

OPPO Reno 12 Pro vs OnePlus 12R: quale scegliere?

Tempo di lettura: 3 minuti. Confronta OPPO Reno 12 Pro 5G e OnePlus 12R 5G: scopri quale smartphone offre migliori...

Smartphone2 giorni fa

Nubia Z60 Ultra con Snapdragon 8 Gen 3 Leading Version in arrivo

Tempo di lettura: 2 minuti. Nubia Z60 Ultra con Snapdragon 8 Gen 3 Leading Version potente per prestazioni estreme: caratteristiche...

Smartphone2 giorni fa

Motorola Edge 50 Neo e Infinix Zero Flip: specifiche, colori e novità

Tempo di lettura: 2 minuti. Scopri le specifiche e i colori del Motorola Edge 50 Neo e dell'Infinix Zero Flip,...

Intelligenza Artificiale2 giorni fa

Goldman Sachs: Intelligenza Artificiale è troppo costosa e inaffidabile?

Tempo di lettura: 2 minuti. Opinioni contrastanti in Goldman Sachs sugli investimenti in AI, i loro costi elevati e l'affidabilità,...

Tendenza