Connect with us

Tech

TSMC presenta la tecnologia produttiva a 2 nm

Pubblicato

il

Condividi questo contenuto
Tempo di lettura: 2 minuti.

Nuova tecnologia a 2nm nel 2025 e arrivo in produzione di quella a 3nm entro la fine del 2022, queste le novità che arrivano da TSMC.

Uno dei più grandi produttori del mondo di Chip la TSMC, ha rivelato i dettagli del suo tanto atteso processo di produzione a 2 nm. Utilizza un’architettura di transistor chiamata nanosheet ed arriverà nel 2025. Intanto arrivano miglioramenti della tecnologia a 3nm e la conferma dell’entrata in produzione entro la fine dell’anno.

Si prevede che queste nuove generazioni di chip a semiconduttori di silicio, aumenteranno la velocità e saranno più efficienti dal punto di vista energetico man mano che i nodi di processo si ridurranno. Tutta l’industria del settore continua a lottare per restare fedele alla legge di Moore. TSMC dovrebbe far entrare in produzione il nodo a 3nm nella seconda metà di quest’anno.

TSMC ha presentato la sua prossima tecnologia di processo produttivo al North America Technology Symposium 2022. L’apice della conferenza è stato proprio l’arrivo dei dettagli sul suo nodo a 2 nm di prossima generazione, noto internamente come N2.

Gli stampi da 2 nm di TSMC saranno consegnati ai progettisti massivamente nel 2026, questo significa che quei chip potrebbero essere disponibili per telefoni, PC e server già nel 2026.

N2 vedrà TSMC passare a un’architettura di transistor nanosheet dal fin field-effect transistor (FinFET) che è stato lo standard nel settore per diverso tempo. Il passaggio porterà miglioramenti in termini di prestazioni ed efficienza energetica.

L’architettura nanosheet prevede che la corrente elettrica fluisca attraverso diversi strati sovrapposti di silicio a loro volta completamente circondati dal materiale del gate del transistor. IBM ha affermato di aver realizzato i primi chip da 2 nm utilizzando la tecnologia dei nanosheet già nel 2021.

TSMC prevede, come anticipato, di iniziare la produzione dei chip utilizzando il suo nodo N2 nel 2025. Questa tecnologia consentirà ai dispositivi un miglioramento della velocità dal 10% al 15% alla stessa potenza, o una riduzione di consumo dal 25% al ​​30% parità di velocità.

La generazione del nodo N2 dovrebbe includere una versione ad alte prestazioni e una versione base, oltre a varie soluzioni di integrazione, come affermato da TSMC.


FONTE

Commenti da Facebook
Prosegui la lettura
Advertisement

Iscriviti alla newsletter settimanale di Matrice Digitale

* indicates required

Tech

Apple inizia a produrre l’iPhone 14 in India

Condividi questo contenuto

Tempo di lettura: 2 minuti. L’iPhone 14 è il primo dispositivo di punta di Apple a essere prodotto in India poco dopo il lancio

Pubblicato

il

Condividi questo contenuto
Tempo di lettura: 2 minuti.

Secondo quanto riportato da TechCrunch e Bloomberg, Apple ha iniziato ad assemblare l’iPhone 14 in India. È la prima volta che Apple sposta la produzione dalla Cina all’India così rapidamente dopo il lancio di un nuovo iPhone. Come riportato da TechCrunch, Apple sta utilizzando gli impianti di Foxconn a Sriperumbudur, in India, per produrre il dispositivo. In passato Apple ha prodotto i suoi iPhone di punta in India, ma in genere lo ha fatto ben dopo il lancio iniziale del telefono. L’azienda ha iniziato a produrre l’iPhone 13 in India solo ad aprile e ha fatto lo stesso con altri modelli di iPhone, tra cui l’iPhone 12 e l’iPhone 11. Abbiamo appreso per la prima volta che Apple intendeva colmare il divario tra i tempi di trasferimento della produzione dalla Cina all’India già ad agosto, sperando inizialmente di terminare la produzione dei primi iPhone in India a fine ottobre. Una fonte che ha familiarità con la situazione ha dichiarato a Bloomberg che Apple e Foxconn sono riuscite ad appianare i problemi della catena di fornitura, consentendo ad Apple di spostare la produzione in India più velocemente.

“Siamo entusiasti di produrre l’iPhone 14 in India”, ha dichiarato un portavoce di Apple a TechCrunch. Apple non ha risposto immediatamente alla richiesta di commento di The Verge. Apple ha iniziato a produrre iPhone in India nel 2017 con l’obiettivo di ridurre la dipendenza dell’azienda dalla Cina a causa dei crescenti conflitti con gli Stati Uniti. Questo rende inoltre i dispositivi più interessanti per il mercato indiano, in quanto la produzione locale dei dispositivi in India può renderli più accessibili nel Paese. Secondo TechCrunch, l’iPhone 14 standard costa attualmente 79.900 rupie (circa 980 dollari) in India, contro i 799 dollari degli Stati Uniti. Anche altre aziende, come Google, sembrano prendere in considerazione centri di produzione al di fuori della Cina. Google starebbe pensando di spostare la produzione del suo smartphone Pixel in India o in Vietnam. Samsung produce dispositivi nel Paese dal 2007 e nel 2018 ha aperto in India la più grande fabbrica di telefoni al mondo.

Commenti da Facebook
Prosegui la lettura

Tech

Samsung potrebbe acquistare ARM

Pubblicato

il

Condividi questo contenuto
Tempo di lettura: 3 minuti.

Jeong-ui Son, presidente di SoftBank, ha ufficializzato la sua visita in Corea il mese prossimo, si prevede che le discussioni sulla vendita di ARM accelerino.

ARM è la più grande società mondiale di asset di progettazione di semiconduttori ed è di proprietà di SoftBank. Poiché il presidente Son incontrerà Jae-yong Lee, vicepresidente di Samsung Electronics, è molto probabile che Samsung Electronics parteciperà all’acquisizione di ARM. Ci sono però diversi nodi da sciogliere, come il prezzo di vendita e l’approvazione normativa da parte dei governi in merito a fusioni e acquisizioni (M&A).

Secondo Bloomberg, il presidente Son visiterà la Corea il mese prossimo per avere discussioni strategiche con Samsung Electronics in merito a ARM. Il vicepresidente Lee ha anche detto ai giornalisti di un viaggio d’affari all’estero il 21: “Se il presidente Son viene a Seoul il mese prossimo, farebbe una proposta del genere (relativa ad ARM)”. Sembra infatti che il presidente Son chiederà a Samsung Electronics di partecipare all’acquisizione di ARM.

Quali sono i precedenti?

ARM è stata in diverse occasioni proposta come candidata per M&A di Samsung Electronics. ARM ha una forte influenza sul mercato infatti rappresentando il 90% del mercato dei semiconduttori per dispositivi mobili. Se Samsung Electronics acquisisce ARM, può rafforzare le proprie capacità nel settore come Exynos. All’inizio di quest’anno, il vicepresidente di Samsung Electronics, Jong-hee Han, ha dichiarato: “Stiamo valutando fusioni e acquisizioni in varie aree di business. Ci aspettiamo dei buoni risultati molto presto”.

Conosciamo bene le mire di Samsung nel settore della produzione dei semiconduttori, come abbiamo approfondito anche qui:

Anche se Samsung Electronics partecipasse all’acquisizione di ARM, sembra difficile che possa subentrare in solitaria. Questo perché è difficile ottenere l’approvazione dalle autorità di regolamentazione nazionali. È lo stesso background in cui Nvidia ha cercato di acquisire ARM per 66 miliardi di dollari ma ha fallito. A quel tempo, le autorità di regolamentazione come gli Stati Uniti, il Regno Unito e l’Unione Europea (UE) espressero tutte voto negativo. Samsung Electronics, Intel, AMD e Qualcomm erano anche preoccupati che il possesso di ARM da parte di una società specifica potesse causare una battuta d’arresto nella fornitura stabile di semiconduttori per dispositivi mobili.

Alla fine l’alternativa potrebbe essere la forma consortile. Oltre a Samsung Electronics, anche Intel, SK hynix e Qualcomm stanno valutando l’acquisizione di ARM. Se l’acquisizione di ARM viene effettuata sotto forma di consorzio, si prevede che seguirà la competizione per l’acquisizione di quote.

Il problema del Prezzo

Recentemente, l’industria stima che il valore massimo di ARM sia di circa 100 trilioni di KRW (Won Sudcoreano) e stima un valore di vendita compreso tra 50 e 70 trilioni di KRW. Si prevede che la proposta di Nvidia, 66 miliardi di dollari, possa essere utilizzata come indicatore del prezzo di vendita. Considerando che SoftBank ha acquisito ARM nel 2016 per circa 32 miliardi di dollari (circa 37 trilioni di KRW), sarebbe un ottimo affare. Tuttavia, il prezzo di vendita può variare poiché le circostanze di SoftBank non sono favorevoli. SoftBank ha registrato una perdita netta di 3,16 trilioni di JPY (circa 31,3 trilioni di KRW) nel secondo trimestre 2022 e per il secondo trimestre consecutivo. Sembra stiano valutando la vendita di vari beni per assicurarsi fondi, anche a rischio di perdite di investimento. Poiché la vendita di Nvidia da parte di ARM è fallita, non si può escludere che SoftBank, che si trova in una situazione finanziaria urgente, possa mettere sul mercato ARM a un prezzo inferiore.

Parallelamente è probabile che il consorzio di acquisizione offra un prezzo inferiore per mettersi al riparo da possibili penali in caso di fallimento dell’acquisto. Nello specifico l’assetto di ARM è il seguente: SoftBank detiene una quota del 75% e il resto del 25% è di proprietà del Vision Fund (sempre di SoftBank).

Se l’acquisizione andrà in porto sarà una delle maggiori nel settore in questo momento storico e potrebbe incidere notevolmente sugli assetti delle aziende coinvolte.


FONTE

Commenti da Facebook
Prosegui la lettura

Tech

Gmail violato? Come recuperare un account Gmail

Pubblicato

il

Condividi questo contenuto
Tempo di lettura: 3 minuti.

L’e-mail è come una seconda identità. La usiamo per tutte le nostre attività quotidiane, come i trasferimenti bancari, i social media, il lavoro e molto altro. Sfortunatamente, questo la rende preziosa per i criminali informatici e c’è la possibilità concreta che il vostro account Gmail venga violato. Ma non temete! C’è sempre qualcosa che si può fare, come ad esempio i passaggi riportati di seguito.

Come recuperare un account Gmail violato

Se si sospetta che il proprio account Gmail sia stato compromesso, è necessario verificare se è ancora possibile accedere al proprio account o recuperarlo. Seguite questi passaggi:

  • Effettuare l’accesso da un altro computer, poiché sul computer potrebbero essere presenti infezioni da malware. Tali infezioni possono utilizzare una schermata di accesso fittizia o registrare i tasti premuti per raccogliere le credenziali di accesso.
  • Una volta effettuato l’accesso, cambiate immediatamente la password della vostra e-mail. Se non riuscite ad accedere, procedete come segue.
  • Recuperare la password attraverso le domande di sicurezza. Le domande di sicurezza includono indirizzi e-mail alternativi, data di nascita o una domanda personalizzata. Per Gmail, è possibile reimpostare la password utilizzando questo link. È inoltre possibile utilizzare la pagina di recupero.

Esaminate l’attività dell’account e proteggete il vostro account. Controllate se ci sono state attività sospette sul vostro account e su altri accessi a dispositivi di vostra proprietà. Assicuratevi di tenere traccia anche delle app di terze parti che hanno accesso al vostro account.
Accedete al vostro account Google e selezionate Sicurezza nel pannello di sinistra. Questo dovrebbe mostrare l’attività, i vostri dispositivi e le app di terze parti con accesso all’account.

Una volta riottenuto l’accesso al proprio account, la cosa successiva è assicurarsi che non si verifichino più episodi simili.

La prevenzione batte la cura
Ora dovete aggiungere un livello di misure preventive al vostro account. Per farlo, seguite i seguenti passaggi:

Attivate la Verifica in due passaggi o l’autenticazione a due fattori. Questo sarà un cuscinetto di sicurezza per garantire che sia difficile per altri accedere al vostro account.

Aggiungete il vostro telefono e la vostra e-mail di recupero. In questo modo potrete avere un modo alternativo per accedere al vostro account.

È buona abitudine aggiornare regolarmente la password del proprio account.

Utilizzate password diverse per i vari account.

Commenti da Facebook
Prosegui la lettura

Facebook

CYBERWARFARE

Notizie3 giorni fa

Sandworm sta modificando i suoi attacchi alle infrastrutture ucraine

Tempo di lettura: 2 minuti. Il gruppo di hacker sponsorizzato dallo Stato russo noto come Sandworm è stato osservato mentre...

Notizie4 giorni fa

Gli attacchi informatici dell’Iran contro Israele sono aumentati, dice l’esercito

Tempo di lettura: < 1 minuto. La radio ha citato ufficiali militari secondo cui gli attacchi sono aumentati del "70%".

Multilingua7 giorni fa

Anonymous viola i siti web dello Stato iraniano dopo la morte di Mahsa Amini

Tempo di lettura: 2 minuti. I due principali siti web del governo iraniano e alcuni siti dei media sono stati...

Notizie1 settimana fa

Russia guerra cibernetica coinvolge anche i i satelliti

Tempo di lettura: 2 minuti. Il Committee of Concerned Scientists ha lavorato per sensibilizzare l'opinione pubblica sulla situazione degli scienziati....

Notizie2 settimane fa

Documenti NATO rubati all’insaputa del Portogallo: messi in vendita nel Dark Web

Tempo di lettura: 4 minuti. I fascicoli top secret sono stati sottratti dall'Agenzia di Stato Maggiore delle Forze Armate del...

Notizie2 settimane fa

Taiwan vigila mentre la Cina scatena la sua guerra informatica

Tempo di lettura: 2 minuti. Nel tentativo di resistere alle aggressioni cinesi, Taiwan ha aumentato le spese per la difesa...

Notizie2 settimane fa

Hacker iraniani colpiscono obiettivi nella sicurezza nucleare e nella ricerca genomica

Tempo di lettura: 3 minuti. La società di sicurezza aziendale Proofpoint ha attribuito gli attacchi mirati a un attore di...

Notizie2 settimane fa

La Cina accusa l’unità TAO della NSA di aver violato la sua università di ricerca militare

Tempo di lettura: 2 minuti. La Cina ha accusato la National Security Agency (NSA) degli Stati Uniti di aver condotto...

Notizie2 settimane fa

Tempo di lettura: 2 minuti. Diversi gruppi di hacker iraniani hanno partecipato a un recente attacco informatico contro il governo...

Notizie3 settimane fa

Microsoft mette in guardia dagli attacchi ransomware degli APT iraniani

Tempo di lettura: 2 minuti. La divisione di intelligence sulle minacce di Microsoft ha valutato mercoledì che un sottogruppo dell'attore...

Truffe recenti

Truffe online3 giorni fa

Truffe della rete Theta e phishing di MetaMask

Tempo di lettura: 3 minuti. Questa settimana abbiamo trovato altre ingannevoli truffe di criptovalute a cui dovete prestare attenzione.

Truffe online2 settimane fa

Truffa su Kadena per 50.000 euro: donna vittima di relazione sentimentale

Tempo di lettura: 4 minuti. Dopo il caso dell'uomo raggiunto su Tinder, ecco un nuovo grave schema criminale che ha...

Truffe online2 settimane fa

4 messaggi e SMS WhatsApp “pericolosi” inviati per truffa

Tempo di lettura: 4 minuti. Vi spieghiamo alcune tipologia di attacco più frequenti sul programma di messaggistica

Notizie3 settimane fa

15 truffatori di bancomat arrestati a Gangtok

Tempo di lettura: 2 minuti. 11 provengono da Kanpur

Notizie1 mese fa

Truffatori telefonici causano danni per oltre 320.000 euro a Berlino

Tempo di lettura: 2 minuti. Migliaia di persone sono già cadute nel tranello di truffatori telefonici che si fingono dipendenti...

Notizie1 mese fa

Ecco come si può acquistare una identità nel dark web e fare le truffe. Lo studio

Tempo di lettura: 2 minuti. Sappiamo tutti che le informazioni rubate vengono scambiate sul dark web e una nuova ricerca...

scam scam
Notizie2 mesi fa

Spagna e Romania: sventata banda di truffatori online

Tempo di lettura: 2 minuti. Condividi questo contenutoLe autorità spagnole, insieme alla polizia rumena ed Europol, hanno chiuso lunedì un’operazione...

Truffe online2 mesi fa

Il phishing sbarca anche su Twitter e Discord

Tempo di lettura: 3 minuti. Anche i "social minori" sono attenzionati dai criminali informatici

Inchieste3 mesi fa

Tinder e la doppia truffa: criptovalute e assistenza legale che non c’è

Tempo di lettura: 6 minuti. Una donna conosciuta su Tinder gli consiglia di investire in criptovalute. Viene truffato e si...

Truffe online3 mesi fa

Truffe WhatsApp, quali sono e come evitarle

Tempo di lettura: 4 minuti. Ecco le otto truffe più comuni su WhatsApp, secondo ESET

Tendenza