Connect with us

Economia

No, la SEC non ha approvato ETF del Bitcoin. Ecco perchè

Pubblicato

in data

sec etf bitcoin
Tempo di lettura: 3 minuti.

Il mondo delle criptovalute ha recentemente assistito a un evento senza precedenti: l’account Twitter ufficiale della Securities and Exchange Commission (SEC) degli Stati Uniti è stato hackerato, causando un’ondata di volatilità nel mercato del Bitcoin.

Falsa Approvazione di un ETF Bitcoin

Il tweet fraudolento, pubblicato alle 16:11 EST di martedì, annunciava l’approvazione di un fondo negoziato in borsa (ETF) per il Bitcoin. Questa notizia ha immediatamente scatenato un’impennata nel prezzo del Bitcoin, che è salito da circa $46,600 a $47,680, segnando un picco biennale per la criptovaluta principale.

Smentita Rapida e Conseguenze sul Mercato

Tuttavia, solo 15 minuti dopo, il presidente della SEC, Gary Gensler, ha emesso una dichiarazione smentendo l’approvazione e avvertendo che l’account dell’agenzia era stato compromesso. Questa smentita ha provocato un crollo nel prezzo del Bitcoin, che è sceso quasi a $45,500.

Reazioni e Implicazioni

L’incidente ha sollevato preoccupazioni significative riguardo alla manipolazione del mercato e alla vulnerabilità delle criptovalute a notizie false o ingannevoli. Charles Gasparino, corrispondente senior di FOX Business Network, ha suggerito che la SEC potrebbe dover indagare su se stessa per manipolazione del mercato.

Inoltre, figure politiche di spicco, come il senatore Cynthia Lummis e il senatore Bill Hagerty, hanno espresso preoccupazioni e richiesto trasparenza e responsabilità per l’accaduto. Il presidente della sottocommissione per la vigilanza e le indagini dei servizi finanziari della Camera, il rappresentante Bill Huizenga, ha anche sollevato interrogativi sulle azioni della SEC.

Volatilità del Mercato e Sensibilità del Bitcoin

Questo episodio ha evidenziato l’influenza significativa della SEC e la sensibilità del prezzo del Bitcoin a notizie e annunci regolamentari. Nonostante la volatilità, il prezzo del Bitcoin rimane in aumento dell’8% nelle ultime due settimane e del 166% nell’ultimo anno.

Tweet Falso su ETF Bitcoin Causa Liquidazioni per 90 Milioni di Dollari

Un episodio di manipolazione del mercato ha messo in luce i rischi associati all’industria delle criptovalute. Un tweet falso, pubblicato dall’account hackerato della U.S. Securities and Exchange Commission (SEC), ha causato una volatilità estrema nel prezzo del Bitcoin, portando alla liquidazione di quasi 90 milioni di dollari in posizioni lunghe e corte.

Dettagli dell’Incidente

Gli hacker hanno preso il controllo dell’account Twitter della SEC, pubblicando un tweet che sembrava approvare un atteso fondo negoziato in borsa (ETF) per il Bitcoin. Il tweet, che includeva anche una menzione di “$BTC”, è stato rapidamente cancellato, ma non prima di aver causato un’immediata impennata del prezzo del Bitcoin da circa 46.800 dollari a 47.680 dollari. Il prezzo è poi sceso fino a 45.400 dollari una volta che è stato chiarito che il tweet era falso.

Reazioni del Mercato e Liquidazioni

La reazione rapida dei trader e dei bot automatizzati al tweet ha portato all’apertura di oltre 500 milioni di dollari in posizioni future in un periodo di dieci minuti. Tuttavia, le posizioni altamente leveraged hanno subito un duro colpo a causa delle fluttuazioni del prezzo: circa 50 milioni di dollari in posizioni lunghe e 36 milioni di dollari in posizioni corte sono stati liquidati.

Implicazioni e Critiche

Questo evento ha sollevato preoccupazioni sulla sicurezza delle comunicazioni ufficiali e sulla capacità della SEC di proteggere i propri account social, con alcuni partecipanti al mercato critici nei confronti delle misure di sicurezza apparentemente scarse dell’agenzia. La situazione ha anche evidenziato come le informazioni diffuse tramite i social media possano manipolare i mercati, specialmente in un settore altamente speculativo come quello delle criptovalute.

L’incidente del tweet falso della SEC sottolinea la necessità di maggiore vigilanza e sicurezza nell’uso dei social media da parte delle istituzioni finanziarie. Inoltre, evidenzia la volatilità e la sensibilità del mercato delle criptovalute a notizie e annunci, sia veritieri che falsi.

Economia

Leadership di Samsung nei processori a 1.4nm minacciata da Intel

Tempo di lettura: 2 minuti. Intel sfida la leadership di Samsung nel processo di fabbricazione a 1.4nm, con piani ambiziosi che potrebbero minacciarne la posizione

Pubblicato

in data

samsung fonderia
Tempo di lettura: 2 minuti.

Intel sta rientrando nel settore delle fonderie e sta facendo investimenti significativi per competere con giganti del settore come TSMC e Samsung. Samsung, che già affronta la dominanza di TSMC nel segmento della produzione di chip su contratto, ora deve anche guardarsi le spalle da Intel.

Samsung ha cercato di accelerare la commercializzazione di processi di produzione di chip altamente avanzati per superare TSMC. L’azienda aveva precedentemente confermato che il suo processo di fabbricazione a 1.4nm sarebbe stato pronto entro il 2027. Sembra che Intel potrebbe essere pronta a quel punto a dare una seria concorrenza a Samsung.

Sfide per Samsung nel Business delle Fonderie

Intel ha annunciato che inizierà a produrre chip con il processo all’avanguardia a 1.4nm nei prossimi anni. L’annuncio è stato fatto durante il primo evento di fonderia di Intel, dove il CEO Pat Gelsinger ha presentato per la prima volta Intel 14A, il nome dell’azienda per il suo processo a 1.4nm.

Mentre Samsung e TSMC hanno entrambi iniziato a produrre chip con il processo a 3nm, Intel è attualmente al 5nm e sta cercando di iniziare la produzione a 2nm insieme ad entrambi gli incumbenti entro il 2025. Il produttore di chip statunitense, pur avendo iniziato tardi nel settore delle fonderie, spera che una maggiore attenzione sui processi avanzati lo aiuti a colmare il divario.

Samsung prevede di commercializzare chip a 1.4nm entro il 2027, mentre TSMC punta al 2027-2028. Anche Intel potrebbe mirare a rilasciare i suoi chip nello stesso periodo. Attualmente TSMC detiene quasi il 60% del mercato della produzione di chip su contratto, mentre Samsung è al secondo posto con il 13% del mercato.

Intel sta già attirando grandi clienti; Microsoft è diventata il suo primo cliente di fonderia scegliendo il processo a 1.8nm di Intel per la produzione di chip. Il CEO di Intel ha ribadito l’obiettivo dell’azienda di diventare la seconda più grande fonderia al mondo entro il 2030. Questo conferma che Intel mira a superare Samsung nel mercato, il che potrebbe complicare i piani di Samsung di espandere la sua quota di mercato.

Prosegui la lettura

Economia

Meta e Microsoft sollecitano UE a rigettare i nuovi termini dell’App Store di Apple

Pubblicato

in data

Tempo di lettura: 2 minuti.

Meta e Microsoft hanno espresso preoccupazioni riguardo ai nuovi termini dell’App Store di Apple, sollecitando l’Unione Europea a respingerli. Questi termini, introdotti con iOS 17.4, permettono agli sviluppatori di vendere le loro app al di fuori dell’App Store ufficiale di Apple e di optare per termini alternativi all’interno dello store. Tuttavia, le condizioni imposte da Apple sono state criticate per essere ostiche e proibitive, tanto da essere descritte come una forma di “compliance maliziosa” con il Digital Markets Act dell’UE.

I Nuovi Termini dell’App Store di Apple

Sebbene le modifiche introdotte da Apple consentano teoricamente agli sviluppatori di commercializzare le loro app al di fuori dell’App Store, le condizioni annesse rendono questa opzione poco vantaggiosa. Apple continuerebbe a percepire una commissione del 27% sulle vendite esterne all’App Store e proporrebbe termini alternativi agli sviluppatori europei, inclusa una tassa di €0,50 per installazione all’anno, che risulterebbe impraticabile per molte app, in particolare quelle gratuite.

La risposta di Meta e Microsoft

Sia Meta che Microsoft hanno espresso pubblicamente la loro opposizione ai nuovi termini dell’App Store. Microsoft ha sottolineato che la nuova politica di Apple rappresenta un passo nella direzione sbagliata, limitando l’apertura delle piattaforme e la concorrenza. D’altra parte, Mark Zuckerberg di Meta ha suggerito che le condizioni proposte da Apple sono così gravose da essere incompatibili con l’intento della regolamentazione dell’UE, rendendo difficile per qualsiasi sviluppatore, inclusa Meta, adottare gli store alternativi proposti da Apple.

Lobbying presso l’UE

Entrambe le aziende stanno facendo pressione sull’UE affinché rifiuti la risposta di Apple e richieda termini migliori per gli sviluppatori. Secondo il Financial Times, Meta e Microsoft desiderano che i regolatori europei ottengano ulteriori concessioni da Apple per aprire maggiormente il software mobile iOS ai concorrenti.

Chiamata all’azione per gli sviluppatori

Damien Geradin, un avvocato che rappresenta gli sviluppatori critici nei confronti di Apple, ha esortato anche i piccoli sviluppatori a far sentire la loro voce presso l’UE. Geradin ha evidenziato la rapida consapevolezza degli sviluppatori riguardo le limitazioni imposte dai nuovi termini di Apple e l’efficacia limitata del DMA nell’apportare cambiamenti significativi.

Prossimi Passi

L’UE deve ancora decidere se i nuovi termini di Apple siano sufficienti per conformarsi al DMA e sta cercando il parere degli sviluppatori per aiutare a raggiungere una conclusione. Molte persone ritengono che la decisione sarà contraria ad Apple, che potrebbe affrontare notevoli multe per non conformità, ma è più probabile che l’UE rifiuti formalmente i termini proposti e richieda nuove proposte dall’azienda di Cupertino.

Prosegui la lettura

Economia

Azione legale da $680 Milioni contro Activision Blizzard per la Call of Duty League

Tempo di lettura: 2 minuti. Activision Blizzard subisce un’azione legale da 680 milioni di dollari per pratiche scorrette nella Call of Duty League

Pubblicato

in data

Call of Duty League
Tempo di lettura: 2 minuti.

Hector “H3CZ” Rodriguez, CEO di OpTic Gaming, ha intentato una causa contro Activision Blizzard, accusando il gigante dei videogiochi di pratiche monopolistiche nella gestione della Call of Duty esports league. La causa, presentata insieme all’ex giocatore di OpTic Seth “Scump” Abner, richiede danni per $680 milioni, affermando che il monopolio sostenuto da Activision Blizzard sulla lega ha costretto loro a partnership finanziariamente onerose.

Cambiamenti nella struttura della Lega

Prima dell’introduzione della Call of Duty League (CDL) da parte di Activision Blizzard nel 2019, i tornei di Call of Duty erano organizzati da terze parti con una struttura aperta. L’arrivo della CDL ha cambiato radicalmente questo scenario, limitando la lega a soli 12 team e richiedendo quote di franchising di milioni di dollari per partecipare.

Termini e condizioni rigidi

La causa rivela alcuni dei termini e delle condizioni imposti alle organizzazioni esports per partecipare alla lega, inclusa una quota di franchising di $27,5 milioni. Inoltre, le squadre erano obbligate a cedere il 50% dei ricavi delle vendite di merchandise e biglietti degli eventi ad Activision Blizzard e ad accettare restrizioni sui diritti di sponsorizzazione.

Restrizioni per squadre e giocatori

La causa sostiene che Activision Blizzard ha proibito alle squadre e ai giocatori di partecipare a tornei al di fuori della CDL e ha limitato la capacità dei singoli giocatori di ottenere sponsorizzazioni personali. Viene citato un esempio in cui, nel 2020, ai giocatori veniva richiesto di firmare un accordo che li legava alle regole della lega senza possibilità di revisione legale.

Precedenti accuse di comportamento Anticoncorrenziale

Activision Blizzard è stata precedentemente accusata di comportamento anticoncorrenziale riguardo alle sue leghe esports. Nel 2023, ha raggiunto un accordo con il Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti riguardante la Competitive Balance Tax nelle leghe esports di Call of Duty e Overwatch, una regola che potenzialmente deprimeva i salari dei giocatori.

Risposta di Activision Blizzard

In risposta alla causa, un portavoce di Activision Blizzard ha definito l’azione legale priva di meriti, esprimendo delusione per il fatto che membri della comunità esports abbiano intrapreso questa strada, potenzialmente dannosa per proprietari di squadre, giocatori, fan e partner coinvolti nella Call of Duty League.

Prosegui la lettura

Facebook

CYBERSECURITY

lockbit boeing lockbit boeing
Notizie38 minuti fa

Sventato l’Encryptor LockBit 4.0, arrestati padre e figlio in Ucraina

Tempo di lettura: < 1 minuto. Arresti in Ucraina e rivelazione di LockBit-NG-Dev segnano successi contro il ransomware LockBit.

Joomla logo Joomla logo
Notizie7 ore fa

Joomla risolve vulnerabilità XSS che potrebbero esporre i siti a attacchi RCE

Tempo di lettura: 2 minuti. Joomla affronta cinque vulnerabilità XSS che potrebbero consentire attacchi RCE, con correzioni disponibili nelle versioni...

Notizie7 ore fa

Microsoft espande le capacità di Log gratuite dopo il breach di maggio

Tempo di lettura: 2 minuti. Microsoft amplia le funzionalità di log gratuite dopo un breach di Exchange Online, garantendo a...

Sony Playstation Passkey Sony Playstation Passkey
Notizie8 ore fa

Sony introduce il supporto per le Passkey negli account PlayStation

Tempo di lettura: < 1 minuto. Sony annuncia il supporto per le passkey negli account PlayStation, offrendo un accesso più...

Notizie19 ore fa

Misure di Sicurezza Critiche per i Sistemi Idrici e ICS da CISA e Mozilla

Tempo di lettura: < 1 minuto. CISA, EPA e FBI offrono consigli per la sicurezza dei sistemi idrici, mentre CISA...

Server Redis Server Redis
Notizie19 ore fa

Migo: il nuovo malware che compromette i server Redis

Tempo di lettura: 2 minuti. Il malware Migo compromette i server Redis disabilitando le funzionalità di sicurezza e facilitando attività...

Notizie1 giorno fa

Sicurezza quantistica su Apple iMessage: PQ3 arriva con iOS 17.4

Tempo di lettura: 2 minuti. Apple lancia in iOS 17.4 una crittorgrafia di sicurezza in iMessage che può resistere agli...

NSO Group: cambia proprietario NSO Group: cambia proprietario
Notizie2 giorni fa

NSO Group è capace di estrarre dati dagli smartphone senza l’interazione della vittima

Tempo di lettura: 2 minuti. La nota azienda israeliana di spyware commerciale NSO Group è stata recentemente al centro dell’attenzione...

Playstation Portal Hackerato da ingegneri di Google Playstation Portal Hackerato da ingegneri di Google
Notizie2 giorni fa

Il PlayStation Portal di Sony hackerato da ingegneri di Google

Tempo di lettura: < 1 minuto. Ingegneri di Google hanno hackerato il PlayStation Portal di Sony per eseguire giochi PSP...

Notizie2 giorni fa

97.000 server Microsoft Exchange vulnerabili ad attacchi NTLM relay

Tempo di lettura: 2 minuti. Oltre 28.500 server Exchange sono a rischio a causa di CVE-2024-21410, con gli hacker che...

Truffe recenti

dimarcoutletfirenze sito truffa dimarcoutletfirenze sito truffa
Inchieste3 giorni fa

Truffa dimarcoutletfirenze.com: merce contraffatta e diversi dalle prenotazioni

Tempo di lettura: 2 minuti. La segnalazione alla redazione di dimarcoutletfirenze.com si è rivelata puntuale perchè dalle analisi svolte è...

sec etf bitcoin sec etf bitcoin
Economia1 mese fa

No, la SEC non ha approvato ETF del Bitcoin. Ecco perchè

Tempo di lettura: 3 minuti. Il mondo delle criptovalute ha recentemente assistito a un evento senza precedenti: l’account Twitter ufficiale...

Notizie2 mesi fa

Europol mostra gli schemi di fronde online nel suo rapporto

Tempo di lettura: 2 minuti. Europol’s spotlight report on online fraud evidenzia che i sistemi di frode online rappresentano una grave...

Notizie3 mesi fa

Polizia Postale: attenzione alla truffa dei biglietti ferroviari falsi

Tempo di lettura: < 1 minuto. Gli investigatori della Polizia Postale hanno recentemente individuato una nuova truffa online che prende...

app ledger falsa app ledger falsa
Notizie4 mesi fa

App Falsa di Ledger Ruba Criptovalute

Tempo di lettura: 2 minuti. Un'app Ledger Live falsa nel Microsoft Store ha rubato 768.000 dollari in criptovalute, sollevando dubbi...

keepass pubblicità malevola keepass pubblicità malevola
Notizie4 mesi fa

Google: pubblicità malevole che indirizzano a falso sito di Keepass

Tempo di lettura: 2 minuti. Google ospita una pubblicità malevola che indirizza gli utenti a un falso sito di Keepass,...

Notizie4 mesi fa

Nuova tattica per la truffa dell’aggiornamento del browser

Tempo di lettura: 2 minuti. La truffa dell'aggiornamento del browser si rinnova, con i criminali che ora ospitano file dannosi...

Notizie5 mesi fa

Oltre 17.000 siti WordPress compromessi negli attacchi di Balada Injector

Tempo di lettura: 2 minuti. La campagna di hacking Balada Injector ha compromesso oltre 17.000 siti WordPress sfruttando vulnerabilità nei...

Truffe online5 mesi fa

ChatGPT cerca di ingannare cuori solitari appassionati di AI

Tempo di lettura: < 1 minuto. La truffa LoveGPT rappresenta una nuova minaccia nel mondo degli appuntamenti online, sfruttando l'AI...

Notizie5 mesi fa

Nuovo avviso della Polizia Postale: attenzione allo “Spoofing telefonico”

Tempo di lettura: 2 minuti. Attenzione ai tentativi di truffa tramite "Spoofing telefonico": la Polizia Postale avvisa e fornisce consigli...

Tendenza