Connect with us

Notizie

Minaccia Nucleare via mail: Fancy Bear attacca con Follina

Pubblicato

in data

Tempo di lettura: 3 minuti.

Il gruppo di minacce persistenti avanzate Fancy Bear è dietro una campagna di phishing che utilizza lo spettro della guerra nucleare per sfruttare una falla nota di Microsoft con un solo clic. L’obiettivo è fornire malware in grado di rubare le credenziali dai browser Chrome, Firefox ed Edge.

Uno Zero day in Microsoft Office mette in pericolo gli utenti con un file Word

Secondo i ricercatori di Malwarebytes Threat Intelligence, gli attacchi dell’APT legata alla Russia sono legati alla guerra tra Russia e Ucraina. Secondo un post pubblicato sul blog di Malwarebytes, Fancy Bear sta spingendo documenti dannosi armati con l’exploit per Follina (CVE-2022-30190), una falla nota di Microsoft con un solo clic.

È la prima volta che osserviamo APT28 utilizzare Follina nelle sue operazioni“, scrivono i ricercatori nel post. Fancy Bear è conosciuto anche come APT28, Strontium e Sofacy.Infosec Insiders Newsletter

Fancy Bear: una garanzia per Putin nella Guerra Cibernetica

Il 20 giugno, i ricercatori di Malwarebytes hanno osservato per la prima volta il documento armato, che scarica ed esegue un .Net stealer segnalato per la prima volta da Google. Il Threat Analysis Group (TAG) di Google ha dichiarato che Fancy Bear ha già utilizzato questo stealer per colpire utenti in Ucraina.

Secondo Malwarebytes, anche il Computer Emergency Response Team of Ukraine (CERT-UA) ha scoperto in modo indipendente il documento dannoso utilizzato da Fancy Bear nella recente campagna di phishing.

Il CERT-UA aveva precedentemente identificato Fancy Bear come una delle numerose APT che stanno bombardando l’Ucraina con attacchi informatici in parallelo all’invasione delle truppe russe iniziata a fine febbraio. Si ritiene che il gruppo operi su ordine dell’intelligence russa per raccogliere informazioni utili all’agenzia.

In passato Fancy Bear è stato collegato ad attacchi mirati alle elezioni negli Stati Uniti e in Europa, nonché ad hackeraggi contro agenzie sportive e antidoping legati ai Giochi Olimpici del 2020.

I ricercatori hanno segnalato Follina per la prima volta ad aprile, ma solo a maggio è stato ufficialmente identificato come un exploit zero-day e one-click. Follina è associato al Microsoft Support Diagnostic Tool (MSDT) e utilizza il protocollo ms-msdt per caricare codice dannoso da Word o altri documenti Office quando vengono aperti.

Il bug è pericoloso per una serie di motivi, non ultimo l’ampia superficie di attacco, in quanto riguarda chiunque utilizzi Microsoft Office su tutte le versioni di Windows attualmente supportate.

Se sfruttato con successo, gli aggressori possono ottenere i diritti di utente per prendere effettivamente il controllo di un sistema e installare programmi, visualizzare, modificare o eliminare dati o creare nuovi account.

Microsoft ha recentemente applicato una patch a Follina nel Patch Tuesday di giugno, ma il problema è tuttora sfruttato attivamente dagli attori delle minacce, compresi gli APT noti.

Minaccia di attacco nucleare

La campagna Follina di Fancy Bear prende di mira gli utenti con e-mail che contengono un file RTF dannoso intitolato “Nuclear Terrorism A Very Real Threat” (Terrorismo nucleare: una minaccia molto reale) nel tentativo di sfruttare i timori delle vittime che l’invasione dell’Ucraina possa degenerare in un conflitto nucleare, hanno affermato i ricercatori nel post. Il contenuto del documento è un articolo del gruppo di affari internazionali Atlantic Council che esplora la possibilità che Putin usi armi nucleari nella guerra in Ucraina.

Il file dannoso utilizza un modello remoto incorporato nel file Document.xml.rels per recuperare un file HTML remoto dall’URL http://kitten-268[.]frge[.]io/article[.]html. Il file HTML utilizza quindi una chiamata JavaScript a window.location.href per caricare ed eseguire uno script PowerShell codificato utilizzando lo schema URI del protocollo MSP ms-msdt.

Il PowerShell carica il payload finale, una variante dello stealer .Net precedentemente identificato da Google in altre campagne di Fancy Bear in Ucraina. Mentre la variante più vecchia dello stealer utilizzava un falso messaggio di errore a comparsa per distrarre gli utenti da ciò che stava facendo, la variante utilizzata nella campagna a tema nucleare non lo fa, secondo i ricercatori.

Per quanto riguarda le altre funzionalità, la variante recentemente avvistata è “quasi identica” a quella precedente, “con solo alcuni piccoli refactor e alcuni comandi sleep aggiuntivi“, hanno aggiunto.

Come per la variante precedente, lo scopo principale del ladro è quello di rubare i dati, comprese le credenziali dei siti web come nome utente, password e URL, da diversi browser popolari, tra cui Google Chrome, Microsoft Edge e Firefox. Il malware utilizza poi il protocollo di posta elettronica IMAP per esfiltrare i dati verso il suo server di comando e controllo nello stesso modo in cui lo faceva la variante precedente, ma questa volta verso un dominio diverso, hanno detto i ricercatori.

La vecchia variante di questo ladro si collegava a mail[.]sartoc.com (144.208.77.68) per esfiltrare i dati“, hanno scritto. “La nuova variante utilizza lo stesso metodo ma un dominio diverso, www.specialityllc[.]com. È interessante notare che entrambi sono situati a Dubai“.

I proprietari dei siti web molto probabilmente non hanno nulla a che fare con APT28, con il gruppo che semplicemente approfitta di siti abbandonati o vulnerabili, hanno aggiunto i ricercatori.

Notizie

CISA rafforza la Sicurezza dei Sistemi di Controllo Industriale e mitiga CVE-2024-1709

Tempo di lettura: 2 minuti. CISA rilascia un advisory sui sistemi di controllo industriale e aggiunge la vulnerabilità CVE-2024-1709 di ConnectWise ScreenConnect al suo catalogo

Pubblicato

in data

CISA
Tempo di lettura: 2 minuti.

L’Agenzia per la Sicurezza Informatica e delle Infrastrutture degli Stati Uniti (CISA) ha recentemente rilasciato un avviso importante per i sistemi di controllo industriale (ICS) e aggiunto una vulnerabilità di ConnectWise ScreenConnect, CVE-2024-1709, al suo catalogo di vulnerabilità note e sfruttate attivamente. Queste azioni evidenziano l’impegno della CISA a migliorare la sicurezza cibernetica e a ridurre i rischi per le infrastrutture critiche.

Advisory per i Sistemi di Controllo Industriale

Il 22 febbraio 2024, la CISA ha pubblicato un advisory dedicato ai sistemi di controllo industriale, con l’obiettivo di informare gli utenti e gli amministratori su questioni di sicurezza attuali, vulnerabilità e exploit che riguardano gli ICS. Gli advisory della CISA forniscono dettagli tecnici e misure di mitigazione per affrontare efficacemente le minacce alla sicurezza.

ICSA-24-053-01 Delta Electronics CNCSoft-B DOPSoft

Vulnerabilità ConnectWise ScreenConnect CVE-2024-1709

Nello stesso giorno, la CISA ha inserito la vulnerabilità CVE-2024-1709 di ConnectWise ScreenConnect nel suo catalogo di vulnerabilità note e sfruttate attivamente. Questa vulnerabilità consente un bypass dell’autenticazione e rappresenta un vettore di attacco comune per gli attori malevoli, mettendo a rischio le reti federali e le imprese.

CVE-2024-1709 ConnectWise ScreenConnect Authentication Bypass Vulnerability

Direttive e raccomandazioni

La Direttiva Operativa Vincolante (BOD) 22-01 stabilisce il catalogo di vulnerabilità note e sfruttate come un elenco dinamico di CVE che presentano un rischio significativo per l’impresa federale. Sebbene la BOD 22-01 si applichi solo alle agenzie del ramo esecutivo civile federale (FCEB), la CISA incoraggia tutte le organizzazioni a dare priorità alla tempestiva risoluzione delle vulnerabilità elencate nel catalogo per ridurre l’esposizione agli attacchi informatici.

Implicazioni per le organizzazioni

Queste iniziative della CISA sottolineano l’importanza di una gestione proattiva delle vulnerabilità e della sicurezza informatica per tutte le organizzazioni. L’implementazione di misure di mitigazione tempestive e l’aggiornamento costante delle pratiche di sicurezza sono fondamentali per proteggere le reti e le infrastrutture critiche dalle minacce emergenti.

Prosegui la lettura

Notizie

Azioni FTC contro H&R Block e Avast per pratiche ingannevoli

Tempo di lettura: 2 minuti. L’FTC intraprende azioni legali contro H&R Block per pubblicità ingannevole e Avast per la vendita di dati di navigazione

Pubblicato

in data

Federal Trade Commission (FTC)
Tempo di lettura: 2 minuti.

L’FTC ha intrapreso azioni legali contro H&R Block e Avast, accusandoli di pratiche ingannevoli e violazione della privacy degli utenti. H&R Block è sotto accusa per pubblicità ingannevole legata alla sua offerta di compilazione delle dichiarazioni dei redditi online gratuita, mentre Avast è stato sanzionato per la vendita di dati di navigazione degli utenti a fini pubblicitari.

H&R Block: pubblicità ingannevole e pressioni sui consumatori

H&R Block, con i suoi 70.000 professionisti e 12.000 uffici globali, ha generato entrate per 3,5 miliardi di dollari nel 2023, ma ora è sotto il mirino dell’FTC. L’accusa sostiene che l’azienda abbia indotto i consumatori a optare per prodotti a pagamento più costosi, nonostante non necessitassero delle funzionalità aggiuntive offerte. Inoltre, H&R Block non ha fornito chiarimenti adeguati sui propri prodotti, portando molti utenti a iniziare le loro dichiarazioni dei redditi con versioni più costose di quanto necessario.

Avast: vendita di dati di navigazione e violazione della Privacy

Avast dovrà pagare 16,5 milioni di dollari e gli sarà vietato vendere o concedere in licenza i dati di navigazione web degli utenti per fini pubblicitari. L’FTC ha evidenziato che Avast ha raccolto, conservato e venduto i dati di navigazione degli utenti senza il loro consenso, promuovendo contemporaneamente i propri prodotti come strumenti per bloccare il tracciamento online. Avast, attraverso la sua filiale Jumpshot, ha venduto queste informazioni a oltre 100 terze parti tra il 2014 e il 2020, violando i diritti dei consumatori e ingannandoli sulla tutela della privacy.

Implicazioni per i consumatori e il settore

Queste azioni dell’FTC contro H&R Block e Avast sottolineano l’importanza della trasparenza e della protezione dei consumatori nell’era digitale. Le aziende sono invitate a operare in modo etico, evitando pratiche ingannevoli e rispettando la privacy dei loro utenti. Le sanzioni e i divieti imposti dall’FTC servono da monito per altre aziende nel settore, evidenziando la necessità di aderire a pratiche commerciali oneste e trasparenti.

Prosegui la lettura

Notizie

Leak i-soon ha svelato le operazioni di guerra cibernetica della Cina nel mondo

Tempo di lettura: 2 minuti. Una massiccia fuga di dati rivela l’ampiezza delle attività di guerra cibernetica della Cina, con dettagli sulle operazioni e i bersagli.

Pubblicato

in data

Tempo di lettura: 2 minuti.

Un’indagine è in corso da parte della polizia cinese riguardo a una significativa fuga di dati originata da un appaltatore privato di sicurezza, I-Soon, con presunti collegamenti con la sicurezza dello stato cinese. I dati, trapelati dall’appaltatore a Github, offrono una visione senza precedenti sulle operazioni di una organizzazione di cybersecurity internazionale.

La fuga di dati comprende una varietà di documenti, screenshot e conversazioni private, rivelando dettagli sulle attività di hacking e gli strumenti utilizzati dall’azienda, oltre a fornire una visione interna sui bersagli, che includono agenzie governative internazionali, università e agenzie di Hong Kong. Nonostante l’autenticità dei documenti non sia ancora confermata, molte delle informazioni corrispondono a vettori di minaccia noti originati dalla Repubblica Popolare Cinese in passato.

I-Soon, conosciuta anche come Shanghai Anxun Information Company, fondata a Shanghai nel 2010, vanta diverse sedi in Cina. Il sito web dell’azienda, ora offline, presentava una gamma di servizi di cybersecurity, molti dei quali descritti nella fuga di dati da 190 megabyte. Tra i clienti elencati figurano numerosi uffici di sicurezza regionali cinesi e dipartimenti di pubblica sicurezza, oltre al Ministero della Sicurezza Pubblica cinese.

L’uso di traduzioni AI ha reso i dati accessibili a un numero maggiore di analisti, abbassando la barriera all’accesso e permettendo una valutazione più rapida e semplice delle informazioni. La fuga di dati comprende anche informazioni banali, come lamentele sugli stipendi bassi e le abitudini di gioco d’azzardo dei dipendenti.

La fuga di dati ha iniziato a diffondersi a metà febbraio, con migliaia di messaggi WeChat e documenti di marketing caricati su Github, inclusi documenti di presentazione di vendita che vantano le capacità di hacking dell’azienda e le imprese passate. Secondo i rapporti, i dati elencano esplicitamente i bersagli correlati al terrorismo che l’azienda ha precedentemente hackerato, inclusi alcuni in Pakistan e Afghanistan, e includono anche le tariffe guadagnate per alcuni di questi progetti di hacking.

Questa fuga di dati fornisce al mondo una visione rara e intima della realtà in prima linea nel torbido business dell’espionaggio globale, rivelando che gran parte di esso potrebbe non essere tanto glamour quanto le faide tra dipendenti e le feste in ufficio.

Prosegui la lettura

Facebook

CYBERSECURITY

CISA CISA
Notizie8 ore fa

CISA rafforza la Sicurezza dei Sistemi di Controllo Industriale e mitiga CVE-2024-1709

Tempo di lettura: 2 minuti. CISA rilascia un advisory sui sistemi di controllo industriale e aggiunge la vulnerabilità CVE-2024-1709 di...

lockbit boeing lockbit boeing
Notizie2 giorni fa

Sventato l’Encryptor LockBit 4.0, arrestati padre e figlio in Ucraina

Tempo di lettura: < 1 minuto. Arresti in Ucraina e rivelazione di LockBit-NG-Dev segnano successi contro il ransomware LockBit.

Joomla logo Joomla logo
Notizie2 giorni fa

Joomla risolve vulnerabilità XSS che potrebbero esporre i siti a attacchi RCE

Tempo di lettura: 2 minuti. Joomla affronta cinque vulnerabilità XSS che potrebbero consentire attacchi RCE, con correzioni disponibili nelle versioni...

Notizie2 giorni fa

Microsoft espande le capacità di Log gratuite dopo il breach di maggio

Tempo di lettura: 2 minuti. Microsoft amplia le funzionalità di log gratuite dopo un breach di Exchange Online, garantendo a...

Sony Playstation Passkey Sony Playstation Passkey
Notizie2 giorni fa

Sony introduce il supporto per le Passkey negli account PlayStation

Tempo di lettura: < 1 minuto. Sony annuncia il supporto per le passkey negli account PlayStation, offrendo un accesso più...

Notizie2 giorni fa

Misure di Sicurezza Critiche per i Sistemi Idrici e ICS da CISA e Mozilla

Tempo di lettura: < 1 minuto. CISA, EPA e FBI offrono consigli per la sicurezza dei sistemi idrici, mentre CISA...

Server Redis Server Redis
Notizie2 giorni fa

Migo: il nuovo malware che compromette i server Redis

Tempo di lettura: 2 minuti. Il malware Migo compromette i server Redis disabilitando le funzionalità di sicurezza e facilitando attività...

Notizie3 giorni fa

Sicurezza quantistica su Apple iMessage: PQ3 arriva con iOS 17.4

Tempo di lettura: 2 minuti. Apple lancia in iOS 17.4 una crittorgrafia di sicurezza in iMessage che può resistere agli...

NSO Group: cambia proprietario NSO Group: cambia proprietario
Notizie4 giorni fa

NSO Group è capace di estrarre dati dagli smartphone senza l’interazione della vittima

Tempo di lettura: 2 minuti. La nota azienda israeliana di spyware commerciale NSO Group è stata recentemente al centro dell’attenzione...

Playstation Portal Hackerato da ingegneri di Google Playstation Portal Hackerato da ingegneri di Google
Notizie4 giorni fa

Il PlayStation Portal di Sony hackerato da ingegneri di Google

Tempo di lettura: < 1 minuto. Ingegneri di Google hanno hackerato il PlayStation Portal di Sony per eseguire giochi PSP...

Truffe recenti

dimarcoutletfirenze sito truffa dimarcoutletfirenze sito truffa
Inchieste5 giorni fa

Truffa dimarcoutletfirenze.com: merce contraffatta e diversi dalle prenotazioni

Tempo di lettura: 2 minuti. La segnalazione alla redazione di dimarcoutletfirenze.com si è rivelata puntuale perchè dalle analisi svolte è...

sec etf bitcoin sec etf bitcoin
Economia1 mese fa

No, la SEC non ha approvato ETF del Bitcoin. Ecco perchè

Tempo di lettura: 3 minuti. Il mondo delle criptovalute ha recentemente assistito a un evento senza precedenti: l’account Twitter ufficiale...

Notizie2 mesi fa

Europol mostra gli schemi di fronde online nel suo rapporto

Tempo di lettura: 2 minuti. Europol’s spotlight report on online fraud evidenzia che i sistemi di frode online rappresentano una grave...

Notizie3 mesi fa

Polizia Postale: attenzione alla truffa dei biglietti ferroviari falsi

Tempo di lettura: < 1 minuto. Gli investigatori della Polizia Postale hanno recentemente individuato una nuova truffa online che prende...

app ledger falsa app ledger falsa
Notizie4 mesi fa

App Falsa di Ledger Ruba Criptovalute

Tempo di lettura: 2 minuti. Un'app Ledger Live falsa nel Microsoft Store ha rubato 768.000 dollari in criptovalute, sollevando dubbi...

keepass pubblicità malevola keepass pubblicità malevola
Notizie4 mesi fa

Google: pubblicità malevole che indirizzano a falso sito di Keepass

Tempo di lettura: 2 minuti. Google ospita una pubblicità malevola che indirizza gli utenti a un falso sito di Keepass,...

Notizie4 mesi fa

Nuova tattica per la truffa dell’aggiornamento del browser

Tempo di lettura: 2 minuti. La truffa dell'aggiornamento del browser si rinnova, con i criminali che ora ospitano file dannosi...

Notizie5 mesi fa

Oltre 17.000 siti WordPress compromessi negli attacchi di Balada Injector

Tempo di lettura: 2 minuti. La campagna di hacking Balada Injector ha compromesso oltre 17.000 siti WordPress sfruttando vulnerabilità nei...

Truffe online5 mesi fa

ChatGPT cerca di ingannare cuori solitari appassionati di AI

Tempo di lettura: < 1 minuto. La truffa LoveGPT rappresenta una nuova minaccia nel mondo degli appuntamenti online, sfruttando l'AI...

Notizie5 mesi fa

Nuovo avviso della Polizia Postale: attenzione allo “Spoofing telefonico”

Tempo di lettura: 2 minuti. Attenzione ai tentativi di truffa tramite "Spoofing telefonico": la Polizia Postale avvisa e fornisce consigli...

Tendenza