Connect with us

OSINT

Campagna elettorale sui social: chi ha guadagnato e chi ha perso negli ultimi giorni

Tempo di lettura: 8 minuti. L’analisi di Matrice Digitale sulla battaglia Twitter tra i candidati alle elezioni politiche del 25 settembre. Chi vince, chi perde nella comunicazione politica sui social e nel confronto sulle piazze virtuali

Pubblicato

in data

Tempo di lettura: 8 minuti.

Continua l’analisi social delle elezioni politiche e della campagna elettorale incentrata sul dibattito tra i capi di partito e le coalizioni messe in piedi. In tal senso, Matrice Digitale ha pubblicato una ricerca valida fino al 4 settembre. Un punto iniziale per comprendere ora negli ultimi 20 giorni di campagna elettorale invece come è andata ai front man della politica: se hanno recuperato credibilità oppure no.

Matrice Digitale offre uno spaccato social innovativo secondo un calcolo basato sui leader politici delle forze in campo nel dibattito Twitter che più si presta alle analisi della pancia degli elettori ed alle impressioni degli addetti ai lavori.

Premessa:

Matrice Digitale prende le distanze da chi vende proiezioni sui social sulla base di calcoli forniti dal sentiment effettuati dall’intelligenza artificiale

I dati che espone sono freddi e vertono su uno studio che esula dal fornire a lettore statistiche ininfluenti come la visualizzazione dei post che gonfia i dati di engagement.

La ricerca offre un’analisi al servizio del lettore e degli addetti ai lavori senza secondi fini e non è stata commissionata da soggetti terzi.

Il metodo utilizzato non può considerarsi scientifico, ma rappresenta il miglior compromesso sulla base dell’esperienza acquisita nel corso di questi anni con numerose ricerche OSINT pubblicate soprattutto in campo politico.

La piattaforma utilizzata è Anthares ed è di proprietà di Matrice Digitale

per approfondimenti sul tema leggere:

Continuano le fake news sui dati social: Draghi è stato già dimenticato dagli Italiani

Draghi non aveva la gente dalla sua parte, ma gli analisti social sì

Dataset:

Il dataset di riferimento è stato ricavato da una scansione dei profili istituzionali sul social network Twitter dal 4 al 23 settembre 2022 di coloro che sono candidati in qualità di capi partito e sono raggruppati nei calcoli in questo modo

Centrodestra: Matteo Salvini, Silvio Berlusconi, Giorgia Meloni, Maurizio Lupi

Centro Sinistra: Enrico Letta, Nicola Fratoianni, Emma Bonino, Roberto Speranza, Luigi Di Maio

Terzo Polo: Matteo Renzi, Carlo Calenda

Movimento Cinque Stelle: Giuseppe Conte

Sinistra: Luigi De Magistris

Altro (sovranisti – no greenpass): Mario Adinolfi, Simone di Stefano, Marco Rizzo, Gianluigi Paragone

Il twittatore seriale

Il numero dei Tweet espressi dai profili ufficiali dei capipartito ha subito un’accelerata di pubblicazioni negli ultimi giorni.

Carlo Calenda conferma il suo primato come politico più attivo sui social mentre Salvini è stato scavalcato da Gianluigi Paragone. Letta e Adinolfi invece sono cresciuti nelle pubblicazioni scavalcando Giorgia Meloni, che perde posizioni anche contro Conte e addirittura un Berlusconi diventato più attivo su Twitter ultimamente. Di Maio ha preso coraggio ed ha scavalcato Lupi e Bonino così come Simone di Stefano ha twittato di più di altri raggiungendo la stessa quota tweet di Rizzo.

Indice gradimento: oltre ai like c’è di più

A differenza di chi propone una lettura, falsata aggiungiamo noi per esperienza diretta, dei commenti a cura dell’intelligenza artificiale, Matrice Digitale ha provato a calcolare l’indice di gradimento secondo una media ponderata tra due valori: Like e Commenti.

Il calcolo non è perfetto, sia chiaro, ma rende l’idea del successo o meno che la campagna di comunicazione del profilo individuale del candidato sta avendo e si compone grazie alla differenza tra il numero dei mi piace a quello dei commenti ricevuti con il fine di rendere “nette le preferenze“, in virtù del fatto che la presenza di commenti non sempre indica gradimento, anzi, chi commenta sotto a un post, in linea di massima, lo fa per protesta e non per approvazione.

L’indice di gradimento conferma Conte al primo posto anche se ha abbassato la media. Rizzo perde posizioni insieme a Calenda e Renzi, ma conservano un posto in vetta. Chi invece sorprende è proprio Giorgia Meloni al secondo posto con un gradimento maggiore rispetto alla prima rilevazione. Scendono molto Lupi, Fratoianni e Boninomentre a sorpresa guadagnano Speranza e Simone di Stefano, confermando l’analisi precedente dove si individuava un certo gradimento dell’ex ministro alla Salute Pubblica bersaglio preferito sui social del popolo no vax, così come si conferma la tendenza del binomio Di Stefano qualità – Adinolfi quantità.

Nel centro sinistra, la zavorra Di Maio conferma un sorprendete rendimento negativo, ma che è migliorato pur conservando un primato negativo spropositato rispetto alle preferenze che hanno avuto gli altri.

Viralità: Si parla bene o male, l’importante che si condivida

Viralità significa capacità di un contenuto di essere diffuso che è diverso dal dato precompilato che viene fornito spesso sul numero di visualizzazioni che un post ha avuto. Al massimo quello è il fine ultimo, ma è soggetto a diversi fattori come il numero di follower in partenza che rendono lo scontro impari.

La media di viralità calcolata da Matrice Digitale è stata possibile sommando le condivisioni con le citazioni per poi dividerne il risultato per il numero di tweet.

Salvo Adinolfi e De Magistris, la media sulla viralità è stata negativa per tutti, ma la classifica ha visto Letta imporsi di più su tutti, così come si è abbassato di molto il vociare su Di Maio. La positività di Letta nel gradimento fa comprendere che, a differenza, di Di maio, il candidato di Centro Sinistra è stato condiviso positivamente. Meloni ferma al 4 posto con Renzi che ha superato l’ex ministro degli esteri mentre è da notare, rispetto all’altra volta, il balzo di Adinolfi e De Magistris nelle posizioni più alte della classifica. Sceso di molto Speranza e confermato Paragone nelle ultime posizioni con Simone di Stefano che è sceso in classifica guadagnando più consensi nel gradimento.

Il parlamento di Twitter

Sulla base dell’indice di gradimento sommato tra i leader dei partiti che compongono le coalizioni in campo si è ricavato questo esito “elettorale”:

Chi ha lavorato meglio di tutti si conferma essere Giuseppe Conte con il Terzo Polo, ma fa riflettere come la Destra abbia recuperato posizioni sul fronte sovranista. Il centro sinistra è ultimo ma esce dalla negatività portata da di Maio all’inizio.

Cosa ci dice quindi la campagna elettorale appena chiusa?

La campagna elettorale appena chiusa ci ha mostrato grande impegno del Terzo Polo e grande consenso social su Giuseppe Conte, così come un nutrito fronte di eletti nell’ala alternativa del paese con un recupero del Centro Destra nell’ultimo periodo. Dalle analisi invece della coalizione di Centro Sinistra, Letta ha recuperato, ma ha due nuovi problemi come la negatività di Fratoianni ( che potrebbe giovare o a lui o a Unione Popolare) e l’insipidità della Bonino che non è stata per nulla efficace nella sua campagna elettorale sui grandi social e questo fa intendere che non porterà più voti alla lista. Nel centrosinistra c’è il problema di Maio, rientrato, ma pur sempre un problema mentre a dare man forte a Letta, possiamo dire che c’è Speranza.

Paragone non sfonda mentre Di Stefano viene apprezzato di più così come Adinolfi ha fatto passare in modo più virale il suo messaggio. Rizzo sarà anche un grande comunicatore, ma non convince del tutto nonostante abbia una portata di visibilità mostruosa per essere un partito dato sotto il 3 per cento.

La destra ha ottenuto invece un ottimo riscontro su Meloni, meno su Berlusconi e Salvini e questo sta a significare una potenziale crescita della leader di Fratelli d’Italia non sugli indecisi, ma sui suoi alleati.

Altri dati della Campagna elettorale:

La campagna elettorale ha mostrato dall’apertura della crisi al governo draghi al 23 settembre un numero di: 2.798.881 tweets riferiti all’ecosistema generato dai profili istituzionali dei capi partito e che hanno generato in tutto:

14.050.281 di Mi piace, 2.032.155 di retweet, 251.707 citazioni e 3.019.464 di commenti

Top 10 Like:

Calenda si conferma come acchiappa like seguito da Meloni e Conte nella top ten. Sorprende la presenza di Elio Vito come unico politico non candidato

Top 10 menzioni

Nella top ten delle menzioni Letta ed il Partito Democratico sono rispettivamente primo candidato e primo partito in classifica, Calenda al secondo posto mentre Meloni al terzo e Fratelli d’Italia secondo partito meglio di Azione e Italia Viva, ma che presi singolarmente invece superano il partito della meloni.

Top 10 Condivisioni

Carlo Calenda il più condiviso di tutti così come Giuseppe Conte al secondo posto e Giorgia meloni al terzo. Enrico Letta scavalcato da Rizzo e Renzi così come il fronte alternativo composto da Rizzo, Adinolfi, Paragone, Di Stefano ha ottenuto percentuali che se messe insieme avrebbero scavalcato i big.

Top 10 commenti

Enrico Letta è stato il politico più commentato, seguito da Carlo Calenda e Matteo Salvini. Nella top 10 figura anche il PD. Di Maio ed Adinolfi in ultima posizione con Berlusconi in classifica.

Top 10 Hashtags

Draghi è presente per via della sua caduta e del periodo di crisi, ma anche perché è stato proposto da due coalizioni come PD e Terzo Polo sia come metodo Draghi che come possibile premier. Berlusconi è stato l’argomento più chiacchierato tra i politici mentre il terzo polo è stata la novità di questa campagna elettorale spinta da Renzi e Calenda. Il partito democratico è la lista più chiacchierata mentre il movimento cinque stelle il più acclamato con #iovotoconte e #dallapartegiusta monopolizzando l’area centrale con una media del 7,50. Calenda ha ceduto il passo a Draghi, ma è presente in lista mentre Letta no.

Tweet di maggior successo:

Sep 9, 2022 @ 18:13:27.000
Enrico Letta
Domanda per @GiorgiaMeloni. Quindi #PeppaPig va censurata e il video della donna violentata a Piacenza va rilanciato senza limiti?
16,248

Sep 8, 2022 @ 17:22:18.000
giorsss saw H & L
italian culture is chiedersi ogni volta che qualcuno di famoso/rilevante muore quando arriva il turno di berlusconi
14,167

Jul 20, 2022 @ 19:25:45.000
Enrico Letta
In questo giorno di follia il Parlamento decide di mettersi contro l’Italia. Noi abbiamo messo tutto l’impegno possibile per evitarlo e sostenere il #governoDraghi. Gli italiani dimostreranno nelle #urne di essere più saggi dei loro rappresentanti.
13,409

Aug 8, 2022 @ 21:09:52.000
Paglia Giovanni
Salvini lancia la flat tax al 15%.
Significa che Mario Rossi, metalmeccanico, pagherà esattamente le stesse tasse di oggi.
Silvio Berlusconi, miliardario, ne pagherà invece 14 milioni in meno.
Che servirebbero a pagare l’ospedale pubblico per Mario Rossi.
Roba delinquenziale.
12,541

Jul 20, 2022 @ 20:42:41.000
Sandro Sabatini
Sono un cittadino italiano. Ho 60 anni. Sono disgustato da @GiuseppeConteIT e @matteosalvinimi e deluso da tutti quelli che li hanno seguiti. Stop.
12,465

Sep 12, 2022 @ 20:42:47.000
Enrico Letta
. @GiorgiaMeloni: “I bambini hanno bisogno di un padre e una madre.”
Io: “No, i bambini hanno bisogno di amore”.
Meloni: “Lo Stato non norma l’amore”.
Io: “Appunto: tu lo stai normando. Stai decidendo quale è amore e quale non lo è”.
LettaMeloni
Scegli.
12,380

Jul 20, 2022 @ 18:52:01.000
Carlo Calenda
Sarà un caso ma il governo più serio e atlantista della storia recente viene mandato a casa da tutti quelli che hanno sostenuto posizioni filoputiniane. Sarà un caso. #crisidigoverno
10,855

Aug 23, 2022 @ 14:12:15.000
Abolizione del suffragio universale
La vittima dello #stupro di Piacenza ha comunicato al Pubblico Ministero di essere stata riconosciuta a causa del video. Si dice disperata.
In un Paese normale, @GiorgiaMeloni verrebbe costretta ad abbandonare la scena politica.
10,735

Sep 8, 2022 @ 15:48:00.000
valentina
chissà se anche per silvio berlusconi esiste un messaggio in codice tipo “london bridge is down” perché se esiste per me è tipo “il bunga bunga è finito”
10,622

Jul 29, 2022 @ 20:22:44.000
Corrado Formigli
Nigeriano invalido massacrato a bastonate da un italiano a Civitanova Marche. Attendiamo post indignati di @matteosalvinimi e @GiorgiaMeloni
10,501

Sep 1, 2022 @ 19:53:46.000
Eva Zuccari
Ha detto tutto lei #tiktok #Berlusconi #renzi
9,909

Jul 21, 2022 @ 12:43:12.000
Matteo Renzi
Dicono: sono tutti uguali. Eh no! Noi abbiamo voluto e sostenuto Mario Draghi. Invece Conte, Salvini e Berlusconi lo hanno mandato a casa. Altro che tutti uguali: ricordiamocelo ai seggi, grazie
9,703

Jul 20, 2022 @ 14:54:14.000
Carlo Calenda
La Lega interviene dicendo “come si fa a governare con chi non vuole i rigassificatori”. La Lega cinque giorni fa ha partecipato alla protesta a Piombino contro il rigassificatore. Pagliacci. Non esiste un altro termine.
9,692

Aug 22, 2022 @ 14:04:04.000
Il Grande Flagello
🔥 Berlusconi e Cetto La Qualunque si scontrano nello stesso studio
9,426
Sep 8, 2022 @ 20:21:49.000
||caro²³||: SAW LOUIS
Raffaella Carrà è morta.
Piero Angela è morto.
La regina Elisabetta è morta.
Berlusconi è ancora vivo.
9,389

OSINT

Google annuncia NotebookLM, un assistente AI su misura per gli utenti

Tempo di lettura: 2 minuti. Google ha annunciato NotebookLM, un assistente AI personalizzato per un determinato argomento di interesse per gli utenti. Per ora, gli utenti possono caricare Google Docs su NotebookLM e chiedergli di riassumere il documento, fare domande su di esso e generare idee.

Pubblicato

in data

NotebookLM
Tempo di lettura: 2 minuti.

Google ha fornito alcuni utili dettagli sul Project Tailwind, che viene lanciato con un nuovo nome. Nel post del blog Keyword di Google, l’azienda ha svelato NotebookLM, un software di presa di appunti “reimmaginato” alimentato dalla tecnologia AI. Con il modello linguistico di Google al suo centro, NotebookLM è la risposta dell’azienda a una comune difficoltà che studenti e professori incontrano: raccogliere fatti da molteplici fonti.

Caratteristiche di NotebookLM

Google ha cercato di differenziare NotebookLM dal tuo tipico chatbot AI (come Bard) permettendo all’utente di “ancorarlo” alle sue note. Questo fornirà agli utenti un assistente AI personalizzato specificamente per qualsiasi informazione stanno cercando. Per ora, i tester possono ancorare NotebookLM a Google Docs per ottenere un riassunto del contenuto di un documento. L’AI riassumerà tutto ciò che un utente ha scritto e restituirà argomenti chiave per iscritto insieme ad alcune domande in modo che possano testare se stessi.

Interazione con NotebookLM

Gli utenti possono fare domande a NotebookLM sul documento che hanno inviato. Infine, l’assistente AI può generare idee per gli utenti basate su ciò che hanno caricato. Ad esempio, Google afferma che un creatore di contenuti può chiedere al software di creare uno script basato su un argomento per un breve video o di generare domande in preparazione per un’intervista.

Sicurezza e affidabilità di NotebookLM

Google aggiunge che NotebookLM è stato costruito per utilizzare solo le informazioni che hai scelto di caricare, e le tue informazioni non saranno visibili ad altre persone. Tuttavia, c’è ancora il rischio che il software possa “allucinare” certi aspetti delle informazioni. Questo significa che l’AI potrebbe visualizzare informazioni semplicemente errate. Google ha implementato un modo per rendere facile il fact-checking facendo fornire all’assistente AI le citazioni da dove ha ricevuto le sue informazioni.

Disponibilità di NotebookLM

Come precedentemente dichiarato, un numero limitato di utenti avrà accesso a NotebookLM oggi. Coloro che sono interessati a provare il più recente strumento AI possono unirsi alla lista d’attesa e attendere ulteriori istruzioni.

Prosegui la lettura

OSINT

Giornalisti, analisti e tifosi: chi sono gli analfabeti funzionali del caso Wagner

Tempo di lettura: 6 minuti. Dal Colpo di Stato, alla Guerra Civile compresa la destituzione di Putin. La giornata

Pubblicato

in data

Tempo di lettura: 6 minuti.

L’esercito privato della Wagner fa marcia su Mosca ed il popolo della rete festeggia l’avanzata di quelli che fino a ieri erano i veri nazisti del conflitto ucraino. Le notizie che sono corse nella giornata dell’assedio a Mosca possono essere sintetizzate in questo modo:

  • Prigozhin, capo della Wagner, occupa Rostov a 500 km dalla capitale Mosca e dichiara di voler arrivare fino al Cremlino per supportare una protesta più ampia.
  • Nel corso del tragitto previsto, calcolato in 20 ore, nessuno si oppone alla Wagner in marcia quantificata in 25.000 unità. L’aspetto singolare è che a morire sono 15 soldati russi.
  • Nel frattempo a Mosca si schierano i carri armati in piazza ed il sindaco definisce la situazione “preoccupante”.
  • Ci sono notizie che trattano l’allarme della popolazione e la fuga degli oligarchi in quel di San Pietroburgo, compreso Putin che avrebbe staccato il transponder per far perdere le sue tracce. Notizie dei supermercati presi d’assalto a Mosca e di voli aerei alle stelle in partenza dalle pendici del Cremlino.
  • Si rincorrono le voci di una rivolta dei mercenari che sfocia in una guerra civile e di una imminente catastrofe russa con annessa vittoria Ucraina in via di una controffensiva migliore di quella annunciata nei mesi precedenti che però nei fatti non ha ottenuto successo.
  • Putin fa un video alla nazione dove chiede a Wagner di spegnere la protesta e di farlo in tempo per aver salva la pelle perchè si tratta di un tradimento alla nazione.
  • Nel corso della giornata verso le 18.30 si apprende che, arrivati a 200 km di distanza da Mosca, Prigozhin si ferma e grazie al premier bielorusso Lukhashenko trova una strategia d’uscita e ospitalità a Minsk.

L’allarme rientra, ma le perplessità che questo evento riconduce a Putin e alla Russia sono tante e non di certo positive nell’immaginario collettivo oppure la lettura è ancora prematura e bisognerà aspettare i prossimi giorni per comprendere effettivamente quali rapporti la Wagner intratterrà con la Russia senza Prigozhin oppure senza Shiougu

Matrice Digitale ha in esclusiva raccolto le analisi calde espresse dagli influencer dell’una e dell’altra parte. Al netto di profili “civili” ed ironici, c’è chi ha invece ha fatto della partigianeria una sua ragione di vita da quando è esploso il conflitto in Ucraina, dedicando le proprie attenzioni a coloro che si sono sempre posti in modo dubbioso sulla narrazione della guerra a cui sono risposte accuse di terrapiattismo e putinismo.

L’analisi

Matrice Digitale ha analizzato i tweet pubblicati in data 24 giugno contenenti le parole chiave Putin, Mosca, Prigozhin e Russia raccogliendo un dataset da 35.969 tweets, 516.647 like, 76.760 condivisioni, 62.188 commenti e 6.638 citazioni.

Acchiappa Click

Ad aver incassato più consensi sui tweet a caldo della situazione occorsa in quel di Rostov sono stati diversi analisti, giornalisti e profili di semplici utenti che si sono divisi tra attività di analisi mostrando la propria preparazione nel valutare attentamente lo scenario e pressapochismo o addirittura fanatismo in alcuni casi.

Il giornalista de La Stampa Jacopo Iacoboni è colui che ha riscosso più successo seguito dagli account di Daniele Angrisani e Dario d’Angelo. Per avere una voce più distaccata sulla vicenda bisogna attendere il quarto posto con il profilo comandante nebbia. Chiude all’ultimo Tommaso Montanari autore di un unico tweet che ha riscosso molto successo tra i “pacifinti” e “putinvhester”.

I tweet di successo che invitano a deridere gli avversari delle proprie idee

Ma cosa hanno twittato in occasione della giornata più calda per la Russia da un anno a questa parte i protagonisti del mondo dell’informazione, della scienza e dei social sulla piattaforma di Musk?

Jacopo Iacoboni della Stampa ha avuto successo con il suo primo tweet seguito da altri che hanno raccontato gli eventi della giornata:

A questo punto urge qualche osservatore italiano che ci spieghi ancora che la Russia sta vincendo, che senza la “trattativa di pace” la guerrra non finirà mai, che la controffensiva ucraina non funziona, che la guerra è colpa della NATO E magari che Wagner è pagato dalla Cia“. Alle ore 9,49, la prima reazione è stata quella di un successo militare e di intelligence dell’Occidente.

Sorprende che il tenore del post sia simile a quello twittato dal consulente del Governo italiano Vittorio Emanuele Parsi (quello più gradito con 5 mila like circa) che riferisce alle 9.26 “Perché il potere in Russia era solido e a Bucha era una farsa. Aspettiamo scuse che non avremo mai dai fanta analisti pro Putin“.

Anche il direttore del Foglio Claudio Cerasa continua alle 13.40 con la falsa riga del “Dicevano che la Russia era invincibile. Che aiutare l’esercito ucraino era suicida. Che le milizie di Putin erano inscalfibili. Che sostenere Kyiv con le armi significava solo prolungare la guerra. Ore brutte per i cavalli di troia del putinismo. Disorientati e smarriti: panico

Strategia molto più intelligente quella del suo sottoposto Giovanni Rodriguez che punta sull’operazione simpatia mettendo i mezzo i complotti alle ore 10.14 e pubblicando “Prigozhin, pagato da Soros e Rothschild, con l’aiuto di Oms e Bill Gates, sta attaccando Mosca. I soldati Wagner, vaccinati e dotati di microchip, sono stati attivati tramite 5G e indirizzati contro Putin, il nostro messia del nuovo ordine multipolare. Mi porto avanti col lavoro.”

Anche il giornalista David Carretta si espone contro i nemici italiani festeggiando la caduta di Mosca con un pizzico di ironia alle ore 10.16: La narrazione di pacifinti e putinisti sarà: preferite il macellaio Prigozhin alla stabilità di Putin

A prendere le distanze da questo sistema condiviso dagli influencer della guerra c’è David Puente che alle ore 11.46 richiama molti all’ordine perchè “L’idea che si possa “tifare” ed elogiare Prigozhin mi fa orrore, stiamo solo assistendo a uno scontro tra mostri dove il più forte e violento avrà la meglio.

I più menzionati

Quelli più menzionati dal pubblico sono stati diversi dai twittatori seriali della guerra e precisamente Ultim’ora.net, Sky Tg 24 e Radio Radicale seguiti da Giorgio Beretta, Toni Capuozzo e Nello scavo.I personaggi citati nella top 20 sono molti direttori di destra, parlamentari scettici sulla gestione della guerra e politici pacifisti e questo indica un “accanimento social” verso coloro che sono stati dall’altra parte del pensiero. Sarà un gioco delle parti, ma è evidente che questa azione sia frutto anche dei tweets che invitavano a cercare i pacifinti putiniani mentre crollava la Russia.

L’invasione di Mosca in chiacchiere

Le parole più utilizzate nel conflitto sono state prighozin scritto in modi anche diversi perchè errati, si è sfruttato l’hashtag internazionale russiancivilwar, ma sono stati citati soprattutto molti mezzi di informazione come Inonda e Quarta Repubblica oltre ai vari tg e a la7. I nomi di Medvev e quelli di Berlusconi sono i più frequenti oltre a quello dei protagonisti della storia.

Ci sono state notizie false date agli utenti?

La notizia del Colpo di Stato è una informazione falsa, il termine è stato preso come riferimento da più elementi e non trova una certezza fattuale. Quanto accaduto non può nemmeno considerarsi un tentativo di Colpo di Stato. Non è un caso che ad annunciarlo come tale sia stato il profilo parodia dell’ambasciata russa in Italia con tanto di lista di proscrizione annessa. I tweet più letti hanno trattato in modo diverso la vicenda, ma è chiaro l’approccio di chi come Iacoboni ha dato per certo il colpo di stato e chi come Capuozzo lo abbia descritto “presunto”. Caduta di stile anche per il profilo OSINT-I che in qualità di esperto di intelligence avrebbe dovuto attendere maggiori risvolti prima di usare il termine colpo di stato.

Ambasciata Russa in Italia ᵖᵃʳᵒᵈʸ🇷🇺 Colpo di Stato in corso in Russia. La brigata Wagner ha invaso Rostov, città russa.

Prime reazioni in Italia di Luca Telese, Orsini, Santoro, Vauro, Giuseppi Conte, Salvini, DiCesare, Ovadia, Dibba: “Non siamo mai stati Putiniani, scherzavamo, siamo sempre stati pro ucraina”.
1456
Il Bastian fratinoVideo incredible col tipo che pulisce la strada nel bel mezzo di un colpo di Stato

#Russia #Wagner
1158
Il Grande FlagelloColpo di stato in Russia e su La7 un documentario su Putin.
Colpo di Stato in Russia e in Russia un documentario su Berlusconi.
1127
In this postoScusate, spostate un attimo il colpo di stato, che tolgo la polvere da sotto.
#Wagner #Prigozhin
https://t.co/RjIREfrcoW
1103
andrea minuzIl palinsesto ora:
Twitter: colpo di Stato in Russia
Instagram: tutti i dress-code della Santanchè
RaiUno: “Un mare di aumenti per ombrelloni e lettini”
Canale5: Speciale Acqua di Giò
Rete4: I Cesaroni
La7: Omnibus dibattito Mancano i taxi a Roma (si saranno uniti alla Wagner?)
882
jacopo iacobonicmq, a parte un colpo di stato, a parte l’avvicinamento rapido a Mosca di un esercito di combattenti con esperienza decennale nei teatri di guerra più sporca del pianeta, a parte la controffensiva ucraina che in ogni caso avanza, per la Russia le prospettive sono davvero buone.854
VirnaLA SAGGEZZADI @tonicapuozzo1″

“Oggi è evidente la delusione dell’Occidente, questo presunto colpo di stato si è rivelato un ammutinamento. #Putin oggi è sicuramente più forte di 24 ore fa”
791
Il Fatto Putiniano3 ore prima che #Prigozhin tentasse il colpo di Stato su Mosca, il PUB (Palombaro Unico Barzellettiere) vedeva allinearsi elementi per l’escalation… in Ucraina.
Come se la realtà volesse ogni volta non solo smentire ‘sti soggettoni, ma proprio svergognarli.

#PutinIsaWarCriminal
676
OSINT-ICosa significherà per la guerra in #Ucraina il colpo di stato di #Prigozhin?
Potenzialmente, la catastrofe per le forze 🇷🇺.
Perché? Le forze 🇷🇺 in 🇺🇦 sono sostanzialmente tagliate fuori da ogni possibile rotta di rifornimento.
Tutte le linee ferroviarie vitali per la 1/4
616

La curiosità

Nel giorno dell’invasione di Mosca, l’ex allenatore di Juve e Napoli Allegri è stato non protagonista indiscusso tra mille sorprese nel dibattito social. Il suo accostamento alla società araba sfumato in poco tempo e l’impossibilità del pubblico juventino di disfarsene velocemente, hanno accostato Allegri al conflitto russo.

Leggi anche :

Prosegui la lettura

OSINT

L’addio al Cavaliere sui social è lo specchio degli anni del berlusconismo

Tempo di lettura: 4 minuti. L’analisi social che Matrice Digitale ha dedicato a Silvio Berlusconi nei suoi ultimi 4 giorni di notorietà pubblica. Dalla morte al funerale e la vera storia da raccontare non è certamente l’odio o l’amore espresso dal cavaliere dai suoi amici e nemici politici, bensì come le persone normali hanno vissuto l’ultimo ricordo del fondatore di Forza Italia

Pubblicato

in data

Tempo di lettura: 4 minuti.

Silvio Berlusconi è morto ed insieme a lui termina un ciclo della storia d’Italia durata 30 anni. Il leader di Forza Italia è oramai un ricordo che attualmente lascia un vuoto incolmabile nel panorama politico italiano e non solo per la sua importanza, ma anche per la sua figura insostituibile nel bene e nel male.

Gli anni del Berlusconismo sono stati frenetici, combattuti nelle piazze, nei palazzi di potere e questo specchio dell’Italia ha trovato conferma anche nei social network nella quattro giorni scandita dalla morte del Cavaliere fino ad arrivare al funerale.

L’analisi

L’analisi esclusiva condotta da Matrice Digitale con il suo software proprietario Anthares ha scansionato i tweet contenenti la parola Berlusconi dal 12 al 15 giugno ed ha estrapolato 174.420 tweets che hanno ottenuto 4.062.054 di mi piace, 588.909 condivisioni, 366.462 commenti e 96.589 citazioni.

Acchiappaclick

Ad aver preso il primato nella classifica dei like sono profili creati ad hoc “è morto Berlusconi” e “berlusconi is dead” che rappresentano anche un modo geniale di engagment che consiste nel creare un profilo che risponde ad una domanda che in quel momento imperversa sul social.

Mentre al primo posto c’è la versione italiana, al secondo figura quella “internazionale”

Ultim’ora è il profilo di informazione più gradito dagli utenti seguito poi dalla componente calcistica del giornalista sportivo Fabrizio Romano che catapulta Silvio Berlusconi nelle sua vera dimensione di successo populista rappresentata dagli anni prestigiosi alla presidenza del Milan, che segue con il suo profilo ufficiale tra i post più graditi dal pubblico.

Repubblica e Fatto Quotidiano sono le testate del “mainstream” che guadagnano più consensi ed è anche corretto precisare che i contenuti espressi erano spesso di rottura con le commemorazioni “affettuose” del Cavaliere.

La morte di Berlusconi a parole

La sintesi del dibattito su Berlusconi ottenuta attraverso le parole chiave utilizzate nei suoi ultimi giorni trova discussioni inerenti i funerali di stato e la giornata di lutto nazionale indetta che ha procurato non pochi formicolii ai suoi oppositori. Gli attori non protagonisti della dipartita del Cavaliere sono stati Giorgia Meloni e Matteo Renzi, ma anche l’amico Putin difeso fino alla fine ed il direttore del Fatto Travaglio che ha pubblicato un editoriale al vetriolo a cui la rete ha risposto con il video della trasmissione di Santoro quando il cav. pulì la sedia occupata da Travaglio prima di accomodarsi. Ottoemezzo e Di Martedì le trasmissioni più fortunate nel cadere nei giorni neri del cavaliere e quindi più esposte al dibattito pubblico. Tra Mediaset, Milan e la politica, non è mancato nell’album degli hashtag dei ricordi del Cavaliere anche la parola bungabunga che non solo ha creato un danno d’immagine al presidente plenipotenziario di Forza Italia, ma ha anche fornito all’Italia uno spaccato delle debolezze dei suoi cittadini.

I più nominati dal pubblico

Ultim’ora.net ha giocato un’ottima partita di posizionamento durante i giorni più intensi di questo 2023 per la storia italiana, superando addirittura il protagonista della notizia nella classifica delle menzioni da parte del pubblico. Silvio Berlusconi è stato riempito dall’affetto del pubblico di Twitter che non è mai stato il suo social preferito. Fatto Quotidiano e Tommaso Montanari con la sua Università per Stranieri di Siena hanno invece accolto le indignate reazioni della rete agli editoriali dedicati al cavaliere del quotidiano di Travaglio ed al rifiuto del rettore di aderire con il suo ateneo al lutto nazionale.

Shitstorm c’è n’è per tutti

i commenti sono dedicati a repubblica e Fatto Quotidiano in primis, ma non hanno risparmiato nemmeno il vignettista del giornale di Travaglio, Vauro Senesi, che ha più volte esternato disegni e pensieri divisivi sul tema. A chiudere il quadro dei nemici del cav c’è sicuramente Gad Lerner ed in coda alla top ten due veterani di La Repubblica come Ezio Mauro e l’attuale direttore Maurizio Molinari.

Conclusioni

Che Silvio Berlusconi sia stato un uomo odiato ed amato nel nostro paese è stato confermato anche dai social network che l’hanno diviso nella parte buona ed in quella cattiva per commemorarne il ricordo a fasi alternate. Quello che invece merita di essere raccontato in questa analisi è sicuramente l’apparato di ironia e di satira che ha ingegnato la rete per ricordare un uomo che, nel bene e nel male, ha sempre avuto una battuta o una barzelletta pronta con un pizzico di impronta trash. Forse è anche questo quello che mancherà alla maggior parte degli italiani indipendentemente dalla propria opinione politica.

Ciao Silvio.

Prosegui la lettura

Facebook

CYBERSECURITY

Notizie24 ore fa

Risolta vulnerabilità zero-day kernel di Windows sfruttata da Lazarus

Tempo di lettura: < 1 minuto. Risolta vulnerabilità Kernel Windows sfruttata dall'APT nordcoreano Lazarus come zero-day: aggiornare per sicurezza.

Notizie2 giorni fa

Kaspersky, vulnerabilità negli Smart Toy, rischi per bambini. Ecco cosa fare

Tempo di lettura: 2 minuti. Kaspersky denuncia una vulnerabilità in uno dei tanti smart toy a disposizione dei bambini, aprendo...

Notizie3 giorni fa

Il Dipartimento dell’Interno USA hackera i propri sistemi Cloud

Tempo di lettura: 2 minuti. Un organo di controllo del governo USA hackera i sistemi cloud del Dipartimento dell'Interno in...

Notizie4 giorni fa

Nuova Minaccia Cyber in Europa: SPIKEDWINE e il Backdoor WINELOADER

Tempo di lettura: 2 minuti. SPIKEDWINE lancia attacchi cyber in Europa con il backdoor WINELOADER, mirando a funzionari con legami...

CISA CISA
Notizie4 giorni fa

CISA nuovi avvisi ICS e linee per la formazione nella cybersecurity

Tempo di lettura: < 1 minuto. CISA emana avvisi per la sicurezza dei sistemi di controllo industriale e lancia una...

mata malware mata malware
Notizie5 giorni fa

Malware TimbreStealer si diffonde tramite truffe phishing

Tempo di lettura: 2 minuti. TimbreStealer, un nuovo malware, si diffonde tramite truffe phishing legate al tema delle tasse, prendendo...

Notizie6 giorni fa

Nuova minaccia nel Cyberspazio: steganografia e Remcos RAT

Tempo di lettura: 2 minuti. UAC-0184' utilizza steganografia per diffondere RAT Remcos, ampliando i bersagli a entità extra-ucraine

Ultimate Member Wordpress Ultimate Member Wordpress
Notizie6 giorni fa

Ultimate Member: vulnerabilità critica SQL in Plugin WordPress – AGGIORNARE SUBITO

Tempo di lettura: 2 minuti. Scoperta vulnerabilità critica SQLi in plugin WordPress 'Ultimate Member', minacciando oltre 200.000 siti. Aggiornamento urgente...

FCKeditor FCKeditor
Notizie6 giorni fa

Hacker sfruttano CMS FCKeditor vecchio di 14 Anni per “avvelenamento” SEO su siti governativi e educativi

Tempo di lettura: 2 minuti. Gli hacker stanno sfruttando FCKeditor, un editor CMS obsoleto, per compromettere siti governativi ed educativi...

Notizie7 giorni fa

Tutto ciò che devi sapere sulla Direttiva NIS2 e quali obblighi prevede

Tempo di lettura: 2 minuti. Scopri come adeguarsi ai nuovi obblighi di cybersicurezza introdotti dalla Direttiva NIS2 dell'UE contro le...

Truffe recenti

dimarcoutletfirenze sito truffa dimarcoutletfirenze sito truffa
Inchieste2 settimane fa

Truffa dimarcoutletfirenze.com: merce contraffatta e diversi dalle prenotazioni

Tempo di lettura: 2 minuti. La segnalazione alla redazione di dimarcoutletfirenze.com si è rivelata puntuale perchè dalle analisi svolte è...

sec etf bitcoin sec etf bitcoin
Economia2 mesi fa

No, la SEC non ha approvato ETF del Bitcoin. Ecco perchè

Tempo di lettura: 3 minuti. Il mondo delle criptovalute ha recentemente assistito a un evento senza precedenti: l’account Twitter ufficiale...

Notizie3 mesi fa

Europol mostra gli schemi di fronde online nel suo rapporto

Tempo di lettura: 2 minuti. Europol’s spotlight report on online fraud evidenzia che i sistemi di frode online rappresentano una grave...

Notizie4 mesi fa

Polizia Postale: attenzione alla truffa dei biglietti ferroviari falsi

Tempo di lettura: < 1 minuto. Gli investigatori della Polizia Postale hanno recentemente individuato una nuova truffa online che prende...

app ledger falsa app ledger falsa
Notizie4 mesi fa

App Falsa di Ledger Ruba Criptovalute

Tempo di lettura: 2 minuti. Un'app Ledger Live falsa nel Microsoft Store ha rubato 768.000 dollari in criptovalute, sollevando dubbi...

keepass pubblicità malevola keepass pubblicità malevola
Notizie5 mesi fa

Google: pubblicità malevole che indirizzano a falso sito di Keepass

Tempo di lettura: 2 minuti. Google ospita una pubblicità malevola che indirizza gli utenti a un falso sito di Keepass,...

Notizie5 mesi fa

Nuova tattica per la truffa dell’aggiornamento del browser

Tempo di lettura: 2 minuti. La truffa dell'aggiornamento del browser si rinnova, con i criminali che ora ospitano file dannosi...

Notizie5 mesi fa

Oltre 17.000 siti WordPress compromessi negli attacchi di Balada Injector

Tempo di lettura: 2 minuti. La campagna di hacking Balada Injector ha compromesso oltre 17.000 siti WordPress sfruttando vulnerabilità nei...

Truffe online5 mesi fa

ChatGPT cerca di ingannare cuori solitari appassionati di AI

Tempo di lettura: < 1 minuto. La truffa LoveGPT rappresenta una nuova minaccia nel mondo degli appuntamenti online, sfruttando l'AI...

Notizie5 mesi fa

Nuovo avviso della Polizia Postale: attenzione allo “Spoofing telefonico”

Tempo di lettura: 2 minuti. Attenzione ai tentativi di truffa tramite "Spoofing telefonico": la Polizia Postale avvisa e fornisce consigli...

Tendenza