Connect with us

Economia

Apple Store sotto attacco: multa in EU e sollecitazioni in Russia

Tempo di lettura: 4 minuti. UE multa Apple per €1,84 mld per il caso Spotify, Russia spinge per store app terze parti sfidando le politiche dell’App Store.

Pubblicato

in data

Europa - Apple
Tempo di lettura: 4 minuti.

L’Unione Europea ha recentemente colpito Apple con una multa significativa, mentre la Russia sta esplorando vie legislative per aprire ulteriormente l’ecosistema iOS gli store di app di terze parti, due movimenti che potrebbero segnare un punto di svolta per le politiche dell’App Store e la distribuzione delle app su dispositivi Apple.

Apple attribuisce a Spotify la responsabilità della multa da 1,95 miliardi di dollari

La Commissione Europea ha multato Apple per 1,8 miliardi di euro (circa 1,95 miliardi di dollari) per abuso di posizione dominante nel mercato della distribuzione di app per lo streaming musicale su dispositivi iOS, limitando la capacità degli sviluppatori di promuovere servizi di abbonamento più economici al di fuori dell’app.

Origine dell’indagine e accuse

L’indagine della Commissione è iniziata in seguito a reclami da parte di Spotify e di un distributore di e-book/audiolibri riguardo due politiche dell’App Store di Apple: la commissione del 30% su tutti gli abbonamenti tramite il sistema di acquisti in-app (IAP) di Apple e il divieto per gli sviluppatori di promuovere opzioni di abbonamento più economiche al di fuori dell’app. Queste restrizioni hanno portato gli sviluppatori di contenuti e i servizi di abbonamento a aumentare i prezzi degli abbonamenti nelle app Apple per compensare la commissione del 30%.

Risposta di Apple

Apple sostiene che la decisione della Commissione Europea avvantaggia principalmente Spotify, che ha scelto di non promuovere gli abbonamenti in-app nonostante fosse coinvolto nei reclami iniziali. Apple afferma di rispettare la decisione della Commissione ma annuncia che farà appello contro la multa, sostenendo che la Commissione non ha trovato prove di danni ai consumatori o di comportamenti anticoncorrenziali.

Apple multata dall’UE per pratiche Anti-Concorrenziali

L’Unione Europea ha imposto ad Apple una multa di 1,84 miliardi di euro, accusando l’azienda di pratiche anti-concorrenziali legate alle sue regole dell’App Store, in particolare per aver impedito ai servizi di streaming musicale di informare gli utenti iOS su abbonamenti più economici disponibili al di fuori dell’App Store. La Commissione Europea ha condannato le restrizioni di Apple, affermando che l’azienda ha abusato della sua posizione dominante nel mercato per oltre un decennio. Apple, tuttavia, contesta la decisione e prevede di fare appello, sostenendo che la Commissione non abbia trovato prove credibili di danni ai consumatori o di comportamenti anti-concorrenziali.

La Commissione ha accusato Apple di limitare ingiustamente la capacità degli sviluppatori di app musicali di informare gli utenti iOS su servizi di abbonamento alternativi e più economici disponibili al di fuori dell’App Store di Apple. In risposta, Apple ha espresso la sua intenzione di fare appello contro la decisione, sostenendo che la Commissione non ha trovato prove credibili di danni ai consumatori o comportamenti anticoncorrenziali. Apple ha inoltre criticato Spotify per aver cercato di ottenere vantaggi competitivi senza contribuire equamente all’ecosistema dell’App Store.

La situazione si complica ulteriormente con l’imminente obbligo per Apple di adattarsi all’Atto sui Mercati Digitali (DMA) dell’UE, che richiederà importanti cambiamenti nelle regole di distribuzione delle app per iPhone, inclusa la possibilità per gli utenti di installare app da store di terze parti.

Tim Sweeney di Epic Games critica Apple dopo la multa dell’UE

Tim Sweeney, CEO di Epic Games e noto critico di Apple, ha espresso la sua opinione sulla recente multa di 1,84 miliardi di euro inflitta ad Apple dalla Commissione Europea per pratiche anticoncorrenziali, favorendo Spotify. Sweeney ha definito la reazione di Apple alla multa come un “lamento amaro”, sottolineando che la relazione storica tra Apple e gli sviluppatori di app è cambiata negli anni a seguito della crescita del business dei servizi di Apple.

Contesto della multa

La multa deriva dalle clausole anti-steering di Apple, che impedivano a Spotify e ad altri servizi di streaming musicale di indirizzare gli utenti verso i loro siti web per le sottoscrizioni, limitando così la concorrenza. Sebbene Apple abbia implementato un’eccezione per le “app lettore” nel 2022, Sweeney sottolinea che Apple controlla ancora ampiamente il processo, influenzando l’aspetto e la pubblicità dei collegamenti esterni all’interno delle app.

La battaglia di Epic Games contro Apple

Epic Games, la società di Sweeney, ha intrapreso una battaglia legale contro Apple e Google per questioni antitrust relative alla gestione dei loro app store. Sebbene Epic abbia vinto la sua causa contro Google, ha in gran parte perso contro Apple. Tuttavia, ha ottenuto una vittoria parziale quando un giudice ha stabilito che gli sviluppatori di app dovrebbero poter indirizzare i loro utenti a link o pulsanti che li collegano ai loro siti web per scoprire altri metodi di pagamento oltre agli acquisti in-app di Apple.

Implicazioni e reazioni

Sweeney vede la decisione della CE come rilevante per il suo caso negli Stati Uniti, descrivendola come una violazione della legge da parte di Apple. Sottolinea inoltre come la reazione degli investitori alla decisione dell’UE abbia avuto un impatto significativo sul valore di mercato di Apple, evidenziando le ampie implicazioni della multa. Spotify ha anche commentato la multa, definendola un “messaggio potente”, ma ha espresso preoccupazioni sul fatto che Apple possa trovare modi per evitare una piena conformità.

La situazione evidenzia le crescenti tensioni tra Apple e alcuni sviluppatori di app riguardo alle politiche dell’App Store e alle pratiche di commissioni, con potenziali ripercussioni sulle regolamentazioni future del mercato digitale.

Russia richiede l’apertura di iOS ai negozi di App di Terze Parti

Parallelamente, la Russia sta avanzando con una legislazione che richiederà ad Apple di consentire l’installazione di negozi di app di terze parti su iPhone e altri dispositivi, in linea con l’approccio dell’UE delineato nell’Atto sui Mercati Digitali (DMA). Questo spostamento segue l’introduzione del mercato delle applicazioni locali della Russia, il RuStore, e mira a consentire ad Apple di rimanere nel mercato russo continuando a generare entrate. Tuttavia, esistono preoccupazioni riguardo alle possibili sanzioni che potrebbero colpire lo store russo, complicando la situazione per gli utenti russi di dispositivi Apple.

Implicazioni per Apple e per il settore tecnologico

Questi sviluppi indicano un momento critico per Apple e potrebbero avere implicazioni di vasta portata per l’industria tecnologica nel suo complesso. L’apertura dell’ecosistema iOS a negozi di app di terze parti potrebbe ridurre l’influenza dell’App Store di Apple e alterare il modello di business dell’azienda, che dipende in parte dalle commissioni raccolte attraverso il suo negozio digitale. Per i consumatori e gli sviluppatori, tuttavia, questa apertura potrebbe offrire maggiore flessibilità e accesso a un’ampia gamma di app e servizi.

Mentre Apple si prepara a navigare in queste acque normative agitate, l’industria osserva attentamente per vedere come queste sfide legali e legislative influenzeranno l’approccio dell’azienda alla distribuzione delle app e le sue pratiche commerciali in futuro.

Economia

Automattic acquista il servizio di messaggistica vocale Beeper

Tempo di lettura: < 1 minuto. Automattic acquisisce Beeper, unendo la piattaforma a Texts.com per creare un servizio di messaggistica universale e semplificato.

Pubblicato

in data

beeper
Tempo di lettura: < 1 minuto.

Automattic, la società proprietaria di WordPress.com, ha annunciato l’acquisizione di Beeper, un’applicazione di messaggistica universale che integra 14 diverse app di messaggistica in un’unica casella di posta. Questa mossa fa seguito all’acquisto di Texts.com da parte dell’azienda con sede a San Francisco verso la fine dell’anno scorso, dimostrando l’impegno di Automattic a semplificare l’ambito della messaggistica online.

Unione di Beeper e Texts.com sotto Automattic

Nell’ambito dell’accordo, Beeper e Texts.com si uniranno in una singola piattaforma che continuerà a chiamarsi Beeper. Automattic, citando la comunicazione come un diritto umano fondamentale, si impegna a rendere i suoi servizi di messaggistica online accessibili, criptati e open-source dove possibile.

Beeper, noto per la sua interfaccia user-friendly e le numerose integrazioni con altre app, continuerà a operare come in passato, ma sotto la guida e la leadership di Automattic. I fondatori di Texts.com e Beeper, Kishan Bagaria ed Eric Migicovsky, continueranno a lavorare insieme per affrontare le sfide della messaggistica online. Migicovsky, in particolare, passerà dal ruolo di CEO di Beeper a Capo della Messaggistica presso Automattic.

Continuità e Innovazione nella Messaggistica

Nonostante le sfide passate, come le complicazioni con Apple e iMessage, l’acquisizione di Beeper da parte di Automattic rappresenta un importante passo avanti verso la semplificazione e l’interoperabilità della messaggistica online. Con l’annullamento della lista d’attesa e la disponibilità generale dell’app Android, Beeper ha già attirato 115.000 beta tester e 466.000 membri in lista d’attesa.

Quest’acquisizione segna un momento significativo nell’evoluzione della messaggistica online, con Automattic che rafforza il suo impegno a offrire servizi di comunicazione più semplici, sicuri e accessibili a un pubblico globale.

Prosegui la lettura

Economia

Tensioni USA-Cina per l’investimento in TSMC e intanto altri 6,6 miliardi per Samsung

Tempo di lettura: 3 minuti. Samsung e TSMC ottengono un incentivo da 6,6 miliardi per espandere la produzione di chip in Texas, evidenziando tensioni con la Cina

Pubblicato

in data

Tempo di lettura: 3 minuti.

Il Dipartimento del Commercio USA propone un investimento di 11 miliardi di dollari per finanziare una terza fabbrica della Taiwan Semiconductor Manufacturing Company Limited (TSMC) in Arizona, su 17 complessivi, nel quadro del CHIPS and Science Act ed ha stanziato ulteriori 6,6 miliardi per potenziare la produzione di chip Samsung: l’obiettivo è rafforzare la produzione di semiconduttori domestica, in un contesto di crescenti tensioni con la Cina.

Strategie di produzione Nazionale

Questa iniziativa fa parte di un più ampio sforzo per riportare la produzione manifatturiera negli Stati Uniti, sottolineato dall’annuncio odierno che non menziona però l’escalation delle tensioni con la Cina. La nuova fabbrica, una struttura greenfield costruita ex novo, si concentrerà su architetture di 2nm o più recenti, destinata a vari usi tra cui il computing, le comunicazioni wireless 5G/6G e, ovviamente, l’intelligenza artificiale. La costruzione dovrebbe portare oltre 20.000 posti di lavoro nell’area, con circa 6.000 ruoli di produzione una volta che la fabbrica sarà operativa.

Focus sull’autonomia produttiva

L’amministrazione Biden ha dato particolare enfasi alla produzione localizzata, con la pandemia di COVID-19 che ha messo in luce le vulnerabilità della catena di approvvigionamento globale. L’investimento in TSMC mira a diversificare e rendere più resiliente la produzione di semiconduttori, essenziale in un’epoca in cui il silicio è onnipresente nella nostra vita quotidiana.

TSMC al Centro delle preoccupazioni Geopolitiche

TSMC, leader di mercato nella tecnologia dei semiconduttori, si trova al centro delle preoccupazioni geopolitiche, specialmente in relazione alla possibile presa di controllo della Cina su Taiwan. Le conseguenze di un tale scenario sarebbero notevoli, non solo per i principali clienti americani di TSMC, come Apple e Nvidia, ma anche per la sicurezza globale dei semiconduttori. La diversificazione della produzione è vista come la miglior difesa contro interruzioni future, sia che si tratti di pandemie o di conflitti geopolitici.

Il ruolo cruciale della tecnologia e della produzione

In un’economia globale, il CHIPS and Science Act mira non solo a potenziare le aziende statunitensi ma anche a riconoscere l’importanza di una catena di approvvigionamento distribuita. TSMC riconosce il valore di diversificare la produzione per garantire la continuità nel supporto ai suoi clienti americani e per rimanere all’avanguardia nelle future innovazioni tecnologiche dei semiconduttori.

Samsung riceve sussidio da 6,6 miliardi per l’espansione in Texas

Samsung ha ottenuto un sostanziale sostegno finanziario per l’ampliamento della sua fabbrica di semiconduttori in Texas, con un incentivo di 6,6 miliardi di dollari. Questa mossa fa parte della strategia dell’amministrazione Biden volta a rafforzare la produzione di chip negli Stati Uniti, in un contesto di crescente domanda globale e di tensioni geopolitiche che hanno evidenziato la vulnerabilità delle catene di approvvigionamento.

Impegno significativo per la tecnologia e l’innovazione

Il finanziamento sarà destinato alla costruzione di quattro nuove strutture all’interno del complesso texano, inclusa una fabbrica di semiconduttori da 17 miliardi di dollari, un’altra fabbrica, un impianto di packaging avanzato e un centro di ricerca e sviluppo. Questo ampio progetto non solo aumenterà significativamente la capacità produttiva di Samsung negli Stati Uniti ma contribuirà anche alla sicurezza nazionale, riducendo la dipendenza americana dai chip prodotti all’estero.

Competizione e Collaborazione nel Settore dei Semiconduttori

Samsung non è l’unica azienda a ricevere sostegno nel settore dei semiconduttori. TSMC, il gigante taiwanese della produzione di chip, ha ricevuto un incentivo simile di 6,6 miliardi di dollari per espandere il suo investimento a 65 miliardi di dollari e aggiungere una terza fabbrica in Arizona entro il 2030. Anche Intel ha beneficiato di un finanziamento di 8,5 miliardi di dollari per incrementare la sua attività di produzione di chip.

Rivitalizzare l’industria americana dei semiconduttori

Gli Stati Uniti mirano a riconquistare la leadership nella fabbricazione di semiconduttori, un settore in cui la loro quota di mercato è drasticamente diminuita dal 37% nel 1990 al 12% nel 2020. Questi ingenti investimenti nel settore dei semiconduttori rappresentano un tentativo deciso di invertire questa tendenza e di stabilire una base solida per l’innovazione e la competitività tecnologica a lungo termine.

L’annuncio di questi sussidi chiude una serie di importanti iniziative nell’ambito dei Chips and Science grants, con cui gli USA intendono posizionarsi nuovamente in cima al settore della produzione di semiconduttori, essenziale per una vasta gamma di industrie, dalla tecnologia dell’informazione all’automotive, e cruciale per la sicurezza nazionale.

In un contesto di crescenti tensioni tra USA e Cina, e con l’elezione presidenziale americana all’orizzonte, la situazione di TSMC e Samsung nella catena di approvvigionamento globale dei semiconduttori rimane cruciale per la sicurezza e l’economia internazionale.

Prosegui la lettura

Economia

TSMC riceve 11,6 miliardi e produrrà chip negli Stati Uniti

Tempo di lettura: 2 minuti. TSMC riceve 11,6 miliardi di dollari dal governo USA per costruire tre fabbriche in Arizona, aumentando la produzione di semiconduttori nazionali.

Pubblicato

in data

Il presidente della TSMC, Mark Liu
Tempo di lettura: 2 minuti.

TSMC, uno dei principali produttori di semiconduttori al mondo, sta ampliando significativamente la sua presenza negli Stati Uniti con l’annuncio di un terzo impianto di produzione in Arizona, sostenuto da un sostanziale pacchetto finanziario approvato dal governo degli Stati Uniti nell’ambito del CHIPS and Science Act. Questa mossa rappresenta una parte cruciale degli sforzi degli Stati Uniti per rinvigorire l’industria nazionale dei semiconduttori e ridurre la dipendenza dalle catene di approvvigionamento estere.

Investimento record

Il governo degli Stati Uniti ha approvato per TSMC un pacchetto finanziario totale di 11,6 miliardi di dollari, che include 6,6 miliardi di dollari in sovvenzioni e fino a 5 miliardi di dollari in prestiti. Questo investimento è destinato alla costruzione di tre impianti di produzione di semiconduttori in Arizona, con un investimento totale che supera i 65 miliardi di dollari, rendendolo il più grande pacchetto finanziario approvato sotto il CHIPS and Science Act.

Piani di espansione e impatto economico

Il terzo impianto di TSMC sarà costruito vicino alla fase 1 della Fab 21, che dovrebbe iniziare a produrre chip utilizzando le tecnologie di processo a 4nm e 5nm nella prima metà del 2025. La fase 2 della Fab 21 è prevista per iniziare le operazioni nel 2028, producendo chip su tecnologie di processo a 2nm e 3nm. È probabile che il terzo stabilimento utilizzi un processo di fabbricazione ancora più avanzato, con TSMC che accenna a tecnologie a 2nm e sub-2nm.

L’investimento di TSMC dovrebbe avere un impatto economico significativo, creando 6.000 posti di lavoro nel settore manifatturiero ad alta tecnologia e oltre 20.000 posti di lavoro nella costruzione. Il progetto include anche un’allocazione di 50 milioni di dollari per la formazione dei lavoratori locali, con l’Arizona che beneficerà notevolmente da questo investimento.

Sfide e prospettive

Nonostante il sostegno finanziario e gli ambiziosi piani di espansione, i progetti di TSMC in Arizona hanno affrontato diverse sfide, tra cui ritardi dovuti a dispute lavorative e incertezze riguardanti il supporto governativo. La tempistica della produzione per il secondo impianto è stata posticipata dal 2026 al 2028, e si segnala che almeno un fornitore di TSMC ha abbandonato il proprio progetto previsto in Arizona, citando difficoltà legate alla forza lavoro.

Implicazioni strategiche

Il pacchetto di supporto finanziario per TSMC fa parte dell’iniziativa del Presidente Joe Biden per rivitalizzare l’industria dei semiconduttori negli Stati Uniti sotto l’egida del CHIPS and Science Act del 2022. Questa legislazione alloca 39 miliardi di dollari in sovvenzioni dirette, oltre a 75 miliardi di dollari in prestiti e garanzie, per incoraggiare le aziende di semiconduttori a stabilire operazioni di produzione negli Stati Uniti, con l’obiettivo di invertire la tendenza all’outsourcing della produzione all’estero e rafforzare l’indipendenza tecnologica del paese.

Prosegui la lettura

Facebook

CYBERSECURITY

Router TP-Link Router TP-Link
Cyber Security2 giorni fa

Rivelate nuove vulnerabilità nei Router TP-Link

Tempo di lettura: 2 minuti. Scoperte nuove vulnerabilità in router TP-Link e software IoT, con rischi di reset e accessi...

Notizie4 giorni fa

NIS2: webinar gratuito rivolto alle imprese in balia del provvedimento

Tempo di lettura: 2 minuti. Cos'è la NIS2 e cosa bisogna fare per essere in regola: CoreTech organizza un webinar...

Notizie5 giorni fa

Post sull’Intelligenza Artificiale diffondono malware sui social

Tempo di lettura: 2 minuti. Bitdefender svela strategie di malvertising che usano l'AI per diffondere malware su social media, impersonando...

Sansec scopre una backdoor all'interno di Magento Sansec scopre una backdoor all'interno di Magento
Notizie5 giorni fa

Sansec scopre una backdoor all’interno di Magento: commercianti a rischio

Tempo di lettura: 2 minuti. Scoperta una backdoor persistente in Magento, nascosto nel codice XML. Scopri come proteggere il tuo...

Notizie5 giorni fa

L’aumento del prezzo degli exploit Zero-Day in un panorama di maggiore sicurezza

Tempo di lettura: 2 minuti. Gli exploit zero-day guadagnano valore con Crowdfense che offre fino a 7 milioni di dollari...

NAS D-Link vulnerabilità NAS D-Link vulnerabilità
Notizie6 giorni fa

Oltre 92.000 dispositivi NAS D-Link esposti per una vulnerabilità

Tempo di lettura: 2 minuti. Scoperta vulnerabilità nei dispositivi NAS D-Link esposti: oltre 92.000 unità presentano un account backdoor, senza...

Notizie7 giorni fa

CoralRaider mira ai dati e agli account social

Tempo di lettura: 2 minuti. Cisco Talos svela "CoralRaider", un attore di minaccia vietnamita che mira a rubare credenziali e...

Microsoft Bing AI Microsoft Bing AI
Notizie1 settimana fa

Pubblicità su Bing per NordVPN conduce a malware SecTopRAT

Tempo di lettura: 2 minuti. Una campagna di malvertising su Bing, che impersona NordVPN, distribuisce il malware SecTopRAT, svelando i...

Notizie1 settimana fa

Microsoft risolve il Bug falsi avvisi di sicurezza di Outlook

Tempo di lettura: 2 minuti. Microsoft ha risolto un bug di Outlook che causava falsi avvisi di sicurezza con file...

Notizie1 settimana fa

Latrodectus: nuova minaccia Cyber

Tempo di lettura: 3 minuti. Latrodectus emerge come minaccia informatica, evolvendosi da IcedID: Proofpoint e Team Cymru svelano l'evoluzione delle...

Truffe recenti

Shein Shein
Truffe online4 giorni fa

Truffa dei buoni SHEIN da 300 euro, scopri come proteggerti

Tempo di lettura: < 1 minuto. La truffa dei buoni SHEIN da 300 euro sta facendo nuovamente vittime in Italia,...

OSINT4 settimane fa

USA interviene per recuperare 2,3 Milioni dai “Pig Butchers” su Binance

Tempo di lettura: 2 minuti. Il Dipartimento di Giustizia degli USA interviene per recuperare 2,3 milioni di dollari in criptovalute...

dimarcoutletfirenze sito truffa dimarcoutletfirenze sito truffa
Inchieste2 mesi fa

Truffa dimarcoutletfirenze.com: merce contraffatta e diversi dalle prenotazioni

Tempo di lettura: 2 minuti. La segnalazione alla redazione di dimarcoutletfirenze.com si è rivelata puntuale perchè dalle analisi svolte è...

sec etf bitcoin sec etf bitcoin
Economia3 mesi fa

No, la SEC non ha approvato ETF del Bitcoin. Ecco perchè

Tempo di lettura: 3 minuti. Il mondo delle criptovalute ha recentemente assistito a un evento senza precedenti: l’account Twitter ufficiale...

Notizie4 mesi fa

Europol mostra gli schemi di fronde online nel suo rapporto

Tempo di lettura: 2 minuti. Europol’s spotlight report on online fraud evidenzia che i sistemi di frode online rappresentano una grave...

Notizie5 mesi fa

Polizia Postale: attenzione alla truffa dei biglietti ferroviari falsi

Tempo di lettura: < 1 minuto. Gli investigatori della Polizia Postale hanno recentemente individuato una nuova truffa online che prende...

app ledger falsa app ledger falsa
Notizie5 mesi fa

App Falsa di Ledger Ruba Criptovalute

Tempo di lettura: 2 minuti. Un'app Ledger Live falsa nel Microsoft Store ha rubato 768.000 dollari in criptovalute, sollevando dubbi...

keepass pubblicità malevola keepass pubblicità malevola
Notizie6 mesi fa

Google: pubblicità malevole che indirizzano a falso sito di Keepass

Tempo di lettura: 2 minuti. Google ospita una pubblicità malevola che indirizza gli utenti a un falso sito di Keepass,...

Notizie6 mesi fa

Nuova tattica per la truffa dell’aggiornamento del browser

Tempo di lettura: 2 minuti. La truffa dell'aggiornamento del browser si rinnova, con i criminali che ora ospitano file dannosi...

Notizie6 mesi fa

Oltre 17.000 siti WordPress compromessi negli attacchi di Balada Injector

Tempo di lettura: 2 minuti. La campagna di hacking Balada Injector ha compromesso oltre 17.000 siti WordPress sfruttando vulnerabilità nei...

Tech

oppo A1s anti-caduta oppo A1s anti-caduta
Tech1 ora fa

OPPO A1s nuovo smartphone Anti-Caduta e 12GB di RAM

Tempo di lettura: 3 minuti. Scopri l'OPPO A1s, il nuovo smartphone di fascia media con struttura anti-caduta a diamante e...

Tech2 ore fa

Intel Gaudi 3: nuova sfida per Nvidia H100 nel mercato degli Acceleratori AI

Tempo di lettura: 2 minuti. Intel presenta il Gaudi 3, un chip acceleratore AI che promette prestazioni superiori al Nvidia...

Infinix Note 40 Pro Infinix Note 40 Pro
Tech3 ore fa

Infinix Note 40 Pro Series sbarca in India

Tempo di lettura: 2 minuti. Scopri la nuova serie Infinix Note 40 Pro con carica MagCharge, lanciata in India. Dettagli...

iPhone SE 4 leak iPhone SE 4 leak
Tech3 ore fa

iPhone SE 4: innovazione e stile in un Budget Phone

Tempo di lettura: 2 minuti. Scopri l'iPhone SE 4 con il suo design avanzato, display migliorato e potente chip A16...

Android 15 logo Android 15 logo
Tech3 ore fa

Android 15 Beta: novità e istruzioni di installazione

Tempo di lettura: 2 minuti. Scopri le nuove funzionalità di Android 15 e come installare la beta sul tuo dispositivo...

Google One Google One
Tech3 ore fa

Google One VPN verrà dismesso, il VPN Pixel rimane

Tempo di lettura: < 1 minuto. Google sta chiudendo il VPN di Google One a causa di bassa utilizzazione, mentre...

Redmi Turbo 3 teardown Redmi Turbo 3 teardown
Tech4 ore fa

Redmi Turbo 3 è gia stato spogliato in un teardown

Tempo di lettura: < 1 minuto. Il teardown del Redmi Turbo 3 rivela dettagli interni come SoC, ricarica, suggerendo un...

Galaxy Watch 7 Galaxy Watch 7
Tech4 ore fa

Samsung Galaxy Watch 7 Pro: confermata batteria monstre

Tempo di lettura: 2 minuti. Le anticipazioni sul Samsung Galaxy Watch 7 Pro si intensificano con l’avvicinarsi del lancio soprattutto...

Stargate supercomputer Stargate supercomputer
Tech4 ore fa

OpenAI rende ChatGPT più diretto e meno prolisso

Tempo di lettura: 2 minuti. OpenAI aggiorna ChatGPT rendendolo più diretto e meno prolisso per gli utenti premium, migliorando scrittura...

Galaxy S22 Ultra Galaxy S22 Ultra
Tech5 ore fa

Samsung Galaxy S22 riceve l’aggiornamento di sicurezza di aprile 2024 invece di One UI 6.1

Tempo di lettura: < 1 minuto. Aggiornamento sicurezza Galaxy S22 aprile 2024, nuove patch, grande attesa per One UI 6.1...

Tendenza